Sopravvivere. Elena di Andrej Zvjagintsev a Cannes 64

Un Certain Regard è il momento del russo Andrei Zvyagintsev con Elena: protagonista, una donna anziana, di origini modeste, dolce e mite, sposata a un uomo ricco e indifferente e madre di un disoccupato con problemi di alcool che rischia di mandare in rovina l'intera famiglia.

 ELENA di Andrej Zvjagintsev - Un Certain Regard CANNES 64

 

Un Certain Regard alle ultime battute: a Cannes 64 è il momento del russo Andrei Zvyagintsev con Elena: protagonista, una donna anziana, di origini modeste, dolce e mite, sposata a un uomo ricco e indifferente e madre di un disoccupato con problemi di alcool che rischia di mandare in rovina l'intera famiglia.

 


Il Ritorno (2003) e Izgnanije (2007) regia di Andrej Zvjagintsev, fotografia di Mikhail KrichmanAndrej Zvjagintsev è il regista del bellissimo Il Ritorno, premiato in tutto il mondo (tra i tanti riconoscimenti, il Leone d'Oro a Venezia 2003, scoperta dell'anno agli European Film Awards dello stesso anno, César come miglior film straniero nel 2004).

 

Il direttore della fotografia di Elena è Mikhail Krichman, che ha già dimostrato uno straordinario talento visivo in Ovsyanki di Aleksei Fedorchenko (con cui ha meritatamente vinto l'Osella per la miglior fotografia a Venezia 67). Krichman ha già collaborato con Zvjagintsev in Il Ritorno e nel suo secondo lungometraggio, altrettanto interessante: Izgnanije, presentato in concorso a Cannes 2007 (premio come miglior attore a Konstantin Lavronenko).

 


"Nel cinema, la realtà è così presente che è difficile liberarsene. Ma devi riuscire a farlo per raggiungere un altro livello, un livello superiore di strati di realtà. Alla regia, è necessario creare un mondo, e rendere visibile l'invisibile, che è un compito estremamente complesso." così Zvjagintsev - che cita tra i suoi registi preferiti Tarkovskij, soprattutto Sacrificio, e Antonioni - descriveva il suo cinema qualche anno fa.

 


Se per il suo terzo film è stato supportato dal Sundance Institute e dall'emittente nipponica NHK, Zvjagintsev, nato nel '64, è particolarmente corteggiato nel circuito dei festival: la 28° edizione di CineMart  al Festival di Rotterdam ha selezionato tra i migliori progetti in cerca di fondi anche il suo nuovo The Daddy.

 


Il regista russo Andrej ZvjagintsevProtagonista della cerimonia di chiusura di Un Certain Regard (mentre il film che chiude il Festival è Les Bien-Aimés di Christophe Honoré) Elena è interpretato da  Nadezhda Markina, affiancata da  Andrey Smirnov nei panni del figlio Vladimir, Alexey Rozin e Evgenia Konushkina.

 

Il regista descrive così il suo ultimo lavoro nelle note di regia:

 


"Elena mi ha permesso di indagare un'idea imperante nella nostra epoca: la ricerca della propria sopravvivenza sopra ogni cosa. Si tratta di un dramma contemporaneo, che tenta di metterci alla prova su faccende come la vita e la morte. In fondo al suo essere, ogni individuo è profondamente solo. Questa solitudine è l'inizio, la fine e il filo conduttore di tutta l'esistenza umana. Nel mondo di oggi, l'uomo torna verso gli istinti primari e l'etica perde sempre più valore. Una donna premurosa, tenera e femminile, piena d'amore e di dolcezza che si trasforma in un'assassina fredda e calcolatrice, per poi pentirsi in una chiesa, non è questa forse l'immagine apocalittica della fine dei tempi?"

Scrivi un commento
Captcha

Segnala un commento
Captcha

Sono presenti 0 commenti
 
 

Cerca nel sito

Cerca nel sito



News

Spazio Oberdan: Focus su Jim Jarmush
dal 27 agosto al 4 settembre
LOCARNO 67 - Excellence Award a Giancarlo Giannini
proiettati in suo onore i film con Fassbinder, Zurlini e Wertmüller
Transformers 4 primo nel box office italiano
Con quasi 4 milioni in cinque giorni
Jonah Hill e Channing Tatum in 22 Jump Street
Da domani in sala
Gli One Direction tornano sul grande schermo
L'11 e 12 ottobre con Where We Are. Il film concerto
Kill Bill un videogioco a 8-bit?
CineFix immagina  
Muore la figlia di Mel Gibson in "Il patriota"
Skye McCole Bartusiak aveva 21 anni
Primo ciak per il nuovo film di Tornatore
a settembre via alle riprese di The Correspondence, tra Edimburgo e lo Yorkshire 
The Incredible Mr. Limpet, il nuovo film di Richard Linklater
Tra i protagonisti, Zach Galifianakis
Margareth Madè: "Mi ispiro a mia nonna e a Marlene Dietrich"
L'attrice premiata col Giffoni Experience Award
Russel Crowe e Ryan Gosling insieme in The Nice Guys
I due formeranno una coppia di detective
Sei nuovi progetti per i Marvel Studios
l'agenda della casa di Kevin Feige piena fino al 2019. 
Manetti Bros: il bello del fare un film è godersi le reazioni degli spettatori
I due registi raccontano di Song'e Napule in un'intervista per Adnkronos
Ritorno al futuro. Parte III torna in sala il 24 settembre
L'ultimo capitolo della trilogia di Robert Zemeckis
LOCARNO 67 - Prefestival con Spielberg e Truffaut
il 3 e il 5 agosto Piazza Grande riscopre I predatori dell'Arca Perduta e I 400 colpi  
E' morto James Garner
Addio al vecchio Maverick. Aveva 86 anni
Microbe et Gasoil: il nuovo Gondry
Adolescenti on the road
Algorithm: il film sugli hacker che si è autocancellato
dopo 24 ore è sparito da Vimeo
Christina Chong nel cast di Star Wars VII
In uscita a dicembre 2015
Transformers 4 è un trionfo
Oltre 600 milioni di incassi
VENEZIA 71: Schoonmaker e Wiseman Leoni d'oro alla carriera
Decisioni presa dal Cda della Biennale
Addio al maestro Claudio De Angelis
Storico maestro di chitarra classica
La director's cut di Woodstock in uscita il 28 agosto
Edizione blu-ray in occasione del 40° anniversario del film
Un ragazzo d'oro di Pupi Avati in uscita il 18 settembre
Con Sharon Stone e Riccardo Scamarcio
Tavola rotonda su Carlo Mazzacurati al Premio Amidei
Domani a Gorizia al Palazzo del Cinema dalle 18 alle 19.30