Sopravvivere. Elena di Andrej Zvjagintsev a Cannes 64

Un Certain Regard è il momento del russo Andrei Zvyagintsev con Elena: protagonista, una donna anziana, di origini modeste, dolce e mite, sposata a un uomo ricco e indifferente e madre di un disoccupato con problemi di alcool che rischia di mandare in rovina l'intera famiglia.

 ELENA di Andrej Zvjagintsev - Un Certain Regard CANNES 64

 

Un Certain Regard alle ultime battute: a Cannes 64 è il momento del russo Andrei Zvyagintsev con Elena: protagonista, una donna anziana, di origini modeste, dolce e mite, sposata a un uomo ricco e indifferente e madre di un disoccupato con problemi di alcool che rischia di mandare in rovina l'intera famiglia.

 


Il Ritorno (2003) e Izgnanije (2007) regia di Andrej Zvjagintsev, fotografia di Mikhail KrichmanAndrej Zvjagintsev è il regista del bellissimo Il Ritorno, premiato in tutto il mondo (tra i tanti riconoscimenti, il Leone d'Oro a Venezia 2003, scoperta dell'anno agli European Film Awards dello stesso anno, César come miglior film straniero nel 2004).

 

Il direttore della fotografia di Elena è Mikhail Krichman, che ha già dimostrato uno straordinario talento visivo in Ovsyanki di Aleksei Fedorchenko (con cui ha meritatamente vinto l'Osella per la miglior fotografia a Venezia 67). Krichman ha già collaborato con Zvjagintsev in Il Ritorno e nel suo secondo lungometraggio, altrettanto interessante: Izgnanije, presentato in concorso a Cannes 2007 (premio come miglior attore a Konstantin Lavronenko).

 


"Nel cinema, la realtà è così presente che è difficile liberarsene. Ma devi riuscire a farlo per raggiungere un altro livello, un livello superiore di strati di realtà. Alla regia, è necessario creare un mondo, e rendere visibile l'invisibile, che è un compito estremamente complesso." così Zvjagintsev - che cita tra i suoi registi preferiti Tarkovskij, soprattutto Sacrificio, e Antonioni - descriveva il suo cinema qualche anno fa.

 


Se per il suo terzo film è stato supportato dal Sundance Institute e dall'emittente nipponica NHK, Zvjagintsev, nato nel '64, è particolarmente corteggiato nel circuito dei festival: la 28° edizione di CineMart  al Festival di Rotterdam ha selezionato tra i migliori progetti in cerca di fondi anche il suo nuovo The Daddy.

 


Il regista russo Andrej ZvjagintsevProtagonista della cerimonia di chiusura di Un Certain Regard (mentre il film che chiude il Festival è Les Bien-Aimés di Christophe Honoré) Elena è interpretato da  Nadezhda Markina, affiancata da  Andrey Smirnov nei panni del figlio Vladimir, Alexey Rozin e Evgenia Konushkina.

 

Il regista descrive così il suo ultimo lavoro nelle note di regia:

 


"Elena mi ha permesso di indagare un'idea imperante nella nostra epoca: la ricerca della propria sopravvivenza sopra ogni cosa. Si tratta di un dramma contemporaneo, che tenta di metterci alla prova su faccende come la vita e la morte. In fondo al suo essere, ogni individuo è profondamente solo. Questa solitudine è l'inizio, la fine e il filo conduttore di tutta l'esistenza umana. Nel mondo di oggi, l'uomo torna verso gli istinti primari e l'etica perde sempre più valore. Una donna premurosa, tenera e femminile, piena d'amore e di dolcezza che si trasforma in un'assassina fredda e calcolatrice, per poi pentirsi in una chiesa, non è questa forse l'immagine apocalittica della fine dei tempi?"

Scrivi un commento
Captcha

Segnala un commento
Captcha

Sono presenti 0 commenti
 
 

Cerca nel sito

Cerca nel sito



News

Luci dalla Cina sbarca al Cinema Trevi
A Roma dopo il successo parigino
Anche Gabriele Salvatores a favore del cinema America
Minaccia di restituire l'Oscar vinto per Mediterraneo se non si riapre il cinema
Lucy subito in testa al botteghino al box office italiano
Con 2,5 milioni di euro
Winter Sleep e Class Enemy Film della Critica
Designati dal SNCCI (Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani)
A dicembre poche copie in sala per Inherent Vice
Attesa per il nuovo film scritto e diretto da Paul Thomas Anderson
Finta minaccia per Emma Watson
Tra campagne di sensibilizzazione e virali
Steve McQueen premiato dall'EFA
Contributo europeo al cinema mondiale
Esce in sala il documentario su Robert Altman
Di Ron Mann, dal 16 ottobre
Mercato Internazionale del Film di Roma
Dal 17 al 21 ottobre
Successo d'incassi per The Equalizer negli Usa
In vetta al box office, seguito da Maze Runner
11/22/’63, la nuova serie di Stephen King e J. J. Abrams
Salti spazio-temporali ed omicidi sventati per un romanzo tradotto in serie-tv.
All'ovest niente di nuovo: remake in produzione
Sarà diretto da Roger Donaldson
Alec Baldwin è sul set di Andròn, The Black Labyrinth
Iniziate le riprese per l’attore statunitense arrivato a Roma.
Rachel McAdams sarà la protagonista della 2° stagione di True Detective
Per la parte del duro sceriffo di Monterey
Virna Lisi contro "La grande bellezza"
"L'ho trovato un film orrendo", ha detto l'attrice
Matt Damon a Montalcino.
La ‘Montalcinonews’ rivela indiscrezioni sulla presenza del divo in Toscana.
Pif, Edoardo Leo e Fabrizio Gifuni all’Italian Film Festival
Dal 3 al 5 ottobre 2014 a Berlino
Marco Müller condannato a pagare 40.000 euro a Paolo Mereghetti
Per un'intervista rilasciata a Variety nel 2010
Sorrentino solidale col cinema America di Roma
Lo ha detto alla trasmissione di Rai Radio Due di Serena Dandini
Aleksej Fedorčenko Marco Aurelio del futuro al Festival di Roma.
Angeli della rivoluzione sarà presentato in anteprima mondiale al Festival.
I ritratti di John Malkovich in mostra a Chicago
l'attore reinterpreta le foto più celebri da Hitchcock a Marilyn  
Bryan Singer dirigerà X-Men: Apocalypse
E' il quarto film della saga
Paul Verhoeven: set francese con Isabelle Huppert
In "Elle", tratto dal romanzo di Philippe Djian  
Incontro a porte chiuse con David Lynch a Bologna
Si svolgerà il 30 settembre
Judd Apatow produce una nuova serie comica
Gillian Jacobs sarà il protagonista