"Gloria", di Sebastian Lelio


Gloria
 è un film su una donna divorziata che rivendica il suo diritto di comportarsi come un'adolescente nonostante abbia cinquantotto anni. Canta canzoni smielate in macchina. si commuove spesso e prova a cercare di nuovo il grande amore. Sebastian Lelio la tiene al centro della scena, la pedina con dei primi piani insistiti e la sincera empatia per i suoi sforzi non nasconde il loro lato patetico.

 

Gloria racconta in modo efficace gli sforzi di una donna divorziata di cinquantotto anni per sottrarsi alle incombenze della solitudine e della vecchiaia. La storia ha il merito di considerare tutti gli umori e le complicazioni che accompagnano la ricerca di un nuovo amore e la cura del suo corpo. Sebastian Lelio mette al centro la vitalità della protagonista ma riconosce che la sua tenacia ha anche dei risvolti patetici: mostra la sessualità e l'inevitabile deperimento dei corpi ma non si vergogna di affermarne il diritto. Le sue disavventure sentimentali sono dei passi falsi che generano una sincera empatia: Gloria gira per i locali e le sale da ballo, cerca di accompagnarsi a qualcuno e quando è in macchina non sfugge alla tentazione di cantare delle smielate canzoni melodiche. La sua voglia di continuare a sedurre è anche il capriccio di chi non si vuole rassegnare al passaggio dell'età e crede di avere ancora il tempo per ricominciare da capo. E' l'illusione che coltiva quando inizia una relazione con un uomo persino più grande e si mette in competizione con il suo rapporto morboso con le figlie: non si può fare finta di non avere avuto un'esistenza precedente...

La frustrazione per la realizzazione dei suoi sogni impossibili e dei suoi rigurgiti adolescenziale la spinge ad esagerare con l'alcool: la sceneggiatura non trascura mai l'altro lato della medaglia. Sebastian Lelio evita gli eccessi e sceglie una messa in scena che punta sul pedinamento: Paulina Garcia deve sostenere il peso di una macchina da presa che non la molla nemmeno un momento e ha bisogno di rubare dei primi piani isolati. Il film la segue nelle azioni quotidiane e registra ogni sua reazione: gli eventi si mantengono sempre fuori campo perchè l'unica necessità è il loro riflesso sulla protagonista. La figlia legge una mail romantica che le ha mandato il fidanzato e l'inquadratura resta solo sulla sua progressiva commozione. Gloria è simpatica perchè nonostante abbia un glaucoma e sia già diventata nonna si comporta come una ragazzina e fa gli stessi errori. Il film ha una forma di indulgenza ma non nasconde le delusioni, i dolori e la dura realtà che bisogna accettare la solitudine e iniziare a conviverci. L'enfasi e la tendenza al melodramma non appartengono al film: questo autocontrollo e questa onestà di fondo verso l'eroina, i suoi tormenti e le sue ambizioni sono gli strumenti con cui si ritaglia la sua dignità. Sebastian Lelio rifiuta la forzatura del lieto fine ma lascia capire che la speranza è l'ultima a morire...

 
Titolo originale: Id.
Regia: Sebastian Lelio
Interpreti: Paulina García, Sergio Hernández, Diego Fontecilla, Fabiola Zamora, Coca Guazzini, Hugo Moraga, Alejandro Goic, Liliana García, Antonia Santa María, Luz Jiménez, Marcial Tagle
Origine: Cile, 2012
Distribuzione: Lucky Red
Durata: 110'

Scrivi un commento
Captcha

Segnala un commento
Captcha

Sono presenti 1 commenti
 
  1. mi sapete dire il titolo e l'autore della poesia letta nel film?



    Inviato da angeladelgiglio@gmail.com il 10/12/2013
 

Cerca nel sito

Cerca nel sito



News

30° anniversario dalla nascita di Terminator
Cameron è ottimista riguardo il nuovo capitolo della saga
Il cinema italiano alla conquista dell'America Latina
Trenta  film selezionati per il Festival Internazionale di Guadalajara
Mediaset e 21 Investimenti cedono The Space
Ceduto al gruppo Vue Entertainment per 105 milioni di euro
Incasso "favoloso" per il film su Leopardi di Mario Martone
Il giovane favoloso di Elio Germano sfiora i 100 mila euro di incassi
Fine riprese per Un Natale stupefacente
Le riprese della commedia di Natale di Lillo e Greg, in uscita il 18 dicembre
NInfomaniac di Umberto Baccolo al BP FilmFest di Berlino
per un dibattito sul sesso esplicito nel cinema d'autore
FESTIVAL DI ROMA 2014 - Jean-Pierre Jeunet critico verso la sala Sinopoli
Ieri, prima della proiezione delle 11.30
Maleficent arriva in Blu-Ray
Dopo un incasso di 740 milioni di dollari, approda in home video
Christian Bale sarà Steve Jobs nel nuovo biopic
Nuovo protagonista per il film di Boyle dopo il rifiuto di Di Caprio
Parte la rassegna The B-Side of the Movie
Tre appuntamenti a San Giovanni Valdano a partire da stasera
Oscar 2015: condurrà l'attore Neil Harris
 Ha già condotto 4 volte i Tony Awards 
In arrivo Diplomacy - Una notte per salvare Parigi
In sala dal 21 novembre
Sasha Grey ospite al TRIESTE SCIENCE+FICTION 2014
Presenterà Open Windows di Nacho Vigalondo
Omar Sy e Charlotte Gainsbourg per Samba
Diretto dalla coppia Nakache-Toledano, ora nelle sale francesi
Daredevil: le novità dal NYCC 2014 per la serie Netflix
Nel cast arriverà anche Rosario Dawson
Festival di Roma - 18 ottobre: CineCocktail si fa in tre
incontro pubblico con Andrea Bosca, Paola Minaccioni e Giorgio Colangeli
Il collettivo pratese Snellinberg a Pechino per Sogni di gloria
Unico film italiano selezionato all'European Union Film Festival.
Jeffery Deaver riceverà il Raymond Chandler Award al Courmayeur Noir in Festival
Premio alla carriera per il celebrato scrittore americano
Good Short Films con Huffington Post per il "cinema breve"
 I migliori cortometraggi dei Festival direttamente sul web
Saviano, anche ZeroZeroZero diventa una serie Tv
Mantenuto lo stesso team creativo di Gomorra-La serie
FESTIVAL DI ROMA 2014 - Salta il cinese Dead End
Il film di Cao Baoping non ha passato il visto della censura
I guardiani della galassia su Film Tv
Interviste a Mario Martone, Marco Müller e Richard Gere
Jennifer Jason Leigh nel prossimo Tarantino
Primo nome ufficiale nel cast di The Hateful Eight.
Spostato l'Inferno di Ron Howard
Il film uscirà nel 2016, con quasi un anno di ritardo.
Léa Seydoux al fianco di James Bond.
L’attrice francese protagonista di Bond 24.