Touch of Evil. Splendidi villains. Tredici attori interpretano il Male

 Ryan Gosling è l'Uomo Invisibile
 

 

 

Touch of Evil: a chiudere l'anno, una serie di bei video in cui 13 star di Hollywood, scelte dal NYTimes per le migliori performance nel 2011, interpretano la malvagità nella storia del cinema: attori che rileggono  le icone dei villain per eccellenza, dalla pericolosa femme fatale al killer, dal sociopatico al malvagio tycoon. Figure memorabili sgradevoli ma anche affascinanti, che toccano paure primordiali e sentimenti disturbanti: crudeltà, seduzione, rabbia, piacere e dolore.

Touch of Evil: 13 attori interpretano le icone del male per il NY TimesCosì Rooney Mara (The Girl With the Dragon Tattoo) si trasforma nell'Alex di Arancia Meccanica, Mia Wasikowska (Restless, Albert Nobbs, Jane Eyre) è una Home Wrecker (fatale mangiauomini) ritagliata sulla Anna Quadri-Dominique Sanda de Il Conformista di Bernardo Bertolucci, Brad Pitt (The Tree of Life, Moneyball) con capigliatura alla Eraserhead è un elettrico Madman, George Clooney (Le idi di marzo, The Descendants) fa il verso al tirannico capitano Bligh tra gli Ammutinati del Bounty, Glenn Close (Albert Nobbs) sceglie come ispiratrice per la figura della vamp l'immortale diva dei silent movies Theda Bara.


Gary Oldman
(Tinker Taylor Soldier Spy) è un vero e proprio topos dell'horror, un inquietantissimo pupazzo da ventriloquo che prende vita (come in Magic di Joseph E. Levine. Uno dei video più belli insieme all'elegante rilettura da fumetto dell'Uomo Invisibile affidata a Ryan Gosling (Drive, Crazy Stupid Love, Le idi di marzo) e al tycoon di Michael Shannon (Take Shelter) un cattivissimo uomo d'affari alla Gordon Gekko.

 

E ancora un'incendiaria Jessica Chastain (The Help, Take Shelter, The Tree of Life), che omaggia anche la psicosi della Carole di Repulsion Kirsten Dunst (Melancholia) nei panni della "Sirena", una maliarda che flirta con l'obiettivo e che omaggia la Cora Smith di Il postino suona sempre due volte, Jean Dujardin (miglior attore a Cannes 64 per The Artist), perde la calma, in quanto "testa calda" Hooligan uscita da Green Street (Hooligans) di Lexi Alexander e anche omaggio boxeur al Toro Scatenato di De Niro, Adepero Oduye (Pariah) è una fuorilegge ispirata alla Bonnie Parker di Bonnie & Clyde.

 

Infine, Viola Davis (The Help) è in parte la sadica Nurse Ratched di Qualcuno volò sul nido del cuculo e in parte la classica infermiera assassina (che trova corrispettivo nella realtà: la maggior parte delle serial killer di sesso femminile sono infermiere convinte di agire come angeli del bene mettendo fine alle sofferenze dei pazienti).

 

Per ciascuno degli attori il NYTimes ha raccolto qualche commento sulle rispettive interpretazioni e ha chiesto di indicare i villain preferiti della storia del cinema.

Pitt è sintetico: ''Peter Lorre – con una dose di Kramer''. Wasikowska ha scelto il mefistofelico Bob di Twin Peaks e il Jack Torrance di Shining, Chastain cerca di rendere "la sensazione di essere tanto soli e invisibili che si mette tutto a fuoco pur di farsi notare", Close racconta la sua Theda Bara: ''Si dice che la parola vamp sia stata coniata a partire proprio da lei. Mi ha sempre affascinato la figura di una donna malvagia e pericolosa".

Ryan Gosling, Gary Oldman, Mia Wasikowska, Michael Shannon in TOUCH OF EVILMara commenta così la sua interpretazione del drugo Alex: ‘‘C'è qualcosa in lui di androgino, che fa di lui un personaggio di più complesso e affascinante di un semplice villain", Shannon descrive la sua scelta come in linea coi tempi "Al momento c'è una grande animosità verso il mondo della finanza, giustificata. Non posso dire di essere un grande fan di Wall Street… non parlo del film ovviamente, ma della reale Wall Street" e Oldman dichiara tra il serio e il faceto: "Quando ero piccolo avevo una di quelle bambole spaventose nella mia stanza. Cresciuto e iniziato al tiro con l'arco, ho pensato bene di esercitarmi su di lei".

Infine Clooney: ''Ho scelto il capitano Bligh perché mi piaceva il suo cappello. I veri cattivi non credono di essere cattivi. Le performance migliori si ottengono quando gli attori se ne ricordano".
Tra le scelte del NY Times, dispiace per l'assenza di Michael Fassbender (Shame, A dangerous method, Jane Eyre) tra i migliori attori del 2011.

 

Oltre a occuparsi dei minifilm, la fotografa americana Alex Prager (che si racconta in questo video) già autrice di ritratti dal sapore pop e vintage – come nei Film Stills e nel corto Despair, con Bryce Dallas Howard – ha anche realizzato una serie di scatti raccolti nella slideshow Vamps, Crooks and Killers.

Tutte le foto anche qui accanto nella nostra gallery.

 

Touch of Evil: tutti i video

Gary Oldman

Michael Shannon


Brad Pitt

George Clooney

Mia Wasikowska

Rooney Mara
 

Jessica Chastain

Kirsten Dunst

Viola Davis

Glenn Close

Jean Dujardin

Adepero Oduye

 




 

 

Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *