"Intramontabile effervescenza", di Marcos Carnevale

Estranea com'è alla coppia di trasmissione produzione/consumo, sulla vecchiaia c'è molta reticenza da parte di una comunità che si affanna disperatamente a posticipare i segni - specie quelli visibili - del declino psicofisico. Coraggioso, allora, chi come Marcos Carnevale parla addirittura di una storia d'amore tra anziani.

Ci vogliono coraggio e passione per parlare, sugli schermi, di vecchiaia e di morte. Non la morte spettacolare ed enfatica rappresentata da Scorsese, non la vecchiaia anestetizzata di cui le fiction fanno caricatura, ma il reale e struggente sentore dell'approssimarsi della fine del tempo. Coraggio ed amore, quando la figura dell'anziano viene progressivamente estromessa dal sistema di rappresentazione della società, rispondendo ad imperativi che impongono l'edulcorazione, la sedazione, il rientro dei discorsi intorno alla terza età nell'alveo del tradizionalismo e della consuetudine. Estranea com'è alla coppia di trasmissione produzione/consumo, su questa fase della vita con cui ognuno prima o poi si misura c'è molta omertà, massimamente nelle forme espressive visive. Parlare della morte nel suo essere evento naturale, o semplicemente permettere alla morte di affacciarsi sulla scena, è il tabù di una comunità che si affanna disperatamente, con ogni mezzo, a posticipare i segni - specie quelli visibili - del declino psicofisico. Ecco allora che il tentativo del quarantaquattrenne regista argentino, al terzo lungometraggio, si fa forte del suo essere al contempo dimostrazione di eroismo e di tenerezza.

Il titolo pomposo e anche un po' cacofonico dell'edizione italiana non si addice, come quello originale Elsa y Fred, all'elementarità della vicenda: sul finire degli anni, da poco vedovo, avvitato nel malinconico ricordo della moglie, l'anziano Alfredo si trasferisce in un palazzo madrileno. Conosce così una coetanea che, all'opposto, esprime il desiderio di sfruttare intensamente ogni giorno le si prospetti ancora da vivere, non rinunciando al sogno giovanile che la vedeva emulare Anita Ekberg, quando Fellini la scolpì ninfa ulteriore della Fontana di Trevi. Tra i due nasce un legame che li sostiene e, in qualche modo, li trasforma.

Carnevale e gli altri sceneggiatori hanno sfruttato le doti comiche dell'attrice che interpreta Elsa, l'uruguayana Concepción "China" Zorrilla, imbastendo una messinscena semplice e convenzionale calibrata sui toni della commedia. Ma sono in particolare alcune inquadrature dei volti dei protagonisti, e i tentativi di registrare i tracciati dei loro sguardi reciproci, a sottolineare il senso dello sforzo di Carnevale e a mettere in secondo piano le insidie della mellifluità, in agguato in Intramontabile effervescenza come in ogni storia d'amore che si rispetti.

 

Titolo originale: Elsa y Fred

Regia: Marcos Carnevale

Interpreti: Manuel Alexandre, China Zorrilla, Blanca Portillo, Roberto Carnaghi, José Ángel Egido, Gonzalo Urtizberea

Distribuzione: Lady Film

Durata: 106'

Origine: Spagna/Argentina, 2005

Scrivi un commento
Captcha

Segnala un commento
Captcha

Sono presenti 0 commenti
 
 

Cerca nel sito

Cerca nel sito



News

Incasso "favoloso" per il film su Leopardi di Mario Martone
Il giovane favoloso di Elio Germano sfiora i 100 mila euro di incassi
Fine riprese per Un Natale stupefacente
Le riprese della commedia di Natale di Lillo e Greg, in uscita il 18 dicembre
NInfomaniac di Umberto Baccolo al BP FilmFest di Berlino
per un dibattito sul sesso esplicito nel cinema d'autore
FESTIVAL DI ROMA 2014 - Jean-Pierre Jeunet critico verso la sala Sinopoli
Ieri, prima della proiezione delle 11.30
Maleficent arriva in Blu-Ray
Dopo un incasso di 740 milioni di dollari, approda in home video
Christian Bale sarà Steve Jobs nel nuovo biopic
Nuovo protagonista per il film di Boyle dopo il rifiuto di Di Caprio
Parte la rassegna The B-Side of the Movie
Tre appuntamenti a San Giovanni Valdano a partire da stasera
Oscar 2015: condurrà l'attore Neil Harris
 Ha già condotto 4 volte i Tony Awards 
In arrivo Diplomacy - Una notte per salvare Parigi
In sala dal 21 novembre
Sasha Grey ospite al TRIESTE SCIENCE+FICTION 2014
Presenterà Open Windows di Nacho Vigalondo
Omar Sy e Charlotte Gainsbourg per Samba
Diretto dalla coppia Nakache-Toledano, ora nelle sale francesi
Daredevil: le novità dal NYCC 2014 per la serie Netflix
Nel cast arriverà anche Rosario Dawson
Festival di Roma - 18 ottobre: CineCocktail si fa in tre
incontro pubblico con Andrea Bosca, Paola Minaccioni e Giorgio Colangeli
Il collettivo pratese Snellinberg a Pechino per Sogni di gloria
Unico film italiano selezionato all'European Union Film Festival.
Jeffery Deaver riceverà il Raymond Chandler Award al Courmayeur Noir in Festival
Premio alla carriera per il celebrato scrittore americano
Good Short Films con Huffington Post per il "cinema breve"
 I migliori cortometraggi dei Festival direttamente sul web
Saviano, anche ZeroZeroZero diventa una serie Tv
Mantenuto lo stesso team creativo di Gomorra-La serie
FESTIVAL DI ROMA 2014 - Salta il cinese Dead End
Il film di Cao Baoping non ha passato il visto della censura
I guardiani della galassia su Film Tv
Interviste a Mario Martone, Marco Müller e Richard Gere
Jennifer Jason Leigh nel prossimo Tarantino
Primo nome ufficiale nel cast di The Hateful Eight.
Spostato l'Inferno di Ron Howard
Il film uscirà nel 2016, con quasi un anno di ritardo.
Léa Seydoux al fianco di James Bond.
L’attrice francese protagonista di Bond 24.
Ultimi 3 giorni per la campagna di crowdfunding per Audrey
Diretto da Ferruccio Gibellini
Liberate Oleg Sentsov!
L’appello di oltre 300 professionisti del mondo del cinema.
Last Summer in uscita il 30 ottobre
Bolero Film lo distribuisce dopo l’anteprima al Festival di Roma.