"Intramontabile effervescenza", di Marcos Carnevale

Estranea com'è alla coppia di trasmissione produzione/consumo, sulla vecchiaia c'è molta reticenza da parte di una comunità che si affanna disperatamente a posticipare i segni - specie quelli visibili - del declino psicofisico. Coraggioso, allora, chi come Marcos Carnevale parla addirittura di una storia d'amore tra anziani.

Ci vogliono coraggio e passione per parlare, sugli schermi, di vecchiaia e di morte. Non la morte spettacolare ed enfatica rappresentata da Scorsese, non la vecchiaia anestetizzata di cui le fiction fanno caricatura, ma il reale e struggente sentore dell'approssimarsi della fine del tempo. Coraggio ed amore, quando la figura dell'anziano viene progressivamente estromessa dal sistema di rappresentazione della società, rispondendo ad imperativi che impongono l'edulcorazione, la sedazione, il rientro dei discorsi intorno alla terza età nell'alveo del tradizionalismo e della consuetudine. Estranea com'è alla coppia di trasmissione produzione/consumo, su questa fase della vita con cui ognuno prima o poi si misura c'è molta omertà, massimamente nelle forme espressive visive. Parlare della morte nel suo essere evento naturale, o semplicemente permettere alla morte di affacciarsi sulla scena, è il tabù di una comunità che si affanna disperatamente, con ogni mezzo, a posticipare i segni - specie quelli visibili - del declino psicofisico. Ecco allora che il tentativo del quarantaquattrenne regista argentino, al terzo lungometraggio, si fa forte del suo essere al contempo dimostrazione di eroismo e di tenerezza.

Il titolo pomposo e anche un po' cacofonico dell'edizione italiana non si addice, come quello originale Elsa y Fred, all'elementarità della vicenda: sul finire degli anni, da poco vedovo, avvitato nel malinconico ricordo della moglie, l'anziano Alfredo si trasferisce in un palazzo madrileno. Conosce così una coetanea che, all'opposto, esprime il desiderio di sfruttare intensamente ogni giorno le si prospetti ancora da vivere, non rinunciando al sogno giovanile che la vedeva emulare Anita Ekberg, quando Fellini la scolpì ninfa ulteriore della Fontana di Trevi. Tra i due nasce un legame che li sostiene e, in qualche modo, li trasforma.

Carnevale e gli altri sceneggiatori hanno sfruttato le doti comiche dell'attrice che interpreta Elsa, l'uruguayana Concepción "China" Zorrilla, imbastendo una messinscena semplice e convenzionale calibrata sui toni della commedia. Ma sono in particolare alcune inquadrature dei volti dei protagonisti, e i tentativi di registrare i tracciati dei loro sguardi reciproci, a sottolineare il senso dello sforzo di Carnevale e a mettere in secondo piano le insidie della mellifluità, in agguato in Intramontabile effervescenza come in ogni storia d'amore che si rispetti.

 

Titolo originale: Elsa y Fred

Regia: Marcos Carnevale

Interpreti: Manuel Alexandre, China Zorrilla, Blanca Portillo, Roberto Carnaghi, José Ángel Egido, Gonzalo Urtizberea

Distribuzione: Lady Film

Durata: 106'

Origine: Spagna/Argentina, 2005

Scrivi un commento
Captcha

Segnala un commento
Captcha

Sono presenti 0 commenti
 
 

Cerca nel sito

Cerca nel sito



News

Amazon recluta Ridley Scott
Per l'adattamento di un romanzo di Philip K. Dick
Magic in the Moonlight in sala il 4 dicembre
Nuovo film di Woody Allen con Emma Stone
Apes Revolution sul nuovo Film Tv
Interviste a Matt Reevs e Andy Serkis, speciale sul cinema Palestinese
Addio a Giorgio Gaslini
sue le colonne sonore de La notte di Antonioni e Profondo rosso    
Esce a settembre Frances Ha
Il film di Noah Baumbach amato da Tarantino
Sin City – Una donna per uccidere da ottobre al cinema
Il ritorno della coppia Robert Rodriguez/Frank Miller  
Point Break 2 in Alto Adige
Le riprese si sono svolte a Bolzano e Brunico
I vincitori del Concorso Paranormal Stories
le t-shirt messe in palio da Explorer Entertainment 
Venezia 71: la Calabria di Francesco Munzi
Nella sua trasposizione di Anime Nere
Step Up All In: prima clip e spot
il film uscirà il 20 agosto  
LOCARNO 67 - Arriva Roman Polanski
Terrà una lezione di cinema aperta al pubblico il 15 agosto
CinemaèDanza parte oggi da Cortona
Prossimi appuntamenti ad Arezzo e Terranova Bracciolini
Tutti i premi del 44° Giffoni Film Festival
Ornella Muti e Paolo Conticini ospiti speciali
Julia Roberts e Vincent Cassel in Toscana
Lei per Calzedonia, lui per Garrone
Chuck Palahniuk annuncia un comic book per Fight Club 2
il fumetto sarà edito da Dark Horse
I vincitori di Bimbi Belli 2014
Pif miglior film
Amazing Spider-Man 3 rimandato al 2018
La precedenza a ‘I Sinistri Sei’
L'Osservatore Romano esalta Il vangelo secondo Matteo
Quella di Pasolini "forse la migliore opera su Gesù nella storia del cinema".
La sceneggiatura de ‘Il giovane favoloso’ in libreria
Martone su Leopardi: dal 16 ottobre
Laurea honoris causa a Bertolucci
Il conferimento sarà il 16 dicembre  
Naomi Watts per Jean-Marc Vallée?
In trattative per il suo Demolition
Il Premio Bresson va a Verdone
L'attore e regista romano verrà insignito del premio
Bloccato il nuovo film di Scimeca
Stop per motivi burocratici 
Gagosian Gallery ospita le foto di Dennis Hopper
In autunno l'altra faccia dell'attore.
VENEZIA 71: La giuria della sezione Orizzonti
Presieduta da Ann Hui