BERLINALE 59 - "Human Zoo", di Rie Rasmussen (Panorama)

Opera prima dell’attrice danese, apprezzata protagonista in Angel-A di Luc Besson, il quale di Human Zoo è anche il produttore. Senza sbilanciarci, l’impressione è che potremmo trovarci dinanzi ad un nuovo fenomeno al femminile del cinema europeo. Presenza scenica prepotente quella di Rie Rasmussen, teneramente ingombrante che trapassa il set

human zooAdria (Rie Rasmussen) e’ per meta’ serba e meta’ albanese. Le due anime convivono come se fossero due esseri indipendenti, complementari l’un l’altro. La prima donna vive nel passato, all’epoca dei combattimenti in Kosovo, la seconda nel presente a Marsiglia. E’ qui che vive Adria come immigrata clandestina. Su due piani temporali diversi e imbrigliati, il film raccontare la vita della stessa donna ma come fosse sdoppiata in due. Adria dovra’ fare i conti con il suo precario equilibrio psicologico, compromesso da anni di soprusi e sofferenze.

Opera prima dell’attrice danese, apprezzata protagonista di Angel-A di Luc Besson, il quale di Human Zoo e’ anche il produttore. Senza sbilanciarci, l’impressione e’ che potremmo trovarci dinanzi ad una nuova possibile fenomeno al femminile del cinema europeo. Rie Rasmussen (che e’ venuta a presentare il suo film) ricorda nello spirito Asia Argento, ma pare ancor piu’ consapevole di poter affascinare e colpire per la sua intraprendenza, esuberanza e, naturalmente, bellezza. In piu’, non e’ assolutamente da sottovalutare quest’opera dal punto di vista squisitamente cinematografico. Girato come se percorresse due binari paralleli, il film mostra vari stili che si scambiano e si confondono: se nelle scene marsigliesi prevalgono toni cromatici piu’ delicati e da nouvelle vague, in quelle kosovare i tratti si fanno piu’ lividi, meno ammalianti. Anche la violenza cruda e pregnante di alcune sequenze e i tagli d’inquadratura volutamente ricercati (a volte, per la verita’, manierati), evidenziano gia’ una certa competenza di sguardo.

Emblematica, su tutte, la scena in cui la protagonista compie un massacro irrompendo in un bordello e sparando i suoi gestori. La macchina da presa, che riprende dall’alto, si muove in avanti attraversando i corridoi e le varie stanze, mentre Adria impugna la sua pistola. Ricorda una famosa scena di Old Boy (il protagonista impugnava un martello...), anche se in quel caso la ripresa aveva una diversa prospettiva. Dicevamo, presenza scenica prepotente quella di Rie Rasmussen, teneramente ingombrante che trapassa il set, proprio quando la ritrovi a discutere del film con il pubblico, senza che riesca a smettere definitivamente i panni di attrice.    

Scrivi un commento
Captcha

Segnala un commento
Captcha

Sono presenti 0 commenti
 
 

Cerca nel sito

Cerca nel sito



News

VENEZIA 71 - Flashmob delle 'fuxiane' per "Dancing with Maria"
Hanno ballato prima della tradizionale passerella
VENEZIA 71 - Applausi per Mario Martone
Il Giovane Favoloso convince la stampa
Hackerato lo smartphone di Jennifer Lawrence
le immagini nude dell'attrice sono finite subito in rete
Hollywood, estate nera al box office
nessun film oltre i 300 milioni: gli incassi peggiori dal 1997  
Oscar alla carriera per Harry Belafonte
 premiati anche Hayao Miyazaki, Maureen O'Hara e Jean-Claude Carrière
VENEZIA 71 - "Anime nere" conquista la stampa estera
 il film di Munzi paragonato a Visconti e Coppola 
VENEZIA 71 - Tatti Sanguineti: "Io non sono Bruno Vespa"
così l'autore di Giulio Andreotti-Il cinema visto da vicino sul suo metodo di lavoro.  
VENEZIA 71 - Pacino e Levinson premiati
All'attore e al regista è stato consegnato il  premio Mimmo Rotella
VENEZIA - Larry Clark non ci sarà
Per motivi personali
VENEZIA 71 - Molto positiva l'accoglienza internazionale per "Anime nere"
"Telegraph" l'ha paragonato a Visconti e a Il Padrino
VENEZIA 71 - AI Deproducers il premio Ho Visto Una Canzone
Per Italy in a Day di Salvatores
VENEZIA 71 - Molto applaudito Peter Bogdanovich
Per il film She's Funny That Way in Fuori concorso
VENEZIA 71 - Dove c'è fumo...c'è Emergency!
effetti speciali sul red carpet per i 20 anni dell'associazione umanitaria
VENEZIA 71 - Scamarcio: "Distribuite 'La vita oscena" di De Maria
l'attore, produttore associato del film, lancia un appello ai distributori italiani
Nozze segrete per Brad Pitt e la Jolie
 i due si sono sposati il 23 agosto in Francia
VENEZIA 71 - Omaggio ad Alberto Lattuada per Senza pietà
In occasione del centenario della nascita del regista
VENEZIA 71 - Fischi e applausi per La vita oscena di De Maria
Alle proiezione per il pubblico in Sala Darsena
VENEZIA 71 - Due sedie vuote per Mohammadi e Sentsov
Lasciate simbolicamente vuote ieri durante la presentazione della Giuria
VENEZIA 71 - Le Winx sul Red Carpet
per festeggiare il nuovo film Winx Club – Il Mistero degli Abissi in uscita a settembre
VENEZIA 71 - Applausi per Melbourne
Opera prima iraniana alla Settimana della critica
VENEZIA 71 - Il film su Andreotti in Laguna
Domani sarà  la giornata del documentario  di Tatti  Sanguineti
VENEZIA 71 - Quentin Dupieux assente per gravi motivi personali
Il suo film, Reality, presentato in Orizzonti
L'ice bucket challenge al caffè di David Lynch
il regista aggiunge all'acqua un espresso e nomina Putin
Uscito il n. 20 di Diari di Cineclub
In download gratuito
VENEZIA 71 - James Dean in blu ray per la WB
arrivano dal 18 settembre La valle dell'Eden, Il gigante e Gioventù bruciata