#Berlinale68 – Picnic at Hanging Rock per Berlinale Series

La Berlinale Series presenta nella sala dello Zoo Palast i momenti salienti e focalizza l’attenzione sui nuovi arrivati ​​nel mondo della serie drammatica. Le sette produzioni di questa edizione (15-25 febbraio 2018) provengono da Australia, Danimarca, Germania, Lussemburgo, Israele, Norvegia e Stati Uniti.

La Berlinale Series si apre con l’adattamento televisivo del classico cult australiano Picnic at Hanging Rock. Natalie Dormer interpreta la severa direttrice di un collegio che cerca di garantire che i suoi alunni ricevano un’educazione adeguatamente decorosa.

Anche l’eroina della serie televisiva israeliana Sleeping Bears è costretta ad affrontare il suo passato. Il suo terapeuta muore in un incidente e le trascrizioni delle sue note di seduta le vengono inviate come parte di una minaccia anonima. Vuole impedire alla sua famiglia di scoprire i suoi segreti e i suoi sogni più intimi. Questa storia privata diventa una esplorazione dell’Israele contemporaneo.

La serie tedesca Bad Banks osserva da vicino una donna giovane, piena di talento e molto ambiziosa. Guida lo spettatore nel mondo della finanza senza scrupoli e assetato di profitti. La sua vita lavorativa a Francoforte e in Lussemburgo è dominata dalle forze dell’avidità, dall’egotismo, dalla pressione per il successo e dal machismo.

Anche la protagonista femminile della serie norvegese Heimebane (Home Ground) si avventura in un dominio maschile, lasciando la sua squadra di calcio femminile di successo per diventare la prima allenatrice femminile di una squadra norvegese di Premier League maschile. Intraprende una dura lotta contro pregiudizi radicati, mentre lei lotta per il suo sogno.

L’adattamento televisivo del bestseller di non-fiction The Looming Tower porta gli spettatori all’interno della CIA e dell’FBI alla fine degli anni ’90. Questa competizione è incarnata da due uomini – interpretati da Peter Sarsgaard e Jeff Daniels – che combattono a livello strategico e burocratico, sottovalutando nel contempo i crescenti pericoli.

The Terror è basato sul racconto romanzato di Dan Simmons della spedizione artica di Sir John Franklin. Gli uomini combattono non solo con il mondo naturale, ma anche con la rigida gerarchia e l’equilibrio del potere a bordo della nave.

Liberty è ambientata nella Tanzania degli anni ’80 nell’ambiente di operatori umanitari ed espatriati. Un esame critico degli effetti duraturi del colonialismo, il racconto di famiglia guidato dal personaggio si basa sul romanzo “Liberty” di Jakob Ejersbo. È caratterizzato da uomini d’affari, che usano senza scrupoli le vecchie strutture di sfruttamento locale per i loro scopi, così come le persone che lavorano nell’aiuto allo sviluppo che, per quanto ben intenzionate, ignorano le reali esigenze della popolazione locale.