Bigfoot junior, di Jeremy Degruson e Ben Stassen

Il giovane Adam, cresciuto con l’idea che il padre fosse morto poco dopo la sua nascita, scopre la verità che si cela dietro una problematica infanzia. La scomparsa dell’amato e coraggioso genitore è stato solo un escamotage per salvaguardarlo da una brusca realtà che potrebbe vederlo oggetto di esperimenti, in quanto nel dna entrambi conservano il gene del mitico Bigfoot…

Dopo una prima avventura visiva affrontata con Il castello magico firmato nel 2014 dalla coppia Jeremy Degruson e Ben Stassen, i due autori tornano nel campo dell’animazione con il colorato e scattante Bigfoot junior, portando sul grande schermo un racconto avvincente basato sul mito dell’antica creatura e regalando ai bambini un contesto carico di umorismo e sogno.
Un’idea che si appresta al piccolo pubblico non dimenticando di intrattenere gli accompagnatori: se infatti troviamo un complesso animato prettamente destinato ai giovanissimi, nel suo involucro non mancano accostamenti espositivi e visivi più vicini allo sguardo adulto. Così il viaggio di Adam per conoscere e salvare suo padre ci avvicina al tragico ambiente della sperimentazione cosmetica ai danni di sofferenti anbfj2imali, ad un mondo ossessionato dalla condivisione social che non manca di immortalare creature seviziate con sentito orgoglio. Una sottotraccia edulcorata ai massimi livelli con ragionevole e arguto talento, in modo da avvicinare due emisferi emotivi affacciati l’uno sulla magia esplorativa dell’infanzia e l’altro sulla coscienza di una concretezza reale. Allora ritroviamo anche personaggi divertenti, oltre agli abitanti del bosco, che ricalcano stereotipi della società: l’industriale dagli intenti spietati (e bizzarri) al fine della sua ricchezza e il povero stagista di turno, ironica e amara figura succube di ogni angheria.
Un buon prodotto d’animazione capace di intrattenere differenti sguardi, impreziosito da un citazionismo attuale a cui diamo merito in una particolare scena che apre l’avventuroso viaggio di Adam, facente riferimento alla fortunata serie Better Call Saul con un intento puramente esilarante del tutto congeniale alla narrazione che prenderà il via.

Titolo originale: The son of Bigfoot
Regia: Jeremy Degruson, Ben Stassen
Interpreti (voci originali): Christopher L. Parson, Marieve Herington, Joe Ochman, Michael Sorich, Sandy Fox
Origine: Belgio, Francia, 2017
Durata: 92′
Distribuzione: Koch Media

Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>