Box Office USA 11 febbraio 2013

Il 2013 ha messo a segno il suo primo colpo vincente e Identity Thief ha preso la vetta della classifica con un incasso da trentasei milioni di dollari. Il mercato non aveva ancora trovato una vittoria piena e i titoli che hanno preceduto la commedia di Seth Gordon si erano dovuti accontentare del rientro delle spese. Il team-up tra Jason Bateman e Melissa McCarthy ha confermato le potenzialità dell'attrice dopo il travolgente successo di Bridesmaids e ha stabilizzato le quotazioni dell'attore. Il regista ha migliorato il suo record personale e il suo valore commerciale è in ascesa: Four Christmases e Horrible Bosses hanno sempre chiuso sopra i cento milioni di dollari e Indentity Thief ha già ipotecato questo traguardo. La commedia sarà il primo film del 2013 ad entrare in questo club ma il resto del panorama non è stato altrettanto incoraggiante: Side Effects di Steven Soderbergh è entrato in classifica al terzo posto e ha bruciato le chance di un cast importante. Il thriller con Jude Law e Rooney Mara si è fermato a dieci milioni e ha fatto mancare il contributo di un valido sparring-partner: i volumi complessivi sono calati in modo proporzionale e la differenza con l'anno precedente è aumentata ulteriormente. Il brutto ricordo dell'inverno del 2011 è dietro le spalle ma il debole rendimento di Hansel and Gretel ha avuto qualche strascico e il fantasy-action non ha ancora toccato i cinquanta milioni nonostante la presenza di Jeremy Renner e di Gemma Arterton. Le buone notizie arrivano da Mama: l'horror con Jessica Chastain viaggia ormai verso un finale da ottanta milioni e ha prenotato un posto come il film di genere più ricco dell'anno. Il trionfo ai Golden Globe e l'imminenza degli Oscar hanno premiato nuovamente Argo e Ben Affleck è tornato nelle prime dieci posizioni dopo diciotto settimane: un ulteriore indizio di dove andranno a parare le scelte dell'Academy? Il prossimo week-end ha organizzato un duello tra A Good Day to Die Hard e il romance Safe Haven: il Valentine's Day di solito premia le scelte femminili e la sfiida dovrebbe essere segnata. La missione di Bruce Willis è quella di evitare il tracollo che ha colpito gli altri expendables: John Statham ha fallito con Parker, Sylvester Stallone è crollato con Bullet To the Head e nessuno si è interessato a The Last Stand e al rientro di Arnold Schwarzenegger. Il nuovo adattamento di Nicholas Sparks è stato affidato allo specialista Lasse Hallstrom: peserà l'assenza di Channing Tatum o Josh Duhamel riuscirà a non farlo rimpiangere?