César 2017: premi a Elle e Xavier Dolan, ecco tutti i vincitori

Sono stati consegnati ieri sera a Parigi i premi César, i cosiddetti Oscar francesi che, come ogni anno, si sono dimostrati i riconoscimenti più imprevedibili di questa stagione di celebrazioni. Sebbene infatti il riconoscimento come miglior film sia andato come da previsione a Elle di Paul Verhoeven, il vero vincitore della serata è stato Xavier Dolan con il suo E’ solo la fine del mondo. Il giovane regista canadese si è portato a casa il premio come miglior regista e miglior montatore ed ha fatto ottenere al suo attore Gaspard Ulliel l’ambito riconoscimento come miglior attore. La controparte femminile è andata invece a Isabelle Huppert che proverà ad avvicinarsi allo stesso risultato nella serata degli Oscar di domani sera. Grande sconfitto della serata è invece Frantz di François Ozon che su 11 nominations ha ottenuto solo il premio per la migliore fotografia curata da Pascal Marti. Questa la lista completa di tutte le assegnazioni:

Miglior Film: Elle

Miglior film straniero: Io, Daniel Blake di Ken Loach

Miglior lungometraggio d’animazione: La mia vita da zucchina di Claude Barras

Miglior regista: Xavier Dolan per È solo la fine del mondo

Miglior attrice: Isabelle Huppert per Elle

Miglior attore: Gaspard Ulliel per È solo la fine del mondo

Miglior attrice non protagonista: Déborah Lukumuena per Divines

Miglior attore non protagonista: James Thierrée per Mister Chocolat

Miglior attrice giovane: Oulaya Amamra per Divines

Miglior attore giovane: Niels Schneider per Diamant noir

Miglior sceneggiatura originale: Sólveig Anspach, Jean-Luc Gaget per L’effetto acquatico

Miglior sceneggiatura non originale: Céline Sciamma per La mia vita di zucchina

César d’Honneur: George Clooney

Miglior documentario: Merci, patron di François Ruffin

Miglior scenografia: Jérémie D. Lignol per Mister Chocolat

Miglior montaggio: Xavier Dolan per È solo la fine del mondo

Migliori costumi: Anaïs Romand per La danseuse

Migliori musiche: Ibrahim Maalouf per Dans les forets de Sibérie

Miglior opera prima: Divines di Houda Benyamina

Miglior fotografia: Pascal Marti per Frantz

Miglior suono: Marc Engels, Fred Demolder, Sylvain Réty, Jean-Paul Hurier per L’odyssée