FCE19 – I vincitori del Festival del Cinema Europeo

Si è conclusa la XIX edizione del Festival del Cinema Europeo svolto a Lecce, diretto da Alberto La Monica e dedicato quest’anno alla memoria della direttrice storica del Festival Cristina Soldano. Il festival è stato segnato dalla presenza di figure emblematiche del cinema italiano e europeo, come Michael Winterbottom, Kim Rossi Stuart, Jasmine Trinca e la regista Ungherese Ildikó Enyedi, tutti ospiti all’incontro. A  consegnare la IX edizione del Premio Mario Verdone, sono stati presenti i figli di Mario Verdone, Carlo, Luca e Silvia.

I premi assegnati da Virginia Panzera nella cerimonia di chiusura sono:

Concorso Ulivo d’Oro
“Premio Cristina Soldano al Miglior Film”: The Party’s over, di Marie Garel-Weiss (Francia, 2017)
– Premio per la Miglior Sceneggiatura: Stienette Bosklopper per Cobain (Olanda-Belgio-Germania, 2017) di Nanouk Leopold.
– Premio per la Miglior Fotografia: Marton Miklauzic per Yellow heat (Turchia, 2017) di Fikret Reyhan
 Premio Speciale della Giuria: Disappearance (Olanda-Norvegia, 2017) di Boudewijn Koole.

Premio Giuria FIPRESCI:
Scary mother (Georgia-Estonia, 2017) di Ana Urushadze.

Premio Miglior Attore Europeo SNGCI (Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani)
Goran Bogdan per Agape (Croazia, 2017) di Branko Schmidt.

Premio Cineuropa
The party’s over (Francia, 2017) di Marie Garel-Weiss.

Premio del pubblico
Disappearance di Boudewijn Koole (Olanda-Norvegia, 2017).

Premio Mario Verdone 2018
Roberto De Paolis per Cuori puri (Italia, 2017)
– Riconoscimento Speciale: Andrea De Sica per I figli della notte (2016).

Premio Emidio Greco
Denise di Rossella Inglese (2017)

Premio Centro Nazionale del Cortometraggio, Premio Augustus Color (giuria della sezione Puglia Show)
– Fine d’estate di Paolo Strippoli
– Menzione speciale: Piccole italiane di Letizia Lamartire

Premio Rai Cinema Channel
L’uomo proibito di Tiziano Russo

Premio Unisalento
Fine d’estate di Paolo Strippoli

Premio Agiscuola
The party’s over, di Marie Garel-Weiss.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *