Fuga da Reuma Park, di Aldo, Giovanni e Giacomo e Morgan Bertacca

Reuma Park è una strana casa di cura, dove gli anziani sono costretti a divertirsi. Si erge all’interno di un vecchio luna park abbandonato, con attrazioni ancora funzionanti e a disposizione degli ospiti. Il giorno della vigilia di Natale Aldo viene ricoverato a tradimento dai figli Salvatore e Valentino (breve apparizione di Ficarra e Picone) che dalla Sicilia viaggiano fino a Milano per abbandonare il vecchio padre. Qui, nell’insolito ospizio, Aldo rincontra i suoi vecchi compari, Giovanni e Giacomo, con i quali 30 anni prima formava il famoso trio comico. Insieme decidono di fuggire dal Reuma Park e da Ludmilla (Silvana Fallisi), la terribile infermiera taglia XXL.

Fuga da Reuma Park sembra essere un film nostalgico, e sicuramente celebrativo, dato l’anniversario dei 25 anni dalla formazione del trio. I tre comici si rincontrano e pieni di acciacchi rivivono e ritrovano i loro vecchi personaggi. Alla festa di Natale organizzata al Reuma, c’è Nico con i suoi parenti sardi che distribuiscono panettone e c’è Rolando, il riccio siciliano interpretato da Aldo. C’è anche un infermiere il cui volto ci è subito noto: è l’attore Giorgio Centamore, il caratterista un po’ sfortunato che in tutti i film del trio moriva nei modi più disparati.
Nella fuga precipitosa Aldo, Giovanni e Giacomo si dirigono verso la barca di Giovanni per solcare i Navigli e raggiungere Rio de Janeiro. Tutti i personaggi del passato gli vengono incontro. Sembra davvero non mancare nulla: ritroviamo i bulgari, il dio Pdor, Rezzonico, Gervasoni e il poliziotto Huber, addirittura gli animali del circo, il cammello Giovanni, lo struzzo Aldo e il gufo Giacomo. Nella casa degli orrori compare il Conte Dracula palermitano e Giacomo viene aggredito dalla gamba, il famoso Garpez  senza le unghie dei piedi.

fuga-da-reuma-park-01Tutti questi ricordi, i vecchi sketch così come le clip degli spettacoli inserite nel film, fanno solo sorridere lo spettatore, un sorriso dato dal ricordo del bel trio comico che fu. Reuma Park è uno strano miscuglio nostalgico di  visioni di un tempo andato, dove non c’è nulla di nuovo, se non si conta una sceneggiatura pressoché inesistente e a tratti grottesca (ma purtroppo mai fino in fondo). I personaggi di Aldo Giovanni e Giacomo, in realtà continuano a farci ridere,(come non sorridere davanti allo sketch della montagna, quello con le marmotte con le corna muschiate, che il povero Aldo non riesce mai a vedere?) ma questo non basta a sorreggere un film che quando si concentra sulla storia principale risulta stanco e si avvale di battute che non divertono.

D’altronde basti pensare a Tre uomini e una gamba. Anche lì sketch già noti al teatro venivano riproposti. Ma la storia raccontata era un incantevole road movie, divertente ma anche un po’ amaro, in linea con la bella tradizione italiana. Purtroppo negli anni Aldo Giovanni e Giacomo hanno perso la semplicità delle storie che accompagnavano i loro sketch, avvalendosi ora di intrecci assurdi che sembrano il più delle volte non necessari. Il nuovo che il trio ci propone non intrattiene più e al contempo tutto ciò che è passato lo si conosce fin troppo bene.

 

 

Regia: Aldo, Giovanni e Giacomo, Morgan Bertacca

Interpreti: Aldo, Giovanni e Giacomo, Silvana Fallisi

Distribuzione: Medusa Film

Durata: 90′

Origine: Italia 2016