Gaglianone, Comencini, Tullio Giordana, Magnani a #Locarno70

La settantesima edizione del Festival di Locarno (2-12 agosto) ribadisce la sua attenzione per il cinema italiano. Domenica 6 agosto Piazza Grande ospiterà la proiezione del nuovo film di Francesca Comencini, Amori che non sanno stare al mondo, tratto dall’omonimo romanzo della regista: una commedia dall’afflato ironico sul modo in cui le donne affrontano la fine di una relazione. Sempre in Piazza Grande, il 31 luglio, l’aficionado Marco Tullio Giordana, Pardo D’oro nell’80, presenterà il suo nuovo film per la tv Due soldati, storia di un piccolo centro nei pressi di Napoli tra delinquenza e desiderio di una vita normale.

Altri due nomi: Daniele Gaglianone, al Festival nella 61esima e 63sima edizione rispettivamente con Rata nece biti! (David al miglior documentario) e Pietro (2010). Questa volta Gaglianone ritorna con un corto fuori concorso, Granma, co-diretto da Alfie Nze: un viaggio attraverso la Nigeria per raccontare il problema dell’immigrazione con uno sguardo più internazionale. Ultimo del quartetto è Andrea Magnani che dopo cortometraggi e documentari giunge a Locarno con il suo primo film, Easy, in concorso nella sezione Cineasti del presente. Il film racconta la storia di Easy (Isidoro), un ex pilota costretto al divano di casa da obesità e relativa depressione, che ritroverà il volante grazie all’affermato fratello per un trasporto “eccezionale”: portare una bara dall’Italia a un piccolo villaggio nei Carpazi, in Ucraina.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *