LAVORI IN CORSO. Duccio Chiarini, Lambert/Cucinotta, Sergio Rubini, Gassman, The Boys

Sono iniziate a Roma le riprese de L’Ospite, secondo lungometraggio del regista Duccio Chiarini. Vicintore del Ciak d’oro come Miglior opera prima per la pellicola Short Skin: i dolori del giovane Edo, il film è stato presentato al Festival di Venezia nel 2014 e successivamente al Festival di Berlino nel 2015, ricevendo anche due candidature ai Nastri d’Argento.
Protagonista del film è Daniele Parisi. Al suo fianco Silvia D’Amico, Anna Bellato oltre a Milvia Marigliano, Sergio Pierattini, Daniele Natali e Guglielmo Favilla.
Chiarini insieme ai colleghi Davide Lantieri e Marco Pettenello è autore del soggetto che vede gli stessi prender mani con la sceneggiatura (finalista al Premio Solinas) tramite la collaborazione di Roan Johnson.

L’ospite racconta la fine della storia d’amore tra il trentottenne Guido (Parisi) e la trentatreenne Chiara (D’Amico) che, trovandosi inaspettatamente a scegliere se avere un figlio, prendono decisioni opposte che li porteranno a separarsi. Il film segue le fasi del loro allontanamento attraverso lo sguardo di Guido, che di fronte ai primi tentennamenti della fidanzata, nella speranza di farle cambiare idea, decide di lasciare la casa dove convivono da anni e di chiedere ospitalità sui divani delle persone a lui più care. Inizia così uno strano viaggio che lo porta presto a trovarsi testimone delle vicende altrui da un punto di vista nuovo, quello dell’ospite. In un momento di smarrimento, assalito da mille domande esistenziali, si trova a notare aspetti dell’intimità dei rapporti e delle vite delle persone a lui più vicine completamente nuovi. Proprio questo nuovo sguardo gli permetterà di accettare l’idea che a volte anche i grandi dolori possono dare la forza per un nuovo inizio.

Il film è una co-produzione Italia-Svizzera-Francia, prodotto da Tommaso Arrighi e co-prodotto da Michela Pini, Vincent Wang e Fred Bellaïche. Una produzione Mood Film con Rai Cinema, in co-produzione con Cinédokké e RSI Radiotelevisione svizzera per la Svizzera, e House on Fire per la Francia, e in associazione con Relief.
Il cantautore Brunori Sas scriverà un brano originale per il film, e vi prenderà parte interpretando un cameo.
——————————————————————————————————————-
Ci spostiamo di qualche km per arrivare a Frosinone, dove si stanno battendo i primi ciak per La voce del lupo, thriller drammatico con protagonisti Maria Grazia Cucinotta e Christopher Lambert.
Luogo noto per le sue leggende legate al mito dei licantropi, lo sceneggiatore Alessandro Riccardi ha affermato: “Il nostro intento è recuperare una forte tradizione della nostra terra e sfruttare le bellissime location che offre e abbiamo subito pensato ai licantropi. La Ciociaria è un set naturale per questo genere di film“.

Nico è un poliziotto violento, rientrato dopo anni nel suo paese per dare l’ultimo saluto allala voce del lupo_ciak madre Eleonora (Cucinotta), ammalatasi all’improvviso. Negli stessi giorni alcuni cadaveri vengono ritrovati nel bosco, messi in mostra come in un macabro monito. Eppure le tracce indicano che gli omicidi non sono stati compiuti da mano umana ma da un bestia enorme. La polizia è convinta che Nico sia connesso ai delitti, e lui stesso comincia ad avere dubbi su di sé perché si sente “cambiato”. Dopo aver rovistato in casa di Eleonora in cerca di qualche spiegazione, Nico scopre una terribile verità su suo padre. Grazie al Professor Moreau (Lambert), un vecchio conoscente di famiglia, Nico cercherà di entrare in contatto con la sua vera natura.

Diretto da Alberto Gelpi, al cast si uniscono Raniero Monaco Di Lapo, Marianna Di Martino, Elisabetta De Vito e Massimiliano Vado, per una produzione Vargo Film e GattoFilm.
——————————————————————————————————————-
Su un nuovo set anche Sergio Rubini che firma Il grande spirito, una commedia amara e imprevedibile sull’amicizia tra due perdenti che vede nei panni dei protagonisti lo stesso Rubini con Rocco Papaleo.

In un quartiere della periferia di Taranto, durante una rapina, uno dei tre complici, un cinquantenne dall’aria malmessa, Tonino detto Barboncino (Sergio Rubini) approfittando della distrazione degli altri due, ruba tutto il malloppo e scappa.
La sua corsa procede verso l’alto, di tetto in tetto fino a raggiungere la terrazza più sergiorubinielevata, per rifugiarsi in un vecchio lavatoio, dove trova uno strano individuo (Rocco Papaleo) dall’aspetto eccentrico: sostiene di chiamarsi Cervo Nero e di appartenere alla tribù dei Sioux.
Dal suo canto Tonino è sotto assedio: il quartiere è presidiato dai suoi inseguitori, gli angoli delle strade controllate.
In questa immobilità forzata, realizzando di essere completamente solo, a Tonino non rimane che un’unica disperata alternativa: allearsi con quello squilibrato che si comporta come un pellerossa e che, proprio perché guarda il mondo da un’altra prospettiva, potrà forse fornirgli la chiave per uscire dal vicolo cieco in cui è finito.

Prodotto da Domenico Procacci con Fandango e Rai Cinema, tra gli interpreti anche Bianca Guaccero e Ivana Lotito per una sceneggiatura di Carla Cavalluzzi, Angelo Pasquini, Sergio Rubini con soggetto a cura degli stessi con Diego De Silva.
——————————————————————————————————————-
In uscita il prossimo 6 dicembre, Il Premio, nuovo film di e con Alessandro Gassman, si anticipa al pubblico con un trailer.
Una commedia on the road che, girata tra Roma, l’Alto Adige e la Danimarca, vede protagonisti Gassman stesso accanto a Gigi Proietti con la partecipazione di Anna Foglietta, Rocco Papaleo, Matilda De Angelis, Marco Zitelli, Erica Blanc e Andrea Jonasson.

La storia è quella del viaggio compiuto da Giovanni Passamonte (Gigi Proietti), scrittore di fama mondiale, che vince il Nobel per la letteratura e visto che ha paura di volare, si fa accompagnare a Stoccolma dai figli Oreste (Gassmann), proprietario di una palestra e Lucrezia (Foglietta), nevrotica blogger, oltre che dal suo assistente (Papaleo). Strada facendo il gruppo farà molti incontri a sorpresa e le dinamiche della famiglia cambieranno.

IL TRAILER:

——————————————————————————————————————-
Una nuova produzione Amazon Prime Video vede protagonisti supereroi conosciuti come The Boys, nome che dà il titolo alla serie le cui riprese avranno luogo a partire dalla primavera del 2018.
Otto episodi diretti da Evan Goldberg e Seth Rogen, scritti e ideati dallo showrunner Eric Kripke, ci inoltreranno nel mondo di un gruppo di vigilanti, i The Boys, che operano per smascherare i supereroi corrotti, mossi da una grande determinazione e da una forte theboysvolontà di combattere l’oscuro che si cela dietro la loro notorietà.

In un panorama ricco di show dedicati ai supereroi, The Boys rappresenta l’evoluzione di questo genere così amato” ha affermato Sharon Tal Yguado, Head of Scripted Series, Amazon Studios. “Con Eric, Evan, Seth e Original Film, siamo molto entusiasti di adattare per la televisione questo famoso fumetto creato dalle menti visionarie di Garth Ennis e Darick Robertson, qui coproduttori esecutivi”.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *