LAVORI IN CORSO. Jodorowsky, Tilda Swinton, Rob Zombie, Soderbergh, Diritti

Nuovi progetti in vista per il grande regista Alejandro Jodorowsky, deciso a portare verso una degna conclusione la trilogia iniziata con La danza della realtà e Poesia senza fine nel prossimo lavoro dal titolo Viaje Essential che, a sua detta, potrebbe rivoluzionare il cinema stesso. Non solo, nei piani dell’artista, sempre attento alla propria libertà espressiva e lontano dalle logiche mainstream, vi è l’idea di un progetto che potrebbe prender vita proprio grazie al suo affezionatissimo pubblico attraverso una campagna di crowdfunding atta a finanziare il lavoro: Psychomagie, un art qui guérit mostrerebbe la pratica della psicomagia, tanto cara a Jodorowsky che ne segue le orme e gli studi da anni. Una cognizione che, al contrario della psicoanalisi addetta al racconto e alla parola, si presenta come terapia curativa attraverso atti fisici e materiali metaforizzanti il dolore nello sviluppo di un sistema risolutivo dei traumi psichici.
Una personalità eclettica che nella sua esistenza ha indagato svariati campi del mondo interiore nel favorire la risoluzione di un malessere esistenziale cosciente (o meno) nell’animo dell’uomo e che, ci auguriamo, possa affrontare nuovamente questo percorso donando rinnovata linfa al cinema e alla sua analisi.
Di seguito il video dove Jodorowsky stesso spiega dettagliatamente il proprio progetto, la cui campagna crowdfunding è stata lanciata sul sito Ulule:

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

——————————————————————————————————————-
La rivedremo presto nel remake di Suspiria a firma di Luca Guadagnino ma l’attrice Tilda Swinton, che vanta nelle sua carriera collaborazioni d’eccezione (Wes Anderson, Sally Potter, David Fincher, i Coen e Jarmusch), approderà il prossimo anno sull’inedito set del nuovo film del thailandese Apichatpong Weerasethakul, in quello che sarà il primo film del regista girato fuori dalla sua terra natale.
Le riprese di Memoria, titolo della pellicola, avranno luogo in Colombia e vedranno al centro della vicenda un’esplorazione della storia coloniale e di come la memoria collettiva possa portare alla paura.
Negli anni Settanta e Ottanta la Colombia era un posto molto violento, molto più di quanto non sia oggi” ha detto il regista “Potevi guidare e vedere il traffico bloccarsi senza un apparente motivo, e questo perché era scoppiata una bomba da qualche parte. Le persone immaginano le cose, e hanno paura. Il film parla proprio di questo, dell’aspettare qualcosa che non sai“.
——————————————————————————————————————-
Come confermato dal regista Rob Zombie tramite il suo profilo Instagram, sono ufficialmente iniziate le riprese del suo nuovo film dal titolo Three from hell, sequel de La casa del diavolo del 2005.
In questo atteso ritorno prenderanno parte anche Sheri Moon Zombie, Bill Moseley e Sid Haig nei loro precedenti ruoli, apportando un seguito alle dinamiche di follia omicida dello scorso film con risvolte che potrebbero prendere connotati soprannaturali.
Per il momento non è stata fissata una data di rilascio ma alcune indiscrezioni danno per certa una prossima uscita a fine anno o inizio del 2019.
——————————————————————————————————————-
La velocità con cui Steven Soderbergh si affaccia ad un progetto dopo l’altro ha quasi dello sconvolgente: se è pur vero che il suo rapporto con la tecnologia facilita il lavoro del regista (il prossimo Unsane, in uscita il 14 giugno, è stato girato con l’ausilio di solo tre iPhone) è altrettanto reale il bagaglio inesauribile di idee che abita la sua mente.
E’ infatti notizia di pochi giorni fa la fine delle riprese di High Flying Bird, film che vede protagonista André Holland (The Knick) e la cui produzione era stata annunciata solo da poche settimane. Oltre questo, il regista ha dichiarato che il primo montaggio è stato terminato in sole tre ore dalla fine delle riprese! A supporto di tale rapidità, ha spiegato Soderbergh, ci sarebbe il fatto che riprendere in digitale e con troupe leggere gli permette di girare e successivamente montare ogni singolo giorno di lavorazione.
E un ennesimo progetto è già in vista: si tratta del thriller Planet Kill, scritto da James Greer (già dietro Unsane) e da Scott Z. Burns di Contagion.
——————————————————————————————————————-
Inizieranno a maggio le riprese del nuovo film scritto e diretto da Giorgio Diritti (L’uomo che verrà) dal titolo Volevo nascondermi. Protagonista Elio Germano che, dopo Il giovane favoloso e The happy prince (in prossima uscita) torna nei panni di un grande artista, il pittore emiliano Antonio Ligabue.
Il film racconta l’intero percorso del pittore naif e immaginifico che dipingeva tigri, gorilla, leoni e giaguari vivendo negli sconfinati pioppeti delle golene del Po. Una vita di durezze che è allo stesso tempo una fiaba: la storia di un bambino solo ed emarginato che trovò nella pittura una forma di riscatto per esprimersi e farsi amare dal mondo.
Le straordinarie vicende che hanno caratterizzato la vita di Ligabue offrono un importante spunto di riflessione sul valore della ‘diversità’. Ogni persona ha una specificità preziosa che, al di là delle apparenze, può essere un dono per l’intera collettività.
Le riprese del film si svolgeranno prevalentemente nella provincia di Reggio Emilia e ripercorreranno i luoghi in cui il grande pittore emiliano trascorse gran parte della sua vita.