LAVORI IN CORSO. Spielberg, Tarantino, Ozpetek, Pet Sematary, Il Re Leone

Una prima immagine ufficiale per The Post, nuovo film diretto da Steven Spielberg in uscita nelle sale americane a partire dal prossimo 22 dicembre. Nel frame troviamo Tom Hanks (alla sua quinta collaborazione con il regista), Bradley Whitford, Corrie Coon e l’iconica Meryl Streep il cui nome si associa per la prima volta con quello di Steven Spielberg.
Il film racconta dello scandalo del 1971 nato dalla decisione del Washington Post, più precisamente del redattore Ben Bradlee (Hanks) e dell’editore Katharine Graham (Streep), di pubblicare i famosi Pentagon Papers. Scritti e rubati dall’analista militare Daniel Ellsberg, quei documenti dimostravano che l’amministrazione Johnson aveva mentito al Congresso riguardo l’impiego di truppe in Vietnam, e che in seguito l’amministrazione Nixon aveva in segreto incrementato l’impegno dell’esercito nel conflitto. “Tricky Dicky” (questo il soprannome di Nixon) cercò di fermare la pubblicazione dei documenti, e la battaglia per la libertà di stampa arrivò fino alla Corte Suprema, che si dichiarò in favore del Washington Post.
Uno spaccato della storia americana già affrontato nel 1976 con la pellicola diretta da Alan J. Pakula, Tutti gli uomini del presidente, che vinse ben quattro Oscar. Lo stesso The Post è considerato tra i favoriti per le prossime stagioni di premi.
Ricordiamo che al cast si aggiungono i nomi di Sarah Paulson, Bob Odenkirk, Matthew Rhys, Jesse Plemons, David Cross, Alison Brie, Bruce Greenwood, Tracy Letts, Michael Stuhlbarg e Zach Woods.
——————————————————————————————————————-
Arriva la conferma per l’attesa pellicola firmata Quentin Tarantino, al suo nono lungometraggio. Il regista avrebbe infatti dichiarato di aver ultimato la sceneggiatura del suo nuovo film incentrato sulla famiglia Manson, la setta del noto criminale e assassino Charles Manson.
Un lavoro le cui basi ricorderebbero molto lo stile di Pulp Fiction e che prevede di dare largo spazio alla figura di Sharon Tate, un ruolo per il quale sono in lizza le attrici Margot Robbie e Jennifer Lawrence. In trattativa per entrare nel cast anche Brad Pitt, per tarantinoquella che potrebbe essere la seconda collaborazione con il regista dopo Bastardi senza gloria.
Come per ogni lungometraggio che porta il nome di Tarantino le aspettative sono ben alte, soprattutto vista la portata del racconto che il regista si presta ad affrontare. Al momento le dinamiche produttive risultano problematiche data l’incidenza del caso Harvey Wenstein, il noto produttore coinvolto in innumerevoli denunce di molestie sessuali. Infatti questo sarà il primo film di Tarantino senza la Weinstein Company e la Miramax, per il quale è ancora in cerca di una nuova casa di produzione.
——————————————————————————————————————-
Il regista Ferzan Ozpetek sta per tornare nelle sale il prossimo 28 dicembre con Napoli velata, pellicola che ha da poco trovato online il suo primo e ‘misterioso’ teaser trailer.
Dopo Rosso Istanbul che vedeva il regista far ritorno nelle sue terre di origine, Ozpetek tenta di oltrepassare un varco fino ad ora per lui inesplorato in una Napoli che sembra voler dipingere con tratti struggenti e dall’ermetico velo.
Prodotto da Gianni Romoli (sceneggiatore insieme a Ozpetek) e Tilde Corsi e distribuito da Warner Bros. Pictures, Napoli velata incrocia, nella città partenopea, le vicende di un gruppo di personaggi, soffermandosi su una donna di nome Adriana travolta da un amore improvviso e un delitto violento.
Nel cast Alessandro Borghi, Giovanna Mezzogiorno, Anna Bonaiuto, Beppe Barra, Biagio Forestieri, Lina Sastri, Isabella Ferrari, Luisa Ranieri, Maria Pia Calzone, Carmine Recano.

TEASER TRAILER:

——————————————————————————————————————-
Un nuovo remake nel mondo romanzesco di Stephen King: dopo l’enorme successo della pellicola IT che sta ancora dominando nei box office, la Paramount ha deciso di riportare nelle sale un grande classico dello scrittore che vide la luce cinematografica nel 1989, Pet Sematary.
Diretto da Mary Lambert, il film viene ricordato (oltre che per l’omonimo singolo dei Ramones) come un adattamento abbastanza fedele del romanzo pur non toccando l’impronta iconica del Pennywise interpretato da Tim Curry che tutt’oggi tiene banco nel dibattito con la nuova pellicola dedicata.
A sorprendere è stata sicuramente la scelta dei registi incaricati per questo nuovo franchise della serie King: Kevin Kolsch e Dennis Widmyer. Nomi del tutto sconosciuti al panorama mainstream e noti solo nel circuito indipendente dell’horror americano. Certo un enorme passo per i due, dal low budget ad un blockbuster per una delle case di produzione più importanti di Hollywood. Riusciranno a cavarsela?

Questa la trama del precedente film: Il giovane Louis Creed, nominato medico di una scuola in un piccolo centro del Maine, si trasferisce con la moglie Rachel e due bambini psEllie e Gage in una villetta in campagna, situata ai margini di una strada statale, percorsa giorno e notte da grossi camion. Vittime di questo pericoloso traffico sono in genere animali, come cani e gatti, che vengono facilmente travolti, e per i quali i bambini hanno creato un piccolo cimitero particolare .”Pet Sematary”. L’amatissimo gatto di Ellie, Church, muore ben presto in uno di questi incidenti e, per evitare un grosso dolore alla bambina, che è momentaneamente lontana da casa, il vecchio vicino Jud Crandall consiglia Louis di seppellirlo in un luogo impervio e sinistro, non lontano, dove si trova un antico cimitero indiano, che ha la prerogativa di far rivivere chi vi viene sepolto. Così, infatti, Church torna vivo, ma tramutato in un diabolico gatto zombi. Sempre per un investimento muore poi uno studente della scuola di Louis, che egli tenta invano di salvare e che diventa lo spettro buono della sua famiglia. Successivamente, Gage, il bambino più piccolo dei Creed, mentre gioca felice con un aquilone sulla strada viene travolto e ucciso da un camion. Il padre, che non è riuscito a raggiungerlo per salvarlo, si sente colpevole della sua morte, e non si rassegna alla perdita, come riesce invece a fare Rachel, che si reca con Ellie a Chicago presso i propri genitori. Rimasto solo, Louis, disseppellito di notte il figlio, va a sotterrarlo nel cimitero indiano e subito Gage diventa uno zombi, feroce e spietato, che massacra col bisturi, rubato dalla valigetta medica di Creed, prima il vecchio Jud, poi la sua stessa mamma, appena tornata a casa, e infine ferisce gravemente il padre, ha già scoperto gli assassinii da lui commessi, e, inorridito, lo fa morire definitivamente con una iniezione letale. In ultimo Creed seppellisce la moglie nel cimitero indiano, ma Rachel, tornata a vivere, lo raggiunge e, mentre lo abbraccia, lo uccide con un coltello da cucina.
——————————————————————————————————————-
Ufficializzato il cast del live-action Disney Il Re Leone, diretto da Jon Favreau (Il libro della giungla, Iron Man). A prendere parte al film in uscita nel luglio 2019 saranno, tra gli altri, Beyoncé Knowles (Nala), Donald Glover (Simba), James Earl Jones (Mufasa), Chiwetel Ejiofor (Scar), Alfre Woodard (Sarabi) e Seth Rogen (Pumbaa).
Prodotto da Favreau con Jeffrey Silver e Karen Gilchrist, la sceneggiatura è affidata a Jeff Nathason sulla base dell’originale del 1994. Il premiato team di artisti che daranno vita alla savana africana e ai suoi abitanti animali include il supervisore degli effetti visivi Rob Legato, che ha ideato le scenografie virtuali di Avatar ed è stato premiato con tre Oscar per il suo lavoro su Il libro della giungla, Hugo e Titanic.
A curare la colonna sonora sarà Hans Zimmer, già vincitore dell’Oscar per il classico animato originale.
Jon Favreau ci porta nella savana africana dove nasce un futuro re. Simba idolatra suo padre, re Mufasa, e prende a cuore il proprio destino reale. Ma non tutti nel regno festeggiano l’arrivo del nuovo cucciolo. Scar, fratello di Mufasa ed ex erede al trono, ha piani diversi. La battaglia per la “Rupe dei Re” è devastata dal tradimento, dalla tragedia e dal dramma e ciò porterà all’esilio di Simba. Con l’aiuto di una curiosa coppia di nuovi amici, Simba dovrà capire come crescere e riprendere ciò che gli spetta.