LIBRI DI CINEMA – "Storyboard"




 Storyboard


Andrea Balzola – Riccardo Pesce
Dino Audino Editore
Finito di stampare nel mese di novembre 2009
pagine 176 – euro 18.00

Come nasce visivamente il film? Quale fase di lavorazione esiste tra la sceneggiatura e le riprese vere e proprie?

Col fumetto e il laboratorio Disney inizia lo studio di ogni singola scena sul foglio di carta appeso in sequenza sulla parete per comprendere l’esatta successione della narrazione filmica e si arriva i nostri giorni in cui il connubio grapich novel-cinema si sta rivelando sempre più forte e esplorato. Il “fumetto” quindi come elemento che ritorna nella storia dello storyboard a cui Balzola e Pesce, a quattro mani, dedicano un agile e ricco volumetto molto utile per comprendere come si costruisce il film che è al contempo analisi storica ed evolutiva di uno strumento che è ultima tappa prima del set, ma anche manuale pratico per chi si vuole approcciare al mondo della produzione filmica sia a livello di cortometraggi che di lunghi.

Una prima metà del libro è cronaca con esempi visivi di grandi registi alle prese con lo storyboard: impossibile ad esempio non pensare  alla celebre sequenza di Psycho con l’assassinio della doccia, breve ma indimenticabile momento che senza un accurato studio delle singole scene  su fogli di carta non si sarebbe potuto realizzare; così come la messa in scena di A.I. di Spielberg grazie alle accurate tavole di storyboard fatte preparare da Stanley Kubrick al fumettista ed illustratore inglese Christopher Baker; per poi citare 300, esempio perfetto di come fumetto e cinema siano così vicini e indispensabili l’uno all’altro.

Non solo cinema, però, ma anche pubblicità e videogiochi trovano spazio in Storyboard con analisi precise e comprensibili a chiunque che mettono in evidenza una sorta di schema comune fatto di un tot di tavole utili sia a convincere il produttore ma anche lo spettatore-compratore/giocatore.

La seconda metà è invece dedicata a consigli sugli stili da utilizzare nella preparazione dello storyboard, sulle parti da rendere più definite, sul modo di realizzare un personaggio soprattutto a livello visivo mantenendo una certa coerenza, sui software più comuni utili per avere una rappresentazione virtuale di ogni scena e i nomi delle varie inquadrature.

Balzola e Pesce riescono nel difficile compito di scrivere un libro che si adatta davvero a tutti, dal lettore/cineasta esperto al principiante che si avvicina per interesse o passione al cinema e la divisione in due macroparti permette davvero a questo libro di porsi come essenziale ad ogni livello.

Dino Audino Editore continua a produrre utili e brevi manuali di cinema che coprono tutte le fasi di realizzazione con intelligenza ed essenzialità, dalla scrittura del soggetto alle riprese.

 

INDICE:

 

Introduzione p.9

PARTE PRIMA – Breve storia dello storyboard. Genealogia e applicazioni p. 13

Capitolo primo: La preistoria p. 14

Capitolo secondo: L’invenzione dello storyboard per il cinema d’animazione p. 25

Capitolo terzo: L’affermazione dello storyboard negli Studios degli anni ’30 p. 39

Capitolo quarto: Lo storyboard nel cinema. Alcuni esempi emblematici p. 43

Capitolo quinto: Lo storyboard in Italia: tra pubblicità, fumetto seriale e cinema p. 77

Capitolo sesto: Lo storyboard in Giappone: dai Manga agli Anime p.93

Capitolo settimo: Lo storyboard multimediale p. 97

PARTE SECONDA – Generi, funzioni e obbiettivi dello storyboard p. 113

Capitolo ottavo: Tipologie e funzioni dello storyboard p. 114

PARTE TERZA – Metodi e tecniche dello storyboard p. 129

Capitolo nono: Il progetto p. 130

Capitolo decimo: I personaggi p. 141

Capitolo undicesimo: Gli Ambienti p. 145

Capitolo dodicesimo: Le inquadrature p. 148

Capitolo tredicesimo: Sviluppo operativo p. 159

Capitolo quattordicesimo: Verifica finale p. 167

Bibliografia p. 174

 

3 commenti

  • [url=http://www.emoryhillel.org/products.html/]michael kors outlet online[/url] from the Boston area . Then tie colors , deep black size-fits- all , nothing new. Out of the blue , Ralph Lauren (Ralph Lauren) to win the chance to design tie .He earnedbold innovations for tie appearance , not really just increased in width twice bedroom a lot bright and colorful , additionally, he raised usually twice , the outcome is
    [url=http://www.arkansasauctioneers.org/michaelkors.html/]cheap michael kors u

  •  Ok, je suis allé sur un tangente illinois … retour aux phénoménal.  Entreprises utilisent are generally treatment environnant les processus clinique handset s dépistage à des bout l’ordre de couverture d’assurance difficile l’examen du bien-être de leurs travailleurs. Vérification de la santé mais aussi bien-être delaware leurs employés se trouve rrtre premier élément fondamental à garder votre coût élevé en el politique d’assurance sous contrôle. United nations autre avan

  • Kevin Whisitt truly prevalent writer following a style of well topics and even needs end complex areas to boot very easy [url=http://www.collioureproperty.com/images/dpe/]ralph lauren homme[/url] to notice mouth. Discover more on the subject of Kevin show results along with the natural cures will often boost b [url=http://www.tombolinimotor.com/images/]hogan online shop[/url] ealth of the kidneys in visiting . For instance Judaism marital relationship couldn’t fill out an application main betwe