Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro: aprono le sezioni per la 53a edzione

Dal 17 al 24 Giugno prenderà il via la 53a Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro che, come da manifesto delle ultime edizioni, prosegue il suo lavoro di ricerca sull’idea del nuovo cinema, quello maggiormente legato alle forme più innovative del linguaggio cinematografico contemporaneo selezionate dal comitato composto da Bruno Torri (presidente), Pedro Armocida, Laura Buffoni, Mauro Santini, Boris Sollazzo e Gianmarco Torri. Per questa operazione volta alla novità sono aperte da oggi le iscrizioni per le due selezioni che più guardano al presente e al futuro del cinema. La prima è quella tradizionale del Concorso Internazionale Pesaro Nuovo Cinema – Premio Lino Miccichè dedicato esclusivamente a opere prime o seconde con otto titoli in anteprima italiana (nel 2016 tre erano in anteprima mondiale e uno in anteprima europea). A scegliere il miglior film sarà una giuria composta dagli studenti provenienti dalle università e scuole di cinema che avranno come tutor d’eccezione Roberto Andò. La seconda è la novità introdotta nella scorsa edizione, SATELLITE–Visioni per il cinema futuro. Un’intera sezione dedicata al cinema italiano che per formato, e di conseguenza per logiche distributive, non trova spazio nel circuito tradizionale, anche dei festival. In questo modo si intende promuovere il cinema ha difficoltà di essere visto in sala.

Con la pubblicazione dei bandi sono state anche annunciate alcune anticipazioni di questa nuova edizione. Il film d’apertura di quest’anno sarà Il laureato (The Graduate) per omaggiare il 50esimo anniversario dall’uscita, mentre continuerà la rassegna iniziata la scorsa edizione di Cristofilm. Cinema che pensa al cinema a cura di Adriano Aprà, sui film sul cinema ossia i critofilm o film essay, un vero e proprio genere con i suoi sottogeneri che diventa anche pratica di un nuovo modo di fare critica servendosi di uno strumento omologo a quello dell’oggetto di cui si parla. Ci sarà inoltre anche lo spazio per omaggiare la storia con un’iniziativa interamente dedicata a Roberto Rossellini per i 40 anni dalla morte.

Per comprendere meglio il lavoro che la manifestazione sta portando avanti in questi anni giovedì 2 febbraio a Roma al Cinema Trevi del Centro Sperimentale di Cinematografia-Cineteca nazionale, sarà proposta una selezione della sezione “SATELLITE–Visioni per il cinema futuro” della 52a edizione, aspettando le proposte del 2017.