Nihon Eiga. Storia del cinema giapponese dal 1945 al 1969 – (a cura di) Enrico Azzano, Raffaele Meale

 

Nihon Eiga. Storia del cinema giapponese dal 1945 al 1969

Curato da: Enrico Azzano, Raffaele Meale; prefazione di Roberto Silvestri

Editore: Csf Edizioni

Data di Pubblicazione: 2012

Pagine: 224

Formato: illustrato, brossura

Prezzo: € 17.00

ORDINA QUI

 

I curatori:

Enrico Azzano. Nato a Rovereto, è laureato in Storia e Critica del Cinema presso L’Università La Sapienza di Roma, con una tesi su Hayao Miyazaki. Ha collaborato con diverse riviste cartacee e online, e ha fondato nel 2008 la rivista CineClandestino.it. Ha curato il volume e la rassegna Nihon Eiga – Storia del cinema giapponese dal 1970 al 2010; con Andrea Fontana e Andrea tarò ha curato il volume Satoshi Kon – Il cinema attraverso lo specchio e ha partecipato a opere collettanee su Shinya Tsukamoto, Sidney Lumet e M. Night Shyamalan.

Raffaele Meale. Nato a Roma, si è laureato in Storia e Critica del Cinema al DAMS dell’Università di RomaTre. Collabora con diverse riviste cartacee e online, tra le quali Blow Up e Close-Up, e nel 2008 ha fondato nel 2008 la rivista CineClandestino.it. Oltre a curare il volume e la rassegna Nihon Eiga – Storia del cinema giapponese dal 1970 al 2010, ha partecipato a diverse opere collettanee, scrivendo tra gli altri di Shinya Tsukamoto, Satoshi Kon, Alberto Grifi e Carlo Lizzani.


INDICE

Prefazione
di Roberto Silvestri

Premessa
di Enrico Azzano e Raffaele Meale

PROFILO STORICO

Gli anni del dopoguerra (1945-1951)
Raffaele Meale

La (ri)costruzione di un impero
Enrico Azzano

Gli anni Cinquanta
Maria Roberta Novelli

Le vie del samurai
Stefano Coccia

Gli anni Sessanta
Martteo Boscarol

L’Art Theatre Guild
Matteo Boscarol

I REGISTI

Kenji Mizoguchi
Francesco Crispino

Yasujirō Ozu
Enrico Carocci

Mikio Naruse
Dario Tomasi

Nobuo Nakagawa
Roberto Castrogiovanni

Akira Kurosawa
Federico Ercole

Keisuke Kinoshita
Raffaele Meale

Kon Ichikawa
Stefano Coccia

Ishirō Honda
Stefano Coccia

Kaneto Shindō
Daria Pomponio

Masaki Kobayashi
Raffaele Meale

Teruo Ishii
Alessandro Aniballi

Yasuzō Masumura
Enrico Azzano

Taiji Yabushita
Enrico Azzano

Yoshishige Yoshida
Luca Cechet Sansoè

Masahiro Shinoda
Raffaele Meale

Susumu hani
Matteo Boscarol

Hiroshi Teshigahara
Enrico Azzano

Toshio Matsumoto
Matteo Boscarol

FILM

Rashomon

Carmen torna a casa

Vita di O-haru, donna galante

Una tragedia giapponese

Acque torbide

I sette samurai

Il mio primo amore

La stagione del sole

Conflagrazione/La fiamma del tormemto

Il diario di Sueko/Il secondo fratello

L’sola nuda

Porci, geishe e marinai

Harakiri

Gli stretti della fame

La donna di sabbia

Ayako

Appendice
Bibliografia
Note biografiche

LA QUARTA DI COPERTINA

A distanza di un anno o poco più dall’esperienza di “Nihon Eiga – Storia del Cinema Giapponese” dal 1970 al 2010, ci è sembrato doveroso proseguire nel viaggio all’interno dell’universo della Settima Arte a Tokyo e dintorni. Un percorso a ritroso che ci ha condotti in un periodo storico a dir poco cruciale per le sorti del Giappone moderno e democratico. Assumere infatti come coordinate di partenza e di arrivo il 1945 e il 1969 non è solo un modo per dare continuità al progetto, ma equivale a scrutare il cinema giapponese da un punto di vista politico e sociale ben definito. Dallo scoppio delle bombe atomiche su Hiroshima e Nagasaki alle grandi proteste di piazza che scossero la nazione a cavallo del 1968, “Nihon Eiga – Storia del Cinema Giapponese dal 1945 al 1969″ permetterà al lettore di (ri)scoprire il cinema dei grandi maestri, come Kenji Mizoguchi, YasujirM Ozu, Mikio Naruse e Akira Kurosawa, e di appassionarsi all’afflato popolare di autori di culto quali Seijun Suzuki, IshirM Honda, Teruo Ishii e Nobuo Nakagawa. Senza per questo dimenticare gli sperimentatori dell’Art Theatre Guild, i registi di punta della “nuberu bagu”, i primi vagiti dell’industria degli anime. Un viaggio lungo quasi venticinque anni che attraverso il cinema racconta anche la ricostruzione di una terra distrutta dalla barbarie bellica e la sua progressiva scalata ai vertici dell’economia mondiale.