OSCAR 2013: "Argo" dentro tutte le note del musical

jennifer lawrence con bradley cooper in Il lato positivoLe vere poche emozioni arrivano dal musical. E bisogna ringraziare il capitano Kirk dall'Enterprise di Star Trek che ha fatto subito cambiare rotta a Seth McFarlane dopo averlo definito "il peggior presentatore di Oscar". Ed è una danza impressionante , di suoni anche minimi che generano un'enorme che caratterizza il miglior film di questa 85° edizione, Argo di Ben Affleck, uno dei grandi capolavori di quest'anno. Forse era annunciato, ma è certo che questo riconoscimento come quello per la miglior sceneggiatura non originale a Chris Terrio e il montaggio a William Goldenberg segnano idealmente proprio questa magnifica fusione di scrittura da una storia vera e ritmo.

Ritorna il musical, con Les Misérables. Uno dei momenti più emozionanti della serata è stato con l'entrata in scena prima di Hugh Jackman, poi Anne Hathaway e di seguito Amanda Seyfried, Eddie Redmayne, Samantha Barks che cantano. Seguiti poi Russell Crowe, Helena Bonham Carter e Sacha Baron Cohen. Meglio questo squarcio che tutto il film di Tom Hooper. E torna il nostro personale rimpianto: chissà se ci fosse stato Baz Luhrmann a dirigere questo film.

Altre vibrazioni. Adele con la prima esibizione live dopo un anno di stop del brano Skyfall con cui ha vinto la statuetta per la miglior canzone originale, il ritorno di Barbra Streisand dopo 36 anni sulle note di The Way We Were celebre motivo di Come eravamo (1973) di Sydney Pollack con cui coglie l'occasione per ricordare il compositore Marvin Hamlish, scomparso il 6 agosto di quest'anno a 68 anni.

Momenti più divertenti: Nicole Kidman parla in modo divertito di Django Unchained ma Tarantino non ride per niente. Jennifer Lawrence sorpresa per l'Oscar per Il lato positivo che inciampa prima di salire sul palco. L'arrivo del suo Ted con Mark Wahlberg.

christoph waltz ritira la statuetta per Django UnchainedLa più annoiata. Kristen Stewart, forse non aveva digerito il Razziew come peggiore attrice per Biancaneve e il cacciatore.

Rimpianti. La mancata regia a Steven Spielberg per Lincoln. Sarebbe stata la terza statuetta, se la meritava tutta.

Si richiude l'edizione sul musical. Per provare a dare brio a uno spettacolo un po' sottotono, malgrado Seth McFarlane.

 

I PREMI DEGLI 85° ACADEMY AWARDS:

Miglior film: Argo di Ben Affleck

Miglior regia: Ang Lee per Vita di Pi

Miglior attore protagonista: Daniel Day-Lewis per Lincoln

Miglior attrice protagonista: Jennifer Lawrence per Il lato positivo

Miglior attore non protagonista: Christoph Waltz per Django Unchained

Miglior attrice non protagonista: Anne Hathaway per Les Misérables

Miglior film d'animazione: Ribelle. The Brave di Mark Andrews e Brenda Chapman

Miglior film straniero: Amour di Michael Haneke

Miglior sceneggiatura non originale: Chris Terrio per Argo

Miglior sceneggiatura originale: Quentin Tarantino per Django Unchained

Miglior colonna sonora originale: Mychael Danna per Vita di Pi

Miglior canzone originale: Adele per Skyfall

Miglior montaggio: William Goldenberg per Argo

Miglior scenografia: Jim Erickson, Rick Carter per Lincoln

Miglior trucco: Lisa Westcott, Julie Dartnell per Les Misérables

Miglior fotografia: Claudio Miranda per Vita di Pi

Migliori costumi: Jacqueline Durran per Anna Karenina

Miglior montaggio sonoro: Paul Ottoson (Zero Dark Thirty) Per Hallberg e Karen M. Baker (Skyfall)

Migliori effetti visivi: Bill Westenhofer, Guillaume Rocheron, Erik-Jan De Boer e Donald R. Elliott per Vita di Pi

Miglior documentario: Searching for Sugar Man di Malik Bendjelloul e Simon Chinn

Miglior cortometraggio documentario: Inocente di Sean Fine e Andrea Nix Fine

Miglior cortometraggio d'animazione: Paperman di John Kahrs

Miglior cortometraggio: Curfew di Shawn Christensen