SCRIVERE E GIRARE UN CORTOMETRAGGIO manuale per filmmakers, di Demetrio Salvi – Edizioni Sentieri selvaggi

Demetrio Salvi

SCRIVERE E GIRARE UN CORTOMETRAGGIO

manuale per filmmakers

Edizioni Sentieri selvaggi

Collana I libri di Sentieri selvaggi n. 02 – Aprile 2005

192 pagg formato 15,5 cm  x 21 cm

prezzo € 16.50

ORDINA QUI

ESAURITO

 

 

L’autore:
Demetrio Salvi. Napoli, 1961. Regista, documentarista e critico cinematografico, dirige i corsi di sceneggiatura e regia e coordina i laboratori di scrittura della Scuola di Cinema Sentieri selvaggi di Roma. Ha pubblicato monografie su David Lynch, Massimo Troisi, John Belushi (Sorbini editore), il manuale Scrivere e girare un cortometraggio (Edizioni Sentieri selvaggi) e il romanzo I giornaletti sporchi (Città del sole).

Argomenti del libro:

scrivere una sceneggiatura – le macchine necessarie: videocamere, lampade, microfoni, etc. – principi di fotografia – organizzare le riprese – la regia – il montaggio – bibliografie ragionate e siti utili.


INDICE

 

Prefazione

Il romanzo del film-maker

di Federico Chiacchiari

 

Premessa: in attesa del viaggio

0.1 Fare un cortometraggio                                                    

0.2 Perché girare un cortometraggio                           

0.3 Un po’ di storia: il boom del cortometraggio                     

 

PARTE PRIMA. Scrivere un cortometraggio

 

CAPITOLO 1 – Il mondo dei racconti per immagini

1.1  L’inizio del viaggio

 

Qualche testo per iniziare

 

CAPITOLO 2 - Dall’idea alla sceneggiatura (allo storyboard)

2.1 Idea                                                                     

2.2 Idea/tema/argomento/genere                                

2.3 Come farsi venire un’idea                                     

2.4 Soggetto di massima                                                        

2.5 Scaletta di massima                                                          

2.6 Soggetto definitivo e scaletta definitiva                  

2.7 Trattamento e biografie                                                    

2.8 Sceneggiatura: all’americana, all’italiana, alla francese

2.9 Storyboard           

                                                          

CAPITOLO 3 - Elementi notevoli: struttura, personaggio, dialogo

3.1 Tempo e spazio                                                               

3.2 Struttura in tre atti                                     

3.3 Il primo atto                                                         

3.4 Il secondo atto                                                     

3.5 Il subplot                                                             

3.6 Il conflitto                                                            

3.7 Progressione drammatica                                     

3.8 Il terzo atto                                                                      

3.9 Quarto atto (e oltre)?                                           

3.10 Il teaser                                                             

3.11 The point                                                           

3.12 Indizi                                                                 

3.13 Il personaggio: simpatia ed empatia                     

3.14 Il personaggio e i suoi problemi               

3.15 Il personaggio: motivazione e scopo                    

3.16 Importanza dei personaggi secondari                  

3.17 Problemi di struttura e problemi nei personaggi

 

Le funzioni dei personaggi

 

3.18 Il dialogo: funzioni del dialogo                             

3.19 Il dialogo: poco più che un decalogo                   

3.20 Dialogo/stile: un esempio originale                       

3.21 Altri elementi: ambienti, musiche, suoni, colori

               

Un testo “a parte”: Story di Robert McKee

 

CAPITOLO 4Specificità della sceneggiatura per cortometraggi: struttura, personaggi, dialogo, altro

4.1 Il protocollo                                                         

4.2 Struttura                                                              

4.3 Il cortometraggio narrativo                                   

4.4 Il cortometraggio lirico                                         

4.5 Personaggi                                                           

4.6 Dialogo 

4.7 Dettagli e concertazione

                                              

Bibliografia ragionata

Siti e link

PARTE SECONDA. Girare un cortometraggio

 

CAPITOLO 1 – Produzione

                       

CAPITOLO 2 - Cose di cui avete bisogno: le macchine per una messinscena “minima” ma perfetta

2.1 La telecamera: formati, pixel, lux e ccd      

2.2 La telecamera: il funzionamento     

2.3 Ottiche e focali                 

2.4 Messa a fuoco

2.5 Diaframmi e tempi di esposizione                          

2.6 Fare il bianco                               

2.7 Il guadagno                                                          

2.8 Sul linguaggio cine-televisivo: un breve approfondimento

2.9 Le quattro valenze del segno

2.10 Il cavalletto                     

2.11 Le luci                                        

2.12 I microfoni                                                                     

2.13 Cavi, prese e prolunghe                                                 

                                                                      

CAPITOLO 3 – Organizzare una troupe di fortuna: presenze indispensabili

3.1 L’operatore

3.2 Il direttore della fotografia

3.3 Il tecnico del suono

3.4 Segretaria di edizione, aiuto regista

3.5 Produzione/organizzazione

3.6 Truccatrice

3.7 Backstage e foto di scena

3.8 Attori: professionisti/non professionisti       

           

CAPITOLO 4 – Organizzare le riprese: piano di lavoro e spoglio della sceneggiatura                                    

4.1 Contatti, permessi e autorizzazioni             

4.2 Liberatorie                                                                       

4.3 Le riprese

 

Testi di riferimento

                                                                      

PARTE TERZA. Postproduzione

 

CAPITOLO 1 – Un altro percorso

1.1  Protocollo di postproduzione        

           

CAPITOLO 2 - Lavorare con il montatore                

2.1 Principi di montaggio

 

Errori in fase di montaggio

                                  

2.2 Il montaggio digitale

 

Manuali

                                                         

APPENDICE - il progetto Fuori di Qui

La sceneggiatura                                                        

Cast and credits

Scuole di cinema                                                              

Ringraziamenti

 

IL RETRO DI COPERTINA
Ciò che trovo interessante è che, pur avendo tra le mani un testo sostanzialmente tecnico, si ha l’impressione di stare leggendo un’opera di narrativa. Proveniente dalla critica cinematografica, Demetrio Salvi ha approfondito, negli anni, anche gli aspetti tecnici del fare cinema, girando documentari, soprattutto etnografici, e svariati corti e mediometraggi. Ma a questo ha aggiunto il piacere che gli dà il suo mestiere “preferito”, quello dell’insegnante. Tutte cose che ritroverete puntualmente nel libro e gli permettono di essere leggero eppure completo. Somiglia quasi a una guida turistica: più che raffreddare le notizie nella loro asettica scientificità, più che crogiolarsi nei tecnicismi, questo manuale vi accompagna alla scoperta di un mondo come farebbe un amico esperto, qualcuno che non solo vi fa vedere i monumenti di una città ma vi fa conoscere anche quelle osterie dov’è bello intrattenersi la sera, vi fa vedere quello che una guida compassata non vi mostrerebbe mai. Il tono, colloquiale e informale è tipico dalla saggistica americana: un manuale capace di trasmettere informazioni essenziali anche a coloro che sono completamente digiuni di competenze tecniche. Insomma un libro “complessivo”, capace di fornire informazioni di base ma complete su tutto il procedimento del “fare cinema”.

(dalla prefazione “Il romanzo del filmmaker” di Federico Chiacchiari)