SS MAGAZINE Sentieri Selvaggi Magazine n. 25 – 2/2017

Free Download

Puoi scaricare gratuitamente il numero QUI

Per una migliore lettura consigliamo le seguenti applicazioni:
su iPad/iPhone, aprire il PDF da IBook
su Android, aprire il pdf da Aldiko
su Pc/Notebook aprire il pdf da Adobe reader X

 

Sommario del numero

EDITORIALE
Lettere, di carlo valeri
FURORE
Dal classico al Futuro, di simone emiliani

Strepitoso terzo spin-off della saga con un condensato di tutto il cinema del regista. Che guarda verso il futuro, ma gira come se fosse ancora negli anni ’90

Logan, Wick e Kong. Tra rabbia e memoria, di pietro masciullo

Il cinema mainstream americano (si) racconta ancora con semplicità disarmante,
ammettendo che qualcosa sta cambiando, che una guerra per la sopravvivenza
è in atto, che bisogna combatterla mutando nel profondo ma cercando di restare
sempre se stessi

Vivo, morto o X, di sergio sozzo

Il grande film di Mangold porta con sé le suggestioni più potenti che la
Berlinale ha lasciato a sedimentare, e sopra a ogni altra cosa un senso
disperato e rigenerante della rabbia, della thymós

L’urlo, di leonardo lardieri

Il senso profondo, la fonte e l’ispirazione di tutto il cinema, è che la
vita non finisce per sempre. L’essere umano contempla la dimensione
duplice del temporale e dell’eterno

La rabbia non basta. Conversazione con Raul Peck, a cura di sergio sozzo, aldo spiniello, pasquale pirisi

Abbatti il futuro, di aldo spiniello

All’estremo opposto della rabbia c’è la paura, la radice del “potere bianco”, secondo Baldwin. Che senso ha questa paura oggi? E come si fa a superarla? Per tornare alla rivolta di un “furore dolce”…

LOVE

Don’t believe in modern love, di emanuele di porto

Nella lista delle venti commedie romantiche più ricche degli ultimi trentacinque
anni ci sono solo quattro film dell’ultimo decennio. È la crisi irreversibile di uno
dei generi più classici di Hollywood? Cosa sta cambiando dal punto di vista produttivo,
economico e creativo?

Ritratti: Gli ultimi romantici, a cura di simone emiliani

In ordine rigorosamente alfabetico, una carrellata tra gli autori della commedia romantica degli ultimi due decenni. Per una guida parziale del genere

I sentimenti al tempo di Love, di martina ponziani

Forse la descrizione più complessa e contemporanea delle ambiguità
sociali e culturali che compongono le relazioni amorose dei nostri giorni
proviene dalle doppia stagione della serie Tv ideata da Judd Apatow
e targata Netflix

Quando la commedia diventa troppo…seria, di carlo valeri

Musical, film di denuncia, produzioni indipendenti e storie di fantascienza:
sotto la classificazione di commedia Hollywood negli ultimi
anni sta mettendo dentro un po’ di tutto, lasciando le briciole e la serialità
alle “vere” storie d’amore
FACES/FACE OFF
R. LaGravenese. Nothing trash is about romance, di francesca bea

Non c’è nulla di speciale o unico nei personaggi di LaGravenese, solo
un arcipelago di figure pienamente reali nella loro ordinarietà. Il suo
cinema, fatto di sentimenti e corpi in contatto, ha la forza del vissuto

Le Lame. Dolore e sentimento, di carlo valeri

L’arma bianca. Nei film è quasi sempre una promessa di morte. È uno
strumento di violenza. Ma che può far emergere le ferite interne, persino
l’amore

INTERVISTE
Film Commission: Verso L’Europa. Conversazione con Stefania Ippoliti, a cura di simone emiliani

RUBRICHE
Radio Raheem #2, di sergio sozzo
Shadows

Thief

 

 

Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *