Tecniche di videointervista e inchiesta con la telecamera – Gabriele Coassin

 

Gabriele Coassin

Tecniche di videointervista e inchiesta con la telecamera

Fausto Lupetti Editore

Dati: 2010, pp. 204

Prezzo: € 15.00

ORDINA QUI

 

L’autore:
Gabriele Coassin studia Analisi economica e sociale del territorio allo IUAV, laureandosi con lode con tesi su “Video e città”. E’ stato operatore cinematografico RAI, quindi autore e produttore indipendente nei settori ambientale-naturalistico, politiche giovanili socio-sanitarie, arte e artigianato, videoclip per musei e per convegni scientifici. Ha realizzato vari cortometraggi premiati in festival nazionali e internazionali, trasmessi anche all’estero. Dal 2000 è docente di varie materie sulla realizzazione filmica creativa, mass media, illuminotecnica e documentario sull’arte: Università di Udine; ZELIG, Scuola Internazionale di Cinema, Televisione e Nuovi Media a Bolzano, Università di Pisa, Architettura e Accademia di Belle arti a Venezia.


INDICE

PARTE PRIMA
Risorse e Organizzazione Tecnica
PARTE SECONDA
La Videoinchiesta
PARTE TERZA
Videointervista, Suggerimenti e Testimonianze
Proiezione e Presentazione: Indicazioni Tecnico-Operative

Appendice

Piccolo Glossario Tecnico e Approfondimenti In Ordine Alfabetico

Privacy e Liberatorie d’Uso

Bibliografia

“In molti corsi di cinema – regia, ripresa, montaggio, documentario ma anche critica… – torna comodo utilizzare la ripresa quale territorio d’esercitazione per chi, alle prime armi, debba impostare una messa in scena minima ma significativa.
Senza smentire questo assioma, Gabriele Coassin, saggiamente, ci porta a riflettere su di un genere tutt’altro che scontato.
E lo fa a modo suo, con quella chiarezza e immediatezza che nasce da una competenza larga e abbondante, che spazia tranquillamente in molti dei settori del fare cinema e del fare televisione.D’altra parte il suo stile era venuto fuori chiaramente in altro suo manuale, quello sulla ripresa, che troverete citato quale altro testo di riferimento: qui conferma le stesse strategie narrative, a testimonianza di un volontà (e abilità) didattica che emerge continuamente: il percorso esibito si avvicina al racconto di un esperto che è al nostro fianco e che ci accompagna a scoprire linguaggi e mezzi senza dare nulla per scontato, utilizzando esempi e riferimenti immediati e comodi (anche lì, senza la paura di rimandare ad altri manuali, ad approfondimenti possibili che è necessario fare altrove).

Il titolo, quello sì, gli sta un po’ stretto perché questo manuale, esaurendo il tema, riesce giustamente a richiamare argomenti fondamentali per chiunque voglia fare dell’audiovisivo la propria attività o il proprio campo d’interesse.
In tale ottica, questo libro diventa un prezioso strumento anche quale testo di regia generale e utilissimo agli operatori, ai montatori, ai documentaristi, ai giornalisti e a tutti coloro che utilizzano l’intervista quale veicolo per creare storie, per narrare realtà.

Proporre regole “di riferimento”, anticipare possibili errori, dare consigli pratici, immediatamente utilizzabili, richiamare gli eventuali aspetti legali senza negarsi la possibilità di analizzare in modo chiaro e convincente l’argomento “attrezzature” e senza nascondere costi e marche che un bravo e serio professionista sa anche consigliare, assumendosi tutte le responsabilità del caso: tutto questo significa rispondere alle possibili domande e anticipare le perplessità di possibili allievi, di eventuali appassionati.

E tutto questo è ottenuto facendo aleggiare dappertutto una buona qualità di scrittura, talvolta ironica, mai noiosa, che è principio fondamentale per garantire la trasmissione di saperi in modo efficace, definitivamente utile per chi si appresti a studiare tecniche e linguaggi. E’ una scommessa  per nulla pacifica. Ma per scoprire se Coassin sia stato in grado di vincerla, basta sfogliare qualche pagina, leggere qualche riga…”

Demetrio Salvi