Terry Gilliam della Mancha

Terry Gilliam e don Chisciotte

Nel 2000 il regista statunitense iniziò in una zona deserta a nord di Madrid le riprese del film The Man Who Killed Don Quixote con Jean Rochefort (L’uomo del treno) e Johnny Depp (Sweeney Todd, Nemico pubblico, l’ultimo film di Michael Mann). Il progetto fu sospeso dopo pochi giorni per vari motivi, come i problemi di salute di cui soffriva l’attore francese Rochefort, che lo costrinsero a ripartire subito per Parigi, o il nubifragio che si abbatté sul set, rovinandone le attrezzature e cambiando il volto della location spagnola scelta per gli esterni. Quei pochi disastrosi giorni vissuti sul set sono stati raccontati nel documentario Lost in La Mancha, realizzato da Keith Fulton e Louise Pepe.

Da allora di acqua sotto i ponti ne è passata e con essa sono arrivati I fratelli Grimm e l’incantevole strega, il bellissimo Tideland – Il mondo capovolto, Parnassus – L’uomo che voleva ingannare il diavolo, visto all’ultimo Festival di Cannes, ed è in cantiere Zero Theorem, prodotto da Richard Zanuck e interpretato da Billy Bob Thorton (Babbo bastardo), eppure Terry Gilliam non ha mai dimenticato il cavaliere folle di Cervantes. E a distanza di quasi dieci anni insieme al produttore Jeremy Thomas (premio Oscar per L’ultimo imperatore di Bernardo Bertolucci) è riuscito a far ripartire la pre-produzione del film…