The ecstasy of Wilko Johnson: Julien Temple per #SentieriSelvaggi30

“Fondamentalmente ho fatto questo film stando sdraiato con la testa appoggiata al cuscino, in uno stato tra il sonno e la veglia, in una camera da letto con un soffitto molto alto che permetteva ai miei pensieri di librarsi liberamente facendo associazioni. Dopo lunghe conversazioni con Wilko, ripercorrevo quanto ci eravamo detti lasciando che le immagini che mi tornavano in mente interagissero tra di loro”, racconta Julien Temple spiegando come ha assemblato “molti brani di film classici che raccontano le sensazioni e le emozioni delle persone” per raccontare la vita del frontman dei Dr Feelgood, Wilko Johnson, a cui aveva già dedicato il meraviglioso Oil City Confidential. “Naturalmente”, sottolinea Temple, “si tratta di opere molto surreali, poetiche, fantasiose, frutto del lavoro di maestri dell’immaginario cinematografico”.

Ed è per questo motivo che The ecstasy of Wilko Johnson, visto in Italia al Torino Film Festival 2015, ci è sembrato il film perfetto per iniziare a festeggiare giovedì prossimo i 30 anni di Sentieri Selvaggi, nata il 1 aprile 1988, con un regista legato a filo doppio con la filosofia del punk e del riciclo dell’immaginario che fu ispirazione importante per lo spirito “selvaggio” sin dai primi numeri della fanzine. 
La proiezione del documentario di Julien Temple, in versione originale sottotitolata in italiano, è a INGRESSO GRATUITO con introduzione critica, in collaborazione con il circolo Zavattini di Reggio Calabria, che lo ha presentato in questa versione a novembre 2017 per il ciclo Le forme della memoria.

#SentieriSelvaggi30 – The ecstasy of Wilko Johnson, di Julien Temple
versione originale con sottotitoli in italiano
giovedì 5 aprile 2018, h 20
Sentieri Selvaggi, via Carlo Botta 19 a Roma
INGRESSO GRATUITO