Torso: da David Fincher a David Lowery

Ha esordito alla regia con Aint' them Bodies Saints, storia d'amore alla Bonnie & Clyde ambientata negli anni settanta e interpretata da Casey Affleck e Rooney Mara, in anteprima al 36° Sundance Film Festival (dove ha conquistato il premio per la miglior fotografia) e accolto a Cannes 66 come proiezione speciale.

Torso: da David Fincher a David LoweryOra David Lowery, volto tuttofare già conosciuto nel cinema indipendente, montatore di Sun don't Shine e Upstream Color, cosceneggiatore di Pit Stop, regista di Piooner, si prepara a lavorare su un progetto che ha interessato per anni David Fincher: un film ispirato a Torso, graphic novel scritto da Brian Michael Bendis (Daredevil, Alias, Ultimate Spiderman) e illustrata da Marc Andreyko: storia del serial killer americano noto anche come Il Macellaio di Cleveland.

Nelle intenzioni di Fincher, il film, basato su una decostruzione del mito di Eliot Ness – agente federale che incastrò Al Capone e che si occupò del caso Torso negli anni 30) avrebbe dovuto essere per forza in bianco e nero. Questa scelta artistica, considerata troppo rischiosa, unita al budget richiesto, troppo alto, avrebbe fatto crollare il progetto. Nel cast erano già stati fatti i nomi di Matt Damon, Rachel McAdams, Casey Affleck e Gary Oldman.

Ora Lowery si occuperebbe di regia e script, rimaneggiando la versione già realizzata da Ehren Kruger (The Ring, Arlington Road, I fratelli Grimm e l'incantevole strega). The Hollywood Reporter segnala che  il film sarà una coproduzione tra Circle of Confusion (The Walking Dead) e la società indipendente di Lowery, la Sailor Bear. (m.p.)