14/9/2001 – Apocalisse USA: cambiano le strategie delle major

Gli attentati dei giorni scorsi hanno avuto un riflesso anche sui piani di produzione e di marketing degli studios hollywoodiani

Dopo gli atti terroristici di martedì, i principali studios hollywoodiani hanno deciso di rivoluzionare le strategie di lancio dei film attualmente in procinto di uscire sul circuito statunitense. Una portavoce della Dreamworks ha comunicato che il trailer del film "The Last Castle", in uscita il 12 ottobre, verrà modificato poiché contiene l'immagine di una bandiera americana a mezz'asta, poco consona allo stato di prostrazione in cui versa attualmente l'intero paese. Il nuovo trailer sarà invece centrato sulle due star di questo film d'azione, Robert Redford e James Gandolfini. Di diversa natura il problema della Warner Bros che ha deciso di posticipare l'uscita dei film "Hearts in Atlantis", con Anthony Hopkins, e "Training day", da poco presentato a Venezia dai protagonisti Denzel Washington e Ethan Hawke, a causa dell'impossibilità di acquistare spazi pubblicitari in tv, poiché l'intero palinsesto statunitense è stato piegato alle esigenze delle dirette dai luoghi degli attentati. La Columbia Pictures e la Amblin di Steven Spielberg hanno infine stabilito che il finale del sequel di "Men in Black", ambientato originariamente nel World Trade Center, verrà riscritto e rigirato dal regista Barry Sonnenfeld. L'uscita del film è prevista per il luglio del 2002 e vedrà di nuovo Tommy Lee Jones e Will Smith nel ruolo dei due protagonisti.

--------------------------------------------------------------------
Torna il BLACK FRIDAY di SENTIERI SELVAGGI


-----------------------------------------------------
------------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21ST #7