15/3/2002 – A Fuori orario "Kinski il mio amico più caro", di Werner Herzog

FUORI ORARIO cose (mai) viste
di Ghezzi Di Pace Francia Fumarola Giorgini Luciani Melani Turigliatto e Bendoni
presenta:
LA LENTEZZA DELLA LUCE:
HISTOIRES (DU CINEMA)

Si conclude l’appuntamento con le notti di F.O. sul “cinema visto dagli occhi di chi fa il cinema”, LA LENTEZZA DELLA LUCE: HISTOIRES (DU CINEMA), una sorta di rassegna sulle cinematografie nazionali, una visione caleidoscopica sul panorama del cinema mondiale.

Venerdi 15 la notte si apre con Meliès, IL RAID PARIGI-MONTECARLO (1905) bianco&nero virato. Tutte prime visioni a cui fanno seguito un film neozelandese curato dall’attore regista Sam Neill come un road movie, poi, un documentario indiano e uno australiano della serie “THE CENTURY OF CINEMA”, sui primi 100 anni di immagini su grande schermo, prodotti da Colin Mc Babe e Bob Last, in associazione con il Museum of Modern Art di New York e la partecipazione della Pinewood Foundation. Ultimo film della notte TIPICALLY BRITISH, sempre della stessa serie, elegante e arguta replica da parte di Stephen Frears a ciò che Truffaut diceva sul cinema britannico (<cinema e britannico sembrano incompatibili>). Frears mostra come il Regno Unito abbia prodotto la sua parte di cineasti e film degni di nota. Inserti di cinema e conversazioni con i registi britannici che come Frears hanno lavorato oltre oceano (Michael Apted, Alan Parker, Gavin Lambert), il loro passato comune, il rapporto amore-odio con Hollywood.

La notte di Sabato 16, è dedicata a Martin Scorsese e presenterà 3 film: Fuori Orario, del 1985, La battaglia di Elderbush Gush (I visione TV, muto con cartelli sottotitolati), di David Wark Griffith e il Personal Journey di Scorsese nel cinema americano (in 3 parti), celebrazione del cinema in tutti i suoi generi e potenzialità.

Domenica 17, ultimo capitolo con due film: Kinski il mio amico più caro, (I visione TV) di Werner Herzog, la celebrazione dell’amicizia tra il regista e l’attore Klaus Kinski, un viaggio tra memorie e testimonianze di cinema e vita; Nitrato d’argento di Marco Ferreri, il suo ultimo film, saluto/omaggio al cinema, ‘controstoria’ dal punto di vista dello spettatore nel centenario della prima proiezione cinematografica.

Venerdì 15 marzo 2002 dalle ore 1.20 alle 7.00

LA LENTEZZA DELLA LUCE:
HISTOIRES (DU CINEMA)
con i film:

Il Raid Parigi-Montecarlo Prima visione TV
(Francia, 1905, colore virato, 10’)
Regia: Georges Meliès
Le rocambolesche avventure di un’automobile che attraversa l’intera nazione francese.

Il Cinema del Disagio Prima visione TV
(Cinema of Unease, Nuova Zelanda, 1995, col. e b/n, 52’52”)
Regia: Sam Neill
Costruito come un roadmovie, il film parte dall’assenza di immagini cinematografiche della Nuova Zelanda nell’infanzia di Sam Neill. Prima del 1977 v’era soltanto una piccola produzione documentaristica da parte del National Film Unit, rivolta alla costruzione idealizzata della Nuova Zelanda come “terra di Dio”. A sostenere la sua esplorazione della moderna cultura cinematografica neozelandese, una serie di percezioni: la sua popolazione relativamente ridotta, l’influsso delle popolazioni Maori e il non trascurabile senso d’isolamento del resto del mondo.

And the Show Goes On Prima Visione TV
(Lo spettacolo deve proseguire, India, 1995, col. e b/n, 55’)
Regia: Mrinal Sen
Il documentario prodotto nell’ambito della serie THE CENTURY OF CINEMA dedicato alla storia del cinema indiano.

40000 Anni di Sogni Prima visione TV
(40000 Years of Dreaming, Australia, 1995, col. e b/n, 68’01”)
Regia: George Miller
Il documentario prodotto nell’ambito della serie THE CENTURY OF CINEMA dedicato alla storia del cinema australiano.

Typically British
Un’interpretazione molto personale del Cinema Inglese
(UK, 1995, col. e b/n, 53’01”) Prima visione TV
Regia: Stephen Frears
Il documentario prodotto nell’ambito della serie THE CENTURY OF CINEMA dedicato alla storia del cinema britannico.

Sabato 16 marzo 2002 dalle ore 1.15 alle 8.00

LA LENTEZZA DELLA LUCE:
HISTOIRES (DU CINEMA)
(Martin Scorsese)
con i film:

Fuori Orario
(After Hours, Usa, 1985, col., 93’01”)
Regia: Martin Scorsese; con: Griffin Dunne, Rosanna Arquette, Verna Bloom, Cheech Marin, John Heard, Will Patton, Bronson Pinchot, Catherine O’Hara, Rockets Redglare.
Un tranquillo tecnico di computer, Paul Hackett, è trascinato da una serie di coincidenze a vivere un’odissea notturna dentro una frenetica e sconcertante New York popolata di artisi e scultrici, cameriere e taxisti, punk, ladri e suicidi.

The Battle at Elderbush Gulch Prima visione TV
(La battaglia di Elderbush Gulch, USA, b/n, 1914, 29’)
Regia: David Wark Griffith
con: Lillian Gish, Mae Marsh, Robert Harron, Blanche Sweet, Lionel Barrymore
Due sorelle arrivano in un villaggio di pionieri all’alba degli Stati Uniti d’America. Le loro bambole vengono rubate dagli Indiani e per questo incidente ha inizio la battaglia rivolta alle tribù di Elderbush Gulch.

A Personal Journey
with Martin Scorsese through American Movies
(Un viaggio nel cinema americano, USA, 1995, col. e b/n, 227’)
Regia: Martin Scorsese
Un viaggio genuinamente personale, lontano dai sentieri abitualmente battuti dalla critica ortodossa. In collaborazione con Michael Henry Wilson, Martin Scorsese ricorda che ogni tipo di film ha avuto forti influenze su di lui: non soltanto dunque i prestigiosi titoli delle majors e dei grandi registi, ma anche sconosciuti B-movies e generi considerati inferiori. Avvalendosi dell’apporto della montatrice Thelma Schoonmaker, del musicista Elmer Bernstein, del regista di titoli di testa Saul Bass, Scorsese celebra in questo film il cinema stesso: i film che hanno fatto pieno uso del loro potenziale.

Domenica 17 marzo 2002 dalle ore 1.10 alle 6.00

LA LENTEZZA DELLA LUCE:
HISTOIRES (DU CINEMA)
con i film:

Kinski il mio amico piu’ caro Prima Visione TV
(My Best Fiend, Germania, 1999, col, 95’)
Regia: Werner Herzog
Il racconto dell’impetuosa e leggendaria amicizia tra due giganti dell’eccesso cinematografico: Klaus Kinski e Werner Herzog attraverso le memorie dei film che li hanno visti insieme e le testimonianze dei loro collaboratori.

Nitrato d’argento
(Italia 1996, col, 85’)
Regia: Marco Ferreri
con Iaia Forte, Sabrina La Loggia
Una controstoria del cinema (realizzata nel centenario della prima proiezione cinematografica) dal punto di vista degli spettatori, costruita sull’alternanza di spezzoni di film e scenette in sala.