15/4/2004 – David di Donatello: vince "La meglio gioventù"


In una cerimonia che ha visto interrompersi la diretta televisiva per via delle notizie drammatiche che giungevano dall'Iraq, La meglio gioventù ha fatto incetta di premi ai David di Donatello 2004. Miglior film, regista (Marco Tullio Giordana), sceneggiatura, produzione, montatore e fonico di presa diretta. Penelope Cruz e Sergio Castellitto hanno invece vinto tra gli attori per la loro interpretazione in Non ti muovere. Solo un premio, per il Migliore attore non protagonista a Roberto Herlitzka, per Buongiorno, notte di Marco Bellocchio. Se pensate che i "grandi elettori" dei David hanno scelto Le invasioni barbariche di Denys Arcand come miglior film straniero della stagione, basta questo a dare idea dei gusti dei nostri addetti ai lavori del cinema… Per fortuna Benigni ha potuto consegnare il premio alla carriera al "grande sognatore" Steven Spielberg.


 


 

TUTTI I PREMI DEL DAVID 2004


 


Miglior film
La meglio gioventù
di Marco Tullio Giordana

Migliore regista
Marco Tullio Giordana La meglio gioventù

Migliore regista esordiente
Salvatore Mereu Ballo a tre passi

Migliore sceneggiatura
Sandro Petraglia, Stefano Rulli La meglio gioventù

Migliore produttore
Angelo Barbagallo per BiBi Film e RaiCinema per La meglio gioventù

Migliore attrice protagonista
Penelope Cruz Non ti muovere

Migliore attore protagonista
Sergio Castellitto Non ti muovere

Migliore attrice non protagonista
Margherita Buy Caterina va in città

Migliore attore non protagonista
Roberto Herlitzka Buongiorno, notte

Migliore direttore della fotografia
Italo Petriccione Io non ho paura

Migliore musicista
Banda Osiris Primo amore

Migliore scenografo
Luigi Marchione Cantando dietro i paraventi

Migliore costumista
Francesca Sartori Cantando dietro i paraventi

Migliore montatore
Roberto Missiroli La meglio gioventù

Migliore fonico di presa diretta
Fulgenzio Ceccon La meglio gioventù

Migliori effetti speciali visivi
Ubik Visual Effects – Boss Film Cantando dietro i paraventi

Miglior film dell'Unione europea
Ex aequo a Dogville di Lars von Trier (Medusa) e Rosenstrasse di Margarethe von Trotta (01)

Miglior film straniero
Le invasioni barbariche
di Denys Arcand (Bim)

Miglior documentario di lungometraggio
Guerra
di Pippo Delbono

Miglior cortometraggio


Ex aequo a Sole di Michele Carrillo e Zinanà di Pippo Mezzapesa

David Giovani
Io non ho paura
Gabriele Salvatores

Premio Piemonte Torino Olimpica
Cantando dietro i paraventi Ermanno Olmi