15° Festival del Cinema Europeo di Lecce

Dal 28 aprile al 3 maggio, torna Il Festival del Cinema Europeo di Lecce, giunto quest’anno alla sua 15esima edizione.

Presso il palazzo della regione Puglia si è svolta la conferenza stampa di presentazione in cui sono intervenuti, tra gli altri, l’assessore Silvia Godelli, la presidente dell’Apulia Film Commission Antonella Gaeta, il direttore Alberto La Monica, il direttore del Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma Marcello Foti e Luca Verdone.

L’edizione di quest’anno è incredibilmente ricca. Il concorso dei lungometraggi vede la presenza di 10 film europei che saranno sottoposti ad una Giuria Internazionale che assegnerà, tra gli altri premi, l’Ulivo d’Oro al Miglior Film. Tra i film in Concorso: Zázrak / Miracle di Juraj Lehotsky, September di Penny Panayotopoulou, Macondo di Sudabeh Mortezai, Mon Âme Par Toi Guérie / One Of A Kind di François Dupeyron, Betoniyö / Concrete Night di Pirjo Honkasalo, Zimniy Put / Winter Journey di Lubov Lvova & Sergey Taramaev, Bobo di Ines Oliveira, Brev Til Kongen / Letter To The King di Hisham Zaman, Hayatboyu / Lifelong di Asli Özge , Brma Paemnebi / Blind Dates di Levan Koguashvili.

Come di consueto si terrà un focus su grandi interpreti del cinema italiano ed europeo. Per quanto riguarda il nostro paese l’omaggio è riservato a Claudia Cardinale (di cui sarà mostrato anche il provino fatto per l’ammissione al Centro Sperimentale), grande interprete che ha collaborato con registi come Luchino Visconti, Federico Fellini, Luigi Comencini, Sergio Leone, Valerio Zurlini. All'attrice sarà dedicata una rassegna dei film che maggiormente ne hanno segnato la carriera e una mostra di fotografie che ne ripercorre il percorso.

 

Il focus sui protagonisti del cinema europeo è riservato quest’anno a Marco Belloccio, al quale è dedicato una rassegna che mostrerà l’opera integrale, e a Danis Tanovi?, regista bosniaco vincitore nel 2001 con No Man's Land dell’Oscar e del Golden Globe per il Miglior Film Straniero.

Sarà presentata anche una mostra che raccoglie dipinti, disegni e frammenti di storyboard eseguiti da Marco Bellocchio nell'arco della sua carriera.

Tra le altre iniziative è previsto un omaggio a Mario Bava, curato da Massimo Causo e Davide Di Giorgio, in occasione del centesimo anniversario della sua nascita. L'Omaggio prevede una rassegna di alcuni dei lavori più significativi dell'autore e un incontro sulla sua figura artistica. Inoltre in collaborazione con la Mediateca Regionale Pugliese e con la Biblioteca Provinciale di Foggia sarà organizzata una mostra di manifesti originali del cinema di Bava che proporrà una ampia selezione di manifesti, locandine e “foto busta” originali dei film di Mario Bava.

 

Per quanto riguarda i premi assegnati ai giovani, Luca Verdone ha annunciato i tre finalisti che concorrono al premio Mario Verdone, giunto alla quinta edizione, assegnato ad un giovane autore che si sia particolarmente contraddistinto nel panorama cinematografico italiano con un’opera prima o seconda uscita in sala nell’ultima stagione. I tre finalisti sono Ciro De Caro per Spaghetti Story, Fabio Mollo per Il Sud È Niente, Matteo Oleotto per Zoran, il mio nipote scemo.

Sarà assegnato anche il premio Emidio Greco, giunto alla seconda edizione, con l’intento di premiare un giovane autore italiano (massimo 30 anni) per il suo talento nella realizzazione di un cortometraggio.

 

Per quanto riguarda il percorso iniziato nelle scorse edizioni teso ad approfondire la conoscenza della cinematografia dei Paesi dell'Area Euromediterranea, l’edizione di quest’anno propone uno sguardo sulla storia e sul presente del Cinema Palestinese. La rassegna, curata da Monica Maurer, proporrà 18 opere testimoni della società palestinese scossa  dal conflitto con il mondo arabo, con i temi della violenza e della guerra, la sfera della sessualità e la condizione della donna, i rapporti tra religione e laicità dello Stato. Partendo dal La memoria fertile di Michel Khleifi, la rassegna proporrà opere realizzate da autori palestinesi come Elia Suleiman, Rashid Mashrawi, Hani Abu Asad, Mohammad Bakri, Tawfik Abu Wael e altri.

Inoltre sarà presentata a Lecce la VII edizione del Premio LUX assegnato dal Parlamento Europeo (Miele di Valeria Golino, Alabama Monroe – Una Storia D'amore di Felix van Groeningen, The Selfish Giant di Clio Bernard).

Grande spazio è riservato al documentario con le sezioni “Cinema & Realtà”, “Il Festival nel Carcere”, (per cui sarà presentato in anteprima nazionale assoluta Sbarre, un film documentario realizzato dal Centro Sperimentale di Cinematografia nell'ambito di un laboratorio didattico curato da Daniele Segre con gli allievi del secondo anno dei corsi di regia, sceneggiatura, suono e montaggio), "Ancora Cinema e Industria", "Viva il Primo Maggio".

Sarà dedicata una vetrina al Centro Sperimentale di Cinematografia, in cui saranno proposti alcuni cortometraggi realizzati dagli allievi del Scuola Nazionale di Cinema; Puglia Show mostrerà i lavori in gara in un concorso di cortometraggi per giovani registi pugliesi.

A cura di Marco Giusti si terrà una tavola rotonda dal titolo “Gli stati generali della commedia italiana” è sarà dedicato un tributo ad Arnoldo Foà.

Oltre a tutto questo, il festival sarà protagonista di tantissimi altri eventi collaterali, tra cui una mostra fotografica per Pier Paolo Pasolini

Per tutte le informazioni: http://www.festivaldelcinemaeuropeo.com/2014/