20,000 Days on Earth: un "antidocumentario" su Nick Cave

20,000 Days on Earth: un antidocumentario su Nick Cave

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

----------------------------------------------------------------

 

Un docu-drama con Nick Cave come protagonista: 20,000 Days on Earth, diretto da Iain Forsyth e Jane Pollard, coppia britannica di artisti visuali, al lavoro insieme fin dalla metà degli anni '90.

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

---------------------------------------------------------------

Non sarà un documentario tradizionale, promettono i registi: lo scopo è mostrare un giorno (in parte reale, in parte romanzato) nella sua vita: l'idea viene da un testo mai utilizzato per una canzone, in cui Cave viveva esattamente il 20.000° giorno di vita dal momento in cui aveva iniziato il lavoro sul nuovo disco. Sono nate così alcune situazioni quotidiane, intime, sulle quali Cave ha improvvisato: dalla scrittura nel suo ufficio a una sessione di terapia presso uno psicoanalista, da un pranzo con il violinista Warren Ellis a una proiezione di Scarface che si gode insieme ai figli dodicenni Arthur e Earl, mangiando pane tostato.

Nick Cave e Kylie Minogue in una scena di 20,000 Days on EarthAlla guida dell'automobile con cui si aggira tra questi momenti, c'è lo stesso Cave: "la macchina è un luogo di elaborazione di fantasie e pensieri, che si materializzano nella forma di persone che hanno giocato un ruolo importante nella mia vita" racconta. Sono presenti nel cast Kylie Minogue (con Cave nel leggendario duetto di Where the Wild Roses Grow) e Ray Winstone (attore in La proposta di John Hillcoat, per cui Cave ha scritto la sceneggiatura, Hugo Cabret, Noah).

Non è la prima volta che Forsyth e Pollard collaborano con un musicista (Scott Walker per l'installazione sonora Bish Bosch: Ambisonic) o lavorano sulla sua leggenda, come in The Smiths is dead (1997), A Rock 'n' Roll Suicide del 1998, ricostruzione del celebre concerto d'addio di David Bowie alla figura di Ziggy Stardust, o File under Sacred Music (2003) rielaborazione del concerto che i Cramps tennero nel 1978 presso il Napa Mental Institute in California).

Con lo stesso Re Inchiostro, i due artisti hanno già lavorato a diversi progetti, tra cui la regia del video per Dig, Lazarus Dig!!! e una versione in audiobook e in 3D di The Death of Bunny Munro, ultimo romanzo di Cave (che tra l'altro, dovrebbe diventare un film, interpretato da  Ray Winstone e forse diretto proprio dall'amico e storico complice John Hillcoat).

Nick Cave - 20,000 Days on Earth: documentario di Iain Forsyth e Jane PollardNel dettagliato report pubblicato sul Guardian scopriamo che Forstyh e Pollard hanno tenuto segreta la lavorazione perchè non avevano un'idea precisadi come si sarebbe sviluppata l'idea iniziale. Sapevano solo che sarebbe stato un documentario non convenzionale.
"Quasi tutti i documentari sulla musica contemporanea sembrano voler a tutti i costi togliere una maschera, rivelare qualcosa. A noi invece non interessava distruggere la mitologia che circonda l'artista". 
Piuttosto, i modelli dichiarati sono One Plus One (1968) di Jean-Luc Godard poi rimaneggiato e distribuito in una versione non riconosciuta dal maestro francese come Sympathy for the Devil, e The Song Remains the Same (1976) dei Led Zeppelin.

"Potremmo chiamarlo il bizzarro fallimento di un film. Ma la sua stranezza è brillante, la sua ambizione è epica. C'è una specie di unità, o almeno  una spinta, la voglia di creare un nuovo linguaggio per definire la musica rock o le rockstar" dichiara Forstyh. La premessa indispensabile è stata la fiducia totale e incondizionata di Nick Cave e la sua totale apertura al progetto. "Sono estremamente riluttante a venire filmato" dice il musicista australiano "ma mi fidavo di Iain abbastanza da dare loro accesso completo al mio studio".

Nick Cave con  Iain Forsyth e Jane Pollard - 20,000 Days on EarthNick Cave ha voluto come regista del video di We No Who U R, primo singolo del nuovo album uscito quest'anno,  Push The Sky Away, il regista francese Gaspar Noé. Le riprese di 20,000 Days on Earth – prodotto da Pulse Films e JW Films con il supporto di Film4, BFI e Corniche Pictures – sono partite proprio durante la registrazione del disco.

20,000 Days on Earth sarà rilasciato nel 2014; intanto, si possono seguire gli aggiornamenti sul sito ufficiale.

Nella nostra gallery, le prime foto dal documentario.

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

---------------------------------------------------------------