22/11/2004 – Torino saluta la 22ma edizione

Ecco tutti, tutti i premi…

Si è conclusa la 22ma edizione del Torino FilmFestival. Quello che segue è l'elenco completo di tutti i premi assegnati:

--------------------------------------------------------------------
Torna il BLACK FRIDAY di SENTIERI SELVAGGI


-----------------------------------------------------

CONCORSO INTERNAZIONALE LUNGOMETRAGGI
La Giuria del Concorso Internazionale Lungometraggi del 22° Torino Film Festival composta da
João Botelho (Portogallo), Roberto De Francesco (Italia), Babak Payami (Iran), Kelly Reichardt (Usa), Jia Zhangke (Cina) assegna i seguenti Premi:

---------------------------------------------------------------------
RIFF AWARDS 2020

---------------------------------------------------------------------

Miglior film (Euro 20.500) a:
LOS MUERTOS
di Lisandro Alonso (Argentina, 2004, 35mm, 78')


Premio Speciale della Giuria a:
INU NEKO / THE CAT LEAVES HOME
di Nami Iguchi (Giappone, 2004, 35mm, 94')


Premio per la Migliore Regia a:
L'ESQUIVE
di Abdellatif Kechiche (tit. it.: La schivata, Francia, 2003, 35mm, 117')



CONCORSO DOC 2004
La Giuria del Concorso DOC 2004 del 22° Torino Film Festival composta da Bruno Bigoni, Stefano Consiglio, Wilma Labate assegna i seguenti Premi:


Miglior Documentario italiano (Euro 10.000) a:
 ARAL – FISHING IN AN INVISIBLE SEA
di Carlos Casas, Saodat Ismailova (Italia-Uzbekistan, 2004, Betacam, 52')
per la straordinaria capacità di rappresentare un affascinante affresco sulla comunità di pescatori del lago di Aral, dimostrando grande sensibilità, intenso sguardo poetico e attenzione al linguaggio.


Premio speciale della giuria (Euro 2.500) a:
MAQUILAS
di Giuseppe Gaudino, Isabella Sandri (Italia, 2004, Digibeta, 120')
per l'appassionato coraggio di racconto, la raffinatissima scrittura cinematografica e l'estremismo d'autore che nulla concede a chi desidera un pizzico di sintesi in più.


Premio speciale della giuria (Euro 2.500) a:
L'ENIGMA DEL SONNO
di Enrico Cerasuolo, Sergio Fergnachino (Italia, 2004, Betacam, 60')
per lo sguardo lucido, intenso e affascinante gettato su uno dei più misteriosi meandri della vita umana.


 
CONCORSO SPAZIO ITALIA
La Giuria del Concorso Spazio Italia del 22° Torino Film Festival composta da David Emmer, Ursula Ferrara, Daniele Gaglianone assegna il Premio:


Miglior film o video (Euro 2.600; Euro 3.850 in servizi tecnici offerti da Unistudio, Torino) a:
LA PICCOLA RUSSIA
di Gianluigi Toccafondo  (Italia, 2004, 35mm, 16')
il film colpisce per la sua malinconica ironia, per la sensualità, i contrasti riusciti sul continuo rinnovamento della sua personalissima ricerca artistica.


La Giuria assegna inoltre una Menzione ai seguenti film:
WINTER SEA
di Erika Tasini (Italia, 2004, 35mm, 20')
per la descrizione di uno spaccato familiare claustrofobico, dove emergono toni di morbosa tenerezza e un dolore sordo. Il tutto reso credibile da giovani bravi attori diretti con mano sicura.


DEAR NONNA: A FILM LETTER
di Tiziana Panizza (Italia/Cile, 2004, Betacam, 15')
perché ha raccontato in modo fluido ed emozionale la forza dei ricordi e il dolore della nostalgia.


MIO FRATELLO YANG
di Gianluca De Serio, Massimiliano De Serio (Italia, 2004, 35mm, 15')
per un'innegabile talento visivo e uno sguardo personale verso la realtà; la prossima volta ci piacerebbe più cuore e meno testa!!!



CONCORSO SPAZIO TORINO
La Giuria del Concorso Spazio Torino del 22° Torino Film Festival composta da Monica Affatato, Armando Ceste, Giuseppe Mariano assegna il seguente Premio:


Miglior Film o Video (Euro 2.600 in servizi di laboratorio offerti da Blue Gold, Milano; Euro 1.300 in servizi tecnici offerti da Unistudio, Torino) a:
LEPIDOTTERI
di Ade Zeno (Italia, 2004, Betacam, 10')
l'opera affronta la tematica dell'esistenza con delicatezza e discrezione, coniugando in modo armonico linguaggi, capacità tecnica e creatività.



KODAK SHORT FILM AWARD
La Giuria del Concorso Spazio Italia del 22° Torino Film Festival, composta da David Emmer, Ursula Ferrara, Daniele Gaglianone assegna il seguente Premio:


Miglior cortometraggio italiano in 35mm o 16mm [Metri 5.000 di pellicola in 16mm (o 3000 in 35mm)] a
LO GUARRACINO
di Michelangelo Fornaro (Italia, 2004, 35mm, 10')
il film combinando in modo autentico tecniche espressive diverse raggiunge una libertà grottesca e anarchica. La vivacità di un'opera corale dove attori, trucco, scenografia, costumi e altre maestranze collaborano a far rivivere un testo antico, quanto mai attuale.



KODAK EUROPEAN SHOWCASE
Kodak, in accordo con Torino Film Festival, tra i film in pellicola della sezione Spazio Italia, assegna il seguente Premio:


Miglior cortometraggio italiano in 35mm o 16mm (Presentazione dell'opera premiata a "The Kodak European Showcase Event" durante il prossimo Festival di Cannes) a
MIO FRATELLO YANG
di Gianluca De Serio, Massimiliano De Serio (Italia, 2004, 35mm, 15')



PREMIO CIPPUTI
La Giuria del Premio Cipputi del 22° Torino Film Festival composta da Angelo Barbagallo, Leonardo Bizzaro, Lorenzo Cestari, Giuseppe Culicchia, Roberto Silvestri, Sergio Staino, dopo aver sottolineato l'alto livello delle proposte, assegna il seguente premio:


Miglior film sul mondo del lavoro a
MAQUILAS
di Giuseppe Gaudino, Isabella Sandri (Italia, 2004, Digibeta, 120')
auspicando un ritocco in sala di montaggio, per la sensibilità e il coraggio nell'affrontare tutti gli aspetti anche criminali del lavoro nell'epoca della globalizzazione.


La Giuria inoltre segnala:
FRAMES VARIAZIONI PER CATENA DI MONTAGGIO
di Giovanni Giommi (Italia, 2004, Digibeta, 13')
come originale esempio di film industriale che rovescia il rapporto capitale/lavoro, dimostrando come si possa fare promozione in modo intelligente e autoironico



Torino Film Festival assegna il Premio Cipputi alla carriera 2004 a Luciano Emmer



PREMIO FIPRESCI
La Giuria del Premio Fipresci del 22° Torino Film Festival composta da Chris Fujiwara -Presidente (Usa),  Eduardo Antin (Argentina), Heike Hurst (Francia), Antongiulio Mancino (Italia), Dinko Tucakovic (Serbia) assegna il seguente Premio:


Miglior Lungometraggio in Concorso a:
INU NEKO / THE CAT LEAVES HOME
di Nami Iguchi (Giappone, 2004, 35mm, 94')
un delicato e divertente film realizzato con grazia e competenza, che ritrae un periodo della vita caratterizzato da ambiguità, scorrevolezza e un senso di scontentezza quasi inespressa.


 
PREMIO FILMCRITICA BASTONE BIANCO
La Giuria del Premio Filmcritica Bastone Bianco del 22° Torino Film Festival, composta da  Edoardo Bruno, Alessandro Cappabianca,  Massimo Causo, Simone Emiliani, Grazia Paganelli, Andrea Pastor, Daniela Turco, assegna all'unanimità – tra i film presentati nelle sezioni Concorso Internazionale Lungometraggi, Fuori Concorso, Detours, Americana – il seguente Premio:


Premio Filmcritica Bastone Bianco a:
VANITAS
di Paulo Rocha (Portogallo, 2004, 35mm, 100')
presentato in prima mondiale a Torino Film Festival
per la veggenza di un corpo filmico che, cambiando se stesso, trasforma il mondo.


 
PREMIO HOLDEN PER LA SCENEGGIATURA
La Giuria del Premio Holden per la Sceneggiatura del 22° Torino Film Festival, composta dagli allievi del Master in tecniche della narrazione, assegna il seguente Premio:


Premio Holden per la sceneggiatura (Euro 1.550) a:
L'ESQUIVE
di Abdellatif Kechiche (tit. it.: La schivata, Francia, 2003, 35mm, 117')
per la bellissima idea centrale e la sua fresca realizzazione.


La Giuria inoltre segnala i seguenti  film:
ILLUMINATION
di Pascale Breton (Francia, 2004, 35mm, 130')


MOSHENG TIANTANG / AN ESTRANGED PARADISE
di Yang Fudong (Cina, 2003, 35mm, 76')


INU NEKO / THE CAT LEAVES HOME
di Nami Iguchi (Giappone, 2004, 35mm, 94')



PREMIO AURORA PER LA SCENEGGIATURA
La Giuria del Concorso Spazio Torino del 22° Torino Film Festival composta da Monica Affatato, Armando Ceste, Giuseppe Mariano assegna il seguente Premio:


Premio Aurora per la migliore sceneggiatura  del Concorso Spazio Torino (Penna Aurora 88) a
FAVOLE
di Max Bianco, Marco Savio, Giovanni Spada  (Italia, 2004, Vhs, 3')
per aver saputo realizzare con grande capacità di sintesi, in soli tre minuti, un'idea narrativa consona alla struttura del cortometraggio, in maniera originale ed efficace.



Premio del pubblico "Achille Valdata"
in collaborazione con "La Stampa – TorinoSette"
La Giuria del Premio del Pubblico "Achille Valdata" composta da 5 lettori di TorinoSette (Laura Borghino, Flavia Barbato, Alice Castagneti, Mauro Baghero, Chiara Lurgo) assegna il seguente Premio:


Miglior film di lungometraggio a
UL GOOL UP NUN MI NYEO / HYPNOTIZED
di Kim In-sik(Corea del Sud, 2004, 35mm, 104')
per aver saputo esprimere visivamente una follia d'amore sottolineando atmosfere, luoghi, momenti, con una splendida fotografia


La Giuria del Premio del Pubblico "Achille Valdata" composta da 5 lettori di TorinoSette (Giovanni Perucca, Piera Zannicolò, Paola Baldizzone, Elisa Riccio, Marco De Miglio) assegna il seguente Premio:


Miglior film o video della sezione Spazio Italia a
LO GUARRACINO
di Michelangelo Fornaro (Italia, 2004, 35mm, 10')
per l'originalità e l'invenzione visiva con cui ha saputo rappresentare un brano della tradizione popolare partenopea.


 
Premio CinemAvvenire
La Giuria del Premio CinemAvvenire, composta da 20 giovani di CinemAvvenire, assegna i seguenti Premi:


Miglior film Concorso Lungometraggi a
LOS MUERTOS
di Lisandro Alonso (Argentina, 2004, 35mm, 78')
per la capacità di rappresentare sullo schermo, con rigore estetico e attraverso una scansione temporale dilatata, il simbolico ritorno a una primitività dell'essere, metafora della degradata realtà argentina.


Premio Il cerchio non è rotondo. Cinema per la pace e la ricchezza della diversità a
L'ESQUIVE
di Abdellatif Kechiche (tit. it.: La schivata, Francia, 2003, 35mm, 117')
per l'onestà e il coraggio nel rappresentare un universo marginale, sfuggendo agli stereotipi culturali e mostrando al tempo stesso un'umanità che solo nel confronto, artistico e intellettuale, acquista consapevolezza e definisce la propria identità.



PREMIO abXentium
La Giuria del Premio abXentium composta da Gero Giglio, Vanessa Piacentino, Fabio Zanello assegna il seguente Premio:


Miglior film o video Concorso Spazio Torino [24 ore di postproduzione presso la sede della abXentium snc, Torino (da utilizzare entro i 12 mesi successivi alla consegna della targa)] a
FAVOLE
di Max Bianco, Marco Savio, Giovanni Spada  (Italia, 2004, Vhs, 3')
il cortometraggio, volutamente di basso profilo tecnico, tematizza un furore iconoclasta che rimette in discussione il rapporto tra gli spettatori e la teologia, ultimamente strumentalizzato a fini biecamente commerciali dal circolo mediatico.


 

------------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21ST #7