22/5/2008 – Il cinema secondo Pratolini

Firenze celebra il neorealismo di Vasco Pratolini, uno dei più importanti scrittori del ‘900 italiano. Il Genio FIorentino, la kermesse promossa dalla Provincia di Firenze, ha deciso di rendere omaggio al grande scrittore che ha dato il titolo all’edizione 2008. Giovedì e venerdì gli appassionati di Vasco Pratolini potranno godersi, in diversi cinema della città (Cinema Astra 2, Cineteca di Firenze-Cinema Castello) e in Sala Pistelli a Palazzo Medici Riccardi, film del calibro di La Viaccia con Jean-Paul Belmondo e Claudia Cardinale, Metello con Massimo Ranieri, Ottavia Piccolo e Lucia Bosè, e altri ancora. L’evento “Vasco Pratolini e il cinema” sarà anche l’occasione per proiettare i brevi documentari dal titolo Firenze Pratolini al cinema di Andrea Vannini e Firenze di Pratolini di Cecilia Mangini. Venerdì alla Cineteca di Firenze-Cinema Castello, un viaggio nella storia della città dai primi anni del fascismo e dell’antifascismo agli anni dell’industrializzazione. Alle 17.30 apre Cronache di poveri amanti (1953) di Carlo Lizzani. Alle 19.30 segue Firenze (1946), episodio di Paisà di Roberto Rossellini, dal soggetto di Vasco Pratolini. Alle 20,15 Le ragazze di San Frediano (1954) di Valerio Zurlini, liberamente tratto dal romanzo di Vasco Pratolini. Alle 21.45 chiude un film girato in maggior parte nella Rifredi operaia, La costanza della ragione (1965) di Pasquale Festa Campanile, tratta dal romanzo di Vasco Pratolini. (f.m.)