22/9/2006 – "Siccità" africana da Venezia in Italia

La giuria della 63. edizione della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica ha attribuito il Premio Speciale della Giuria al film Daratt (Siccità) del regista Mahamat-Saleh Haroun. Bella soddisfazione per un film che ha segnato il ritorno di un film africano in concorso a Venezia, dopo 19 anni. Terza prova d'autore per il regista del Ciad, dopo l'opera prima Bye Bye Africa (Premio Cinemavvenire a Venezia) e Abouna (classificato dalla critica britannica tra i dieci migliori film del 2002), il film ha ottenuto anche il Premio "Navicella Venezia Cinema 2006", assegnato dall'Ente dello Spettacolo. Come ha dichiarato il regista: "Voi pensate l'Africa come periferia, ma la periferia può irrigare il mondo".
La storia – un adolescente incaricato dal nonno di uccidere l'assassino di suo padre – sarà presto anche nelle sale italiane: Andrea Occhipinti ha acquistato i diritti del film per la Lucky Red.

--------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21st!

-----------------------------------------------------