25/7/2003 – Estasi di un delitto a Fuori orario

“Carlo Giuliani ragazzo” e le “Storie maledette” di Franca Leosini (+ Ozu!)


Fuori Orario  cose (mai) viste
di Ghezzi Di Pace Francia Fumarola Giorgini Luciani Melani Turigliatto e Bendoni
presenta

--------------------------------------------------------------------
SCOPRI I NUOVI CORSI ONLINE DI CINEMA DI SENTIERI SELVAGGI


--------------------------------------------------------------------

Venerdi' 25 luglio 2003 ore  1.40 – 07.00


LO ZERO DEL G8 (LUGLIO 2001/2003)
a cura di Ciro Giorgini

--------------------------------------------------------------------
OFFERTA CORSI SCENEGGIATURA ONLINE
Due nuovi corsi operativi di Sceneggiatura per il Cinema e le Serie Tv! Scopri l’offerta sul pacchetto

--------------------------------------------------------------------

CARLO GIULIANI RAGAZZO       
(Italia, 2002, colore, 75'07")
di Francesca Comencini
Un film inchiesta, realizzato a caldo, che presenta la  ricostruzione delle circostanze drammatiche che hanno portato alla morte del giovane Carlo Giuliani, durante gli scontri avvenuti a Genova il 20 luglio 2001.


a seguire


GENOVA 2001, L'O DI G8 DUE  ANNI DOPO (240')    
Una nuova notte di montaggio, a cura della redazione di Fuori Orario, realizzata con le testimonianze televisive, le dirette drammatiche, le immagini transitate sui circuiti internazionali,  con le "eveline",  le riprese degli operatori della sede Rai della Liguria, delle nostre redazioni  di Fuori Orario e Blob e delle numerose, brulicanti videocamere amatoriali, su quanto accaduto a Genova dal 19 al 21 luglio 2001, durante le manifestazioni di protesta contro il G8 sfociate nei terribili momenti in cui perse la vita il giovane Carlo Giuliani.


 


Sabato 26 luglio 2003 ore 0.40 – 7.00


ESTASI DI UN DELITTO
Franca Leosini e le sue "Storie maledette"


a cura di Stefano Francia


Due notti di Fuori Orario (la seconda in onda domenica 27 luglio) dedicate a Franca Leosini e al celebre programma da lei ideato e curato in onda su Rai Tre dal 1994 a oggi. Verranno riproposte alcune puntate di particolare rilevanza, un montaggio di frammenti significativi, e una conversazione tra Enrico Ghezzi e Franca Leosini sulla storia, le motivazioni e il metodo di lavoro che contraddistinguono la serie.
Le storie dei crimini si disvelano come vicende umane di straordinaria intensità, atte a comporre un mosaico atipico e trasversale della società contemporanea.


HO UCCISO PASOLINI
1994: intervista a Pino Pelosi
A distanza di 20 anni dalla morte dello scrittore, Franca Leosini intervista Pino Pelosi, condannato a 9 anni e 7 mesi di reclusione per avere ucciso, la notte del 2 novembre 1975 all'Idroscalo di Fiumicino, Pier Paolo Pasolini.


ONORA IL PADRE E LA MADRE
1996: intervista a Corrado Ferioli
A breve distanza dal delitto di Pietro Maso, nel dicembre 1991, Corrado Ferioli, figlio unico, uccide i suoi genitori. Condannato a 30 anni di reclusione, Ferioli ripercorre con drammatica intensità il suo rapporto con i genitori, l'orrore di quel gesto, l'immedicabile rimorso.


MAURIZIO GUCCI: DUE VERITA' PER UN DELITTO
2000: intervista a Pina Auriemma
E' la maga del caso "Gucci", l'amica di Patrizia Reggiani che ha organizzato per lei l'omicidio del marito, Maurizio Gucci, ucciso da un sicario il 27 marzo 1995 a Milano. Pina Auriemma, rea confessa, sconta a San Vittore la pena a 24 anni di reclusione.


PATRIZIA GUCCI: ADESSO PARLO IO
2002: intervista a Patrizia Reggiani Gucci
In due distinte puntate, realizzate a distanza di due anni, Franca Leosini ripercorre con le due protagoniste di uno dei piu` appassionanti processi dell'ultimo scorcio di secolo, la vicenda dell'omicidio dell'industriale della moda Maurizio Gucci. Amiche nella vita, antagoniste al processo, Pina Auriemma e Patrizia Gucci si rovesciano reciprocamente la responsabilità di quell'omicidio. Due verità a confronto, all'interno di una storia che sembra creata dalla fervida fantasia di un grande sceneggiatore.   


I DEMONI DI POLISTENA
1998: intervista a Vincenzo Fortini
Il 12 settembre 1994, a Polistena, in Calabria, muore una bimba di 2 mesi durante un rito satanico, messo in atto, su ispirazione di una santona, dal nucleo familiare al completo. Scopo del rituale: scacciare il demonio dal corpo della piccola. Per quel delitto viene condannato a 12 anni di reclusione, lo zio della bimba, Vincenzo Fortini.


 


Domenica 27 luglio 2003 ore 1.20 – 6.00
ESTASI DI UN DELITTO
Franca Leosini e le sue "Storie maledette"
a cura di Stefano Francia


La seconda delle notti di Fuori Orario dedicate a Franca Leosini e al celebre programma da lei ideato e curato in onda su Rai Tre dal 1994 a oggi. Verranno riproposte alcune puntate di particolare rilevanza, un montaggio di frammenti significativi, e una conversazione tra Enrico Ghezzi e Franca Leosini sulla storia, le motivazioni e il metodo di lavoro che contraddistinguono la serie.
Le storie dei crimini si disvelano come vicende umane di straordinaria intensità, atte a comporre un mosaico atipico e trasversale della società contemporanea.


Nel corso della notte domenica 27 luglio 2003 andranno in onda le seguenti puntate:


IL SILENZIO DELLA VERGOGNA
2000: intervista a Elena Fronteddu
Una pagina sconvolgente di cronaca recente in cui, all'orrore della morte violenta di un bimbo di 8 anni, Simone Nardacci, si somma la violenza dell'incesto consumato per 20 anni dall'assassino Vincenzo Fronteddu a danno dei suoi nove figli: i maschi e le femmine. Elena Fronteddu una delle figlie vittime delle odiose violenze, ripercorre con Franca Leosini il calvario di quei lunghi anni di brutalita` e di umiliazioni.


IO, IMMACOLATA CUTOLO
1997: intervista a Immacolata Iacone
E' la giovane "sposa bianca" del boss della NCO, Raffaele Cutolo. Prigioniera di un sogno, Immacolata Iacone parla dei suoi 20 anni di amore e di assoluta dedizione al boss della camorra, dal quale desidera avere un figlio.


SEDUZIONE – IL DELITTO DEL NANO DI TERMINI 
1994: intervista a Armando Lovaglio
Armando Lovaglio, bellissimo ragazzo 20enne, il 25 aprile 1990 uccide Domenico Semeraro, 44 anni, conosciuto come "il nano di Termini".  Condannato a 15 anni di reclusione, Lovaglio ripercorre con Franca Leosini  la torbida e intensa storia vissuta con l'imbalsamatore, che di lui si era pazzamente innamorato, condizionandogli la mente e la vita.


HO UCCISO MIA FIGLIA
1996: intervista a Rosalia Quartararo
Un delitto all'epoca senza precedenti, per l'orrore del gesto e del movente agghiacciante. Rosalia Quartararo, 39 anni, viene condannata all'ergastolo per l'omicidio della figlia 18enne. Movente riconosciuto: la passione della Quartararo per l'amante della figlia.



Lunedi  28 luglio 2003 ore 0.35 – 3.00 


(tutto) OZU (1903 – 2003)
la trasparenza, un altro mondo, e lo stesso (XVIII)


con il film:
CREPUSCOLO DI TOKYO                                                       prima visione TV      
(Tokyo boshoku, Giappone, 1957, b/n, 140' v. o. con sott.li  it.)
regia: Yasujiro OZU – con: Chishu RYU (il padre, Shukichi Sugiyama), Setsuko HARA (la figlia maggiore Takako), Ineko ARIMA (la figlia minore, Akiko Sugiyama), Isuzu Yamada (Kisako Soma), Teiji Takahashi (Noburo Kawaguchi)
E' la storia di un padre abbandonato diciotto anni prima dalla moglie, della figlia maggiore che fa spesso ritorno alla casa paterna a causa dei rapporti tesi col marito, e della figlia più piccola, messa incinta da uno studente. Davanti alla figlia minore un giorno si presenta la vera madre…
Secondo lo stesso Ozu si tratta di un film a parte rispetto agli altri, sia per l'estremismo della dimensione meló, sia per l'impostazione dei personaggi.



 

------------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21ST #7