25/9/2007 – Scontro ad alta definizione

Le grandi case di produzione e distribuzione proseguono a tappe forzate la corsa alle nuove tecnologie nel campo dell’home entertainment. La partita, com’è noto, si gioca sull’alta definizione e sulle scelte delle grandi majors tra il formato Blu-ray e l’HD DVD. Secondo l’ultimo rapporto della società di ricerche Screen Digest, se è vero che attualmente il formato Blu-ray presenta livelli di vendita più elevati, in ragione di migliori prestazioni, nel prossimo futuro il perfezionamento del sistema HD DVD dovrebbe garantire uno sviluppo alla pari con il supporto concorrente. In parole povere, secondo Screen Digest, in considerazione anche della crescente importanza dell’alta definizione nel mercato americano ed europeo dell’home video, Blu-ray e HD DVD dovranno convivere nel lungo termine, non essendo possibile una definitiva supremazia di un supporto rispetto all’altro. Ciò comporterà notevoli perdite per le majors che sceglieranno di utilizzare un solo formato. Ad esempio, sempre secondo il rapporto, la Sony, la Disney e la Fox, studios che hanno puntato tutto sulla tecnologia Blu-ray, nel 2008 potrebbero arrivare a perdere 175 milioni di dollari. E ancora più ingenti potrebbero essere le perdite per la Paramount e la Dreamworks, che hanno deciso di affidarsi alla tecnologia HD DVD.