26/5/2008 – Naufragio con spettatori

Enrico Ghezzi firma l'evento cinematografico dedicato al Mito. A Pescara dal 28 maggio

L'Associazione Il Vento del Cinema organizza nella città di Pescara dal 28 maggio al 1 giugno 2008 una manifestazione cinematografica dedicata alle diverse declinazioni e mutazioni del mito e del set mediterraneo. L'ideazione e l'organizzazione è a cura di Enrico ghezzi insieme al gruppo di fuori orario cose (mai) viste. «Il Mito. Non è necessariamente una scelta unica definitiva vincolante. Non è comunque una scelta 'tematica'. Se mai, il rifarsi a una forma che è il formarsi stesso del Mediterraneo, come –infine- anche dell'idea di 'Europa'. Così, per questi 'incontri nell'immagine mediterranea' (impossibile non notare di passaggio che il termine 'mediterraneo' evoca in sé l'Immagine quale 'terra di mezzo' tra il Mondo e il suo NarrarsiDirsiPensarsi), il mito, invece di essere un riferimento ponderoso e un po' ingombrante, sarà la chiave mercuriale/ermetica di una leggerezza, di una possibilità di saltare, volare, cambiare i giochi, di trovare e inseguire le trasformazioni e le mutazioni più inattese rapinose sorprendenti (insomma, con riferimento voluto a Ovidio, le 'metamorfosi') di un discorso senza tempo. Per il primo anno, si prende come figura flagrante e migrante del mito mediterraneo la Catastrofe. Il mito come catastrofe e la catastrofe del e nel mito. Occasione non di una retrospettiva insieme sterminata e casuale tanto da risultare noiosa o comunque accademica, ma del proiettarsi e incrociarsi di tante schegge di un'esplosione mitica» (enrico ghezzi).
Diverse le sezioni proposte: dai Beach Movies alle Schegge del vaso di Pandora; dall'omaggio a Vittorio Cottafavi (di cui si vedranno 6 peplum, grazie alla collaborazione con la Cineteca Nazionale e la Cineteca di Bologna, due inediti televisivi, e una mostra di fotografie totalmente inedite scattate da Cottafavi stesso allestita negli spazi dell'Ex Aurum) alla personale Alexis Damianos (con tutti e 3 i suoi film e un incontro dove interverranno, oltre alla vedova del regista, Artemis Kapasakàli, alcuni critici che ne hanno seguito il difficile percorso tra cui Michel Demopoulos, Sergio G. Germani e Roberto Turigliatto); a rari rushes dell'Othello di Orson Welles emersi grazie a un progetto di restauro avviato dalla Cineteca Nazionale.

--------------------------------------------------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ

--------------------------------------------------------------------
------------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21ST #8