29a edizione di Sguardi Altrove Film Festival, dal 10 al 15 Maggio

Torna in presenza la rassegna dedicata al cinema e allo sguardo femminile sull’arte, con un’edizione estremamente ricca. Dal 10 al 15 maggio a Milano.

-----------------------------------------------------------
SCUOLA DI CINEMA SENTIERI SELVAGGI: APERTE LE ISCRIZIONI ANNO 2022-23


-----------------------------------------------------------

A Milano, dal 10 al 15 maggio, torna la XXIX edizione di Sguardi Altrove Film Festival, manifestazione dedicata al cinema e ai linguaggi artistici al femminile. L’Anteo Palazzo del Cinema sarà la sede delle proiezioni, finalmente tornate in presenza, mentre il festival continuerà la sua tradizione di affiancare ad una parte fisica una rassegna digitale, sulla piattaforma Mymovies one.

----------------------------
OPEN DAY SCUOLA DI CINEMA SENTIERI SELVAGGI

----------------------------

Nella cornice della sala ricevimenti del ristorante Identità golose è stata presentata oggi la ventinovesima edizioni di Sguardi Altrove Film Festival, il festival di cinema nato quasi trent’anni fa come Donne altrove film festival, con il patrocinio del comune di Milano. Una realtà quindi da tempo legata al tessuto culturale milanese, come ci tengono a sottolineare sia l’assessore alla cultura Tommaso Sacchi, che la direttrice artistica del festival Patrizia Rappazzo. Uno sguardo femminile che si allarga affinché diventi sguardo di tutte le identità, questa la mission del festival, che ha una particolare attenzione per i l lato sociale e politico, dove la politica diventa cultura e occasione per una riflessione.

“Scelte Etiche e Consapevoli di Donne e Uomini dei giorni nostri”, questo è il tema portante dell’edizione 2022, che si pone in continuità con il focus del 2021, dedicando così uno spazio privilegiato ai giovani «interlocutori di domani». Nell’ambito delle scelte etiche e consapevoli non poteva che inserirsi anche una riflessione sul contemporaneo e sulla situazione Ucraina, per questo la pre-apertura del festival vedrà la proiezione di il film Bad Roads, della regista ucraina Natalya Vorozhbit. Film ambientato in Donbass, rappresentante dell’Ucraina gli Oscar 2022 per il miglior film internazionale.

Purtroppo, la madrina del festival, Drusilla Foer, non ha potuto prender parte alla presentazione a causa di impegni teatrali, ma nel suo video messaggio sottolinea l’importanza del cinema come «strumento di evoluzione. C’è bisogno di cambiare, evolversi e migliorarsi, e il cinema ci fa provare sentimenti, e in questo siamo tutti, tutti, uguali». In occasione della serata d’apertura, Foer riceverà il Premio Sguardi Altrove 2022 dalla direttrice artistica Patrizia Rappazzo e dalla giornalista Barbara Tarricone per «il suo sguardo unico ed elegante con cui affronta da anni il tema dell’inclusione».

Tra gli eventi collaterali della manifestazione si segnala, Presso l’Anteo Palazzo del Cinema, la mostra della street artist Cristina Donati Mayer, già autrice della bellissima immagine della locandina di questa edizione. Una scelta di immagini forti e significative sulla guerra accompagnerà lo spettatore fino alla sala.

Il festival, come ogni anno, prevede un nucleo centrale di tre concorsi: Nuovi Sguardi, dedicato a lungometraggi di finzione e documentari a regia femminile. Nella selezione saranno presenti film come Murina di Antoneta Alamat Kusijanovic, vincitore della Caméra d’or come miglior opera prima all’ultimo Festival di Cannes o il documentario There Will Be No More Night di Eléonore Weber, una riflessione sullo statuto delle immagini, fatta realizzando un film di sole riprese catturate dagli elicotteri operativi in Afghanistan, Iraq e Pakistan. Sguardi (S)confinati è invece la sezione dedicata ai cortometraggi diretti da donne, mentre #FrameItalia è aperta a documentari, film e cortometraggi italiani anche a regia maschile, in cui concorrono tra gli altri: Il giardino che non c’è, di Rä di Martino, già passato al Torino Film Festival, e La ragazza ha volato, di Wilma Labate.

Tra le sezioni fuori concorso: La retrospettiva a Lina Wertmuller, prima donna a essere candidata all’Oscar per la miglior regia; le sezioni Azzurro Pallido dedicata a registi uomini che raccontano temi femminili; Donne in Codice che indaga il rapporto tra donne, scienza e tecnologia; Cinema e Salute Mentale realizzata in collaborazione con l’Università del Cinema di Bologna.

Ultima categoria del ricchissimo programma del festival è Cinema (In)visibile, realizzata in collaborazione con L’Università Cattolica di Milano, che tra le altre cose sta conducendo una ricerca sulle professioniste femminili nel mondo del cinema dal 1964 ad oggi.

La 29a edizione di Sguardi Altrove Film Festival si terra dal 10 al 15 maggio presso l’Anteo Palazzo del cinema a Milano. Sul sito ufficiale della manifestazione potete trovare tutto il programma.

--------------------------------------------------------------
Le Arene estive di Cinema a Roma

--------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative