3/5/2007 – "Nisida. Grandir en prison": il cinema racconta il carcere minorile

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

----------------------------------------------------------------

Oggi, alle ore 20.30, nell'ambito degli eventi organizzati in occasione della conferenza internazionale sull'esclusione sociale dei minori indetta a Firenze dall'Istituto degli Innocenti (3 – 5 maggio 2007) per il progetto Childinclusion, presso il Cinema Ciak verrà proiettato, a cura di CAMeRA e del Festival dei Popoli, Nisida. Grandir en prison (Nisida. Crescere in prigione), un documentario di Lara Rastelli.


Il film racconta le storie di Enzo, Rosario e Samir, tre ragazzi detenuti nel carcere minorile di Nisida, a Napoli. L'istituto di pena ospita circa quaranta adolescenti di varie nazionalità e di età compresa tra i quattordici ai ventuno anni, detenuti per i reati più diversi: si tratta di un piccolo mondo fuori dal mondo, situato per l'appunto su un'isola unita alla terraferma soltanto da uno strettissimo istmo, un luogo vicinissimo al caos della città, ma allo stesso tempo isolato da esso. Seguendo i ragazzi nella quotidianità delle loro giornate per un arco di tempo di circa due anni, la regista esamina uno degli aspetti più controversi della carcerazione, di quella minorile a maggior ragione, ovvero la rieducazione e il recupero del condannato per un positivo reinserimento nella società al termine della pena. Con il volto sempre coperto da maschere che ne tutelano l'identità, i ragazzi raccontano il proprio passato, riflettono sulla loro condizione presente, soprattutto sul significato della loro detenzione, nonché sulle modalità concrete e sulla possibilità di un loro "recupero", provano a immaginare un futuro migliore sul quale, tuttavia, gravano i pesanti handicap dovuti a una condizione sociale svantaggiata comune a tutti loro.


---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

---------------------------------------------------------------

Nisida. Grandir en prison ha ricevuto grande apprezzamento da parte del pubblico e della critica alla 29° edizione del festival Cinéma du réel tenutosi a Parigi nel marzo scorso ed ha ottenuto una Menzione speciale dalla giuria del 2° Alba International Film Festival (29 marzo – 4 aprile 2007).