30/1/2008 – Steven Spielberg & Borat contro la guerra del Vietnam

Sacha Baron Coen VS Abbie HoffmanSteven Spielberg ha dato diverse informazioni sui suoi nuovi progetti nel corso di un’intervista rilasciata a Vanity Fair (che pubblica anche alcune foto esclusive dal set di Indiana Jones 4): sarà allo script e alla produzione, e forse alla regia, di The Trial of the Chicago Seven, film sulle violente contestazioni in occasione della Convention del Partito Democratico nel 1968 a Chicago e sul conseguente processo che subirono gli attivisti. Sacha Baron Coen, comico e attore reso celebre da Borat, sarà Abbie Hoffman, personaggio chiave della controcultura americana, contestatore e attivista politico di origini ebraiche (come l’attore), che utilizzava vere e proprie performances surreali e umoristiche per protestare contro la guerra del Vietnam. Hoffman e i suoi (i “Chicago SevenThe Chicago Sevendel titolo, tra cui uno dei fondatori delle Black Panther e un futuro senatore della California) avevano già dato vita a operazioni di forte impatto sull’opinione pubblica (per esempio, inondarono la borsa di New York con dollari falsi) ma in particolare nel ’68  furono i protagonisti di un’irruzione al raduno nazionale del Partito Democratico che scatenò forti scontri con la polizia, molti feriti ed ebbe come conseguenza un processo che coinvolse il gruppo di attivisti. Durante le udienze testimoniò a favore dei manifestanti anche il celebre poeta beat Allen Ginsberg (e molti altri personaggi di spicco della cultura dell’epoca avevano partecipato direttamente alle manifestazioni e appoggiato le proteste, da William Burroughs a Jean Genet), ma Hoffman e quattro dei suoi furono dichiarati colpevoli di incitamento alla ribellione –  anche se le condanne furono in seguito revocate in corte d’Appello –  e tanto per dare un’idea del carisma del personaggio, la risposta di Abbie fu l’invito, rivolto al Giudice, di procurarsi dell’LSD. Gli altri attori in negoziazione per entrare nel cast di The Trial of the Chicago Seven sarebbero Philip Seymour Hoffman nel ruolo di William Kunstler, avvocato difensore del  gruppo, Will Smith, Kevin Spacey, Taye Diggs e Adam Arkin. La vicenda di Hoffman ha già ispirato Chicago 10, film d’apertura del Sundance 2007, pellicola indipendente scritta da Aaron Sorkin e diretta da Brett Morgan, che mescola filmati di repertorio, animazione e musica, con le voci, tra le altre, di Liev Schreiber, Nick Nolte, Jeffrey Wright e Mark Ruffalo. Spielberg si dedicherà anche ad un altro progetto, Liam Neeson è Lincolnannunciato addirittura nel 2001, un film sulla figura di Abramo Lincoln, interpretato da Liam Neeson, dichiarando che se ne occuperà dopo Chicago, in base alla disponibilità degli attori e dello sceneggiatore Tony Kushner, che è ancora in sciopero  (Kushner ha vinto il premio Pulitzer per la sua pièce teatrale Angels in America: A Gay Fantasia on National Themes, da cui la miniserie tv Angels in America di Mike Nichols, e ha già lavorato con Spielberg per Munich). Steven Spielberg produrrà anche questo secondo film, per cui si avvale della collaborazione di due nomi familiari al suo cinema: il compositore John Williams (Lo Squalo) e il direttore della fotografia che lo accompagna da anni, Janusz Kaminski (Artificial Intelligence, Minority Report, Prova a prendermi, La guerra dei mondi, Munich, Indiana Jones & The Kingdom of Cristal Skull).

 

---------------------------------------------------------------------
APERTE LE ISCRIZIONI PER UNICINEMA E SCUOLA DI CINEMA

---------------------------------------------------------------------