31/1/2008 – Video-on-demand, accordo tra Apple e Fox per film già usciti in DVD

L’accordo tra Apple e Fox per scaricare film da Internet e vederli in tv non sembra impensierire gli esercenti cinematografici statunitensi. "Noi esercenti non siamo preoccupati del fatto che la trattativa tra Fox e Apple sia giunta in porto ha affermato  Patrick Corcoran, Director of Media & Research di Nato, l’associazione di categoria statunitense – perché non ci sono segni che questo accordo metta a rischio la prassi che ha sinora garantito alle sale un periodo di sfruttamento del film in esclusiva. Semplicemente, entra un nuovo attore nel mercato del video on demand". 

--------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21st!
--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------
A conferma di ciò sono arrivate le dichiarazioni di Steve Jobs, presidente Apple che in occasione del MacWorld 2008 ha specificato che il nuovo servizio iTunes Movie Rentals consentirà di scaricare e vedere sul proprio computer, ma anche sull’iPod o sull’iPhone, i film che siano già disponibili in DVD da 30 giorni. Dunque non è previsto alcuno "scaricamento" autorizzato di film freschi. Un’altra "clausola" a salvaguardia delle caratteristiche distintive del DVD è la regola del 30/24: chi scarica un film da iTunes ha trenta giorni per iniziare a vederlo, ma, una volta cominciata la visione, le immagini svaniscono nel giro di 24 ore.
Attualmente negli Stati Uniti non esistono window ufficiali, né nate da accordi intercategoriali né fissate per legge. L’intervallo tra l’uscita in sala e quella immediatamente successiva, che dura in media 4 mesi, è il portato di quello che John Fithian, presidente di Nato, definisce "un modello di business che ha funzionato e che funziona bene, dove per bene si intende nell’interesse di tutta la filiera, compresi gli autori". (fonte: Agis).