31/3/2005 – Esce il dvd de "Gli Incredibili", crollano le presenze in sala per "Shark Tale"

"La sempre più frequente uscita in dvd di film ancora freschi di sala è un problema da prendere molto sul serio per evitare danni gravi ad un mercato già di per sé non robusto". Così Walter Vacchino, presidente dell'Anec, associazione esercenti cinema, commenta i continui annunci di uscite in home video di titoli appena usciti dalle sale cinematografiche, o ancora in programmazione, e le dichiarazioni di esponenti dell'industria favorevoli alla distribuzione in contemporanea dei film su più mezzi.
"Non ci dimentichiamo – dice Vacchino – che i costi di promozione e circolazione dei film, al momento gravano in massima parte sulle sale, attraverso le spese di noleggio. Ciò può avere un senso, al di là del livello degli oneri, sovente eccessivo, se si riserva alle sale un congruo periodo di esclusiva nello sfruttamento del prodotto. Altrimenti sarà necessario ridiscutere tutto il meccanismo della suddivisione dei costi, per ridistribuirlo tra i differenti soggetti in causa".
Secondo Vacchino, inoltre, le modifiche del mercato vanno valutate con attenzione per cogliere anche risvolti del problema meno evidenti ma non per questo meno importanti.
"La netta caduta degli incassi in sala di un film come Shark Tale – cita come esempio il presidente dell'Anec – coincide con l'uscita in dvd de Gli incredibili e di Shrek 2. Questo recentissimo caso ci dovrebbe aiutare a comprendere, tra l'altro, che in un momento di difficoltà economiche, la sovrapposizione dell'offerta di prodotti simili costringe le famiglie a scelte drastiche nelle quali tutti i consumi extra casalinghi sono inevitabilmente penalizzati".
"Ben vengano, dunque – conclude il presidente dell'Anec – nuove, importanti iniziative promozionali come la Festa del Cinema, che si svolgerà ad aprile e che sarà adeguatamente sostenuta da una campagna promozionale per attirare ampie fasce di pubblico nelle sale e rivitalizzare, così, un periodo caratterizzato da una flessione delle presenze. Ma ogni iniziativa rischia di essere velleitaria se non sarà inquadrata in una politica di più razionale sfruttamento del prodotto che dovrà essere concordata tra tutte le parti interessate ed applicata seriamente per far sì che i differenti veicoli di circolazione del film costituiscano un sistema integrato e funzionante e non un contorto e autolesionistico groviglio di interessi contrapposti e contrastanti".

---------------------------------------------------------------------
SCUOLA DI CINEMA: OFFERTA PER I LAUREATI DAMS e altri per la SPECIALIZZAZIONE

---------------------------------------------------------------------