31º FESCAAAL: I vincitori

Si è concluso ieri sera il Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina, con la vittoria ex-aequo del colombiano Amparo e dell’algerino Soula. A The Red Tree il premio del pubblico

-----------------------------------------------------------
NOVITA’ – CORSO ONLINE TEORIA DELLA SCENEGGIATURA


-----------------------------------------------------------

Si è conclusa ieri sera all’Auditorium del Teatro San Fedele di Milano la cerimonia di premiazione del 31º FESCAAAL, il Festival del cinema Africano, d’Asia e America Latina. Il Premio Comune di Milano al Miglior Lungometraggio “Finestre Sul Mondo” è stato assegnato ex-aequo ad Amparo (del colombiano Simón Mesa Soto) e a Soula (dell’algerino Salah Isaad). Il primo per “la qualità e la radicalità formale e di scrittura con cui viene raccontata una società maschilista che perseguita una madre nel suo tentativo di salvare il figlio dalla morte”. Con il secondo che ha colpito la Giuria “per averci restituito un ritratto di donna in bilico nei conflitti attuali della società magrebina, attraverso un racconto di estremo realismo e di grande potenza espressiva, al di fuori di ogni stereotipo, sia sociale che cinematografico”.

----------------------------
CORSO ESTIVO DI RIPRESA VIDEO

----------------------------

Il premio come Miglior Cortometraggio Africano è andato invece a Will My Parents Come to See Me del regista somalo Mo Harawe per “lo sguardo lucido e profondo con cui affronta un tema scottante e doloroso, come la pena di morte, e per la straordinaria partecipazione emotiva con cui descrive il malessere sociale e civile della Somalia”. Nel concorso EXTR’A, la sezione dedicata a registi italiani o stranieri residenti in Italia, è stato premiato come miglior film Mother Lode di Matteo Tortone “una vera e propria lezione di (grande) cinema, un’esperienza multisensoriale valorizzata da un bianco e nero di grande fascino, capace di evocare pellicole firmate da importanti maestri come Alfonso Cuarón”.

Il pubblico inoltre ha scelto come vincitore del 31º FESCAAAL il film colombiano The Red Tree di Joan Gomez Endara, a cui è stato consegnato il premio Città di Milano.

Menzioni speciali del concorso Freda della haitiana Gessica Généus e Nous, étudiants! del congolese Rafiki Fariala, tra i cortometraggi africani Chitana della tunisina Amel Guellaty e Astel della cineasta senegalese Ramata-Toulaye Sy, mentre in EXTR’A Amuka di Antonio Spanò e Rue Garibaldi di Federico Francioni. Per ulteriori informazioni sul 31º FESCAAAL, si rimanda al sito ufficiale dell’evento.

--------------------------------------------------------------
Sentieriselvaggi21st #11: JONAS CARPIGNANO La nuova frontiera del cinema italiano

--------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative



    Rispondi

    Contenuto non disponibile
    Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"