3º Taranto Horror Film Festival online dal 19 al 21 Marzo

La terza edizione del Taranto Horror Film Festival si svolgerà per la prima volta in streaming su piattaforma dedicata e continuerà a studiare le tendenze del cinema di genere contemporaneo

Promosso dall’associazione culturale Brigadoon – Altre Storie Di Cinema e realizzato con il sostegno di Centro Studi Cinematografici, di Apulia Film Commission e del Comune di Taranto, torna dal 19 al 21 Marzo il Monsters Taranto Horror Film Festival, per la prima volta in forma totalmente online.

--------------------------------------------------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ

--------------------------------------------------------------------

Il pubblico quest’anno potrà infatti seguire la rassegna in streaming, su piattaforma dedicata e gratuitamente.  A guidare la selezione, che spazierà tra lungometraggi e una serie di corti proposta in collaborazione con il Fantafestival, come sempre, l’attenzione al contesto del cinema di genere contemporaneo italiano e internazionale, e la volontà di valorizzare, nelle parole del direttore artistico Davide Di Giorgio, “gli altri sguardi che emergono sempre più in un’industria cinematografica che sta finalmente ripensando i suoi modelli produttivi abbracciando anche la parità di genere”.

Proprio a questo cambio di sguardo è dedicato uno dei due percorsi della rassegna, “Le Signore Del Male”, che raccoglierà alcuni titoli delle più interessanti cineaste contemporanee legate all’horror: tra i progetti selezionati ci saranno Creswick, cortometraggio con cui Natalie Erika James inizia ad esplorare quell’orrore nella sfera famigliare che poi svilupperà nel recente Relic, The Boogeywoman, di Erica Scoggins, che riflette sui modi in cui la donna viene demonizzata attraverso la sua sessualità, il grottesco J’ai le cafard, dal Qatar e il corto in stop motion The Expected di Carolina Sandvik, che esplora il dramma di una maternità cercata ma negata.

Tra i lungometraggi della sezione, si fa notare invece Tigers Are Not Afraid, di Issa Lòpez pellicola che tra realismo magico e horror traccia uno spaccato delle bande giovanili argentine.

--------------------------------------------------------------------
SCOPRI I NUOVI CORSI ONLINE DI CINEMA DI SENTIERI SELVAGGI


--------------------------------------------------------------------

Taranto Horror Film Festival

Il secondo percorso tematico “Le Forme Dell’Acqua”, è invece incentrato sulle modalità attraverso cui il cinema ha raccontato la dimensione acquatica ed il mito della sirena e presenterà in anteprima nazionale, tra gli altri, The Lure, film di Agnieszka Smoczynska, che tra horror, musical e melò racconta la parabola di due sirene diventate star della musica . Oltre al film della Smoczynska, troveranno spazio nel percorso anche L’ille et le continent, cortometraggio sulla storia d’amore tra una sirena e l’uomo che scopre il suo segreto e Kindil el bahr, revenge movie su una donna-medusa che si vendica sugli uomini che la volevano punire.

Tra gli eventi collaterali del festival, ci sarà un omaggio al regista Santiago Menghini, di cui verranno presentati al pubblico sei cortometraggi tra cui Regret, horror minimale che si sposta tra passo sperimentale e immaginario tradizionale già visto al Torino Film Festival 2020.

Lo stesso Menghini sarà poi protagonista di una conversazione con Massimo Causo che troverà spazio nelle parentesi dei Monstertalk, momenti di dibattito e confronto che approfondiranno le tematiche del festival.

Tra gli eventi legati al format, Andreina Di Sanzo e Leonardo Gregorio approfondiranno il percorso “Le Signore Del Male”, il regista Daniele Misischia ed il disegnatore Stefano Cardoselli discuteranno dei loro prossimi progetti con Davide Di Giorgio, mentre Mauro Gervasini e Alberto Cristofari presenteranno I Morti Viventi, romanzo incompiuto di George Romero, in arrivo in Italia con La Nave di Teseo.

Il Festival non perderà poi il suo sguardo sul passato, grazie ad un momento retrospettivo dedicato a Terrore sotto il sole di mezzanotte, lungometraggio del 1959 diretto dallo specialista Virgil W. Vogel, che immagina un’invasione aliena in Lapponia e declina le coordinate del b-movie attraverso uno sguardo tra lo sperimentale e il naturalistico.

In collaborazione con il Festival Vicoli Corti e su piattaforma MyMovies, Monsters svilupperà anche due eventi speciali, che avranno luogo alcuni giorni dopo la chiusura della rassegna che quasi daranno un epilogo ai due percorsi tematici della manifestazione.

Il 24 Marzo, la sezione Le Signore Del Male si chiuderà con Buio di Emanuela Rossi, film tra il post-apocalittico e il racconto di formazione che vede tre sorelle disobbedire al padre ed esplorare un mondo in cui la gran parte dell’umanità è estinta a causa della radioattività dei raggi solari. Il 25 Marzo, Profondo, di Giuliano Giacomelli, folk horror sulla caccia di un pescatore ad un leggendario mostro marino, chiuderà invece il percorso “Le Forme Dell’Acqua”. Al termine delle rispettive pellicole, Giuliano Giacomelli ed Emanuela Rossi saranno poi protagonisti di due incontri con il pubblico.

 

Qui potete consultare il programma del Taranto Horror Film Festival.

------------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21ST #8