4/10/2006 – "Attacco didascalico, pregiudizi e stereotipi caricaturali"

La risposta dell'Islam a "Il mercante di pietre" di Martinelli

---------------------------------------------------------------
CORSO ONLINE DI CRITICA CINEMATOGRAFICA

---------------------------------------------------------------

Critiche delle organizzazioni islamiche in Italia al film di Renzo Martinelli. Il regista, dopo due anni di ricerche, in Il mercante di pietre racconta la storia di un italiano (Harvey Keitel) convertito alla fede musulmana. Le denunce sono arrivate al Corriere della Sera: "Trama e locandina ricordano un film contro gli ebrei premiato da Hitler", attacca Dacia Valent della Islamic Anti-Defamation League che chiede il ritiro della pellicola. Ali Schutz, che oltre ad essere un esponente della comunità islamica di Milano è stato uno dei consulenti stessi del film, dice: "È un'opera contro il terrorismo e questo è positivo, ma non dà spazio all' Islam moderato". Per Hamza Piccardo dell'Ucoii "L' attacco all'Islam è insistito e didascalico, mentre continui sono i pregiudizi e gli stereotipi caricaturali che rendono il film insopportabile".


 

---------------------------------------------------------------
Ecco il nuovo Sentieriselvaggi21st #10: CYBERPUNK 2021, il futuro è arrivato

---------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative