4/12/2002 – L'avvento di "Animatrix"

Che Matrix abbia rastrellato legioni di fans in tutto il mondo è un fatto incontrovertibile: più sorprendente è che anche in Giappone, dove in fatto di fantascienza sono molto avanti rispetto ai progetti americani, il film dei fratelli Wachowski abbia attirato l'attenzione di alcuni celebri animatori: d'altronde i due "fratelli terribili" avevano ammesso di essersi ispirati proprio allo stile narrativo dei manga e così ora viene restituita loro la cortesia. Il risultato di questo sincretismo è Animatrix, prodotto sempre dalla Warner Bros: si tratta di un collage di 9 cortometraggi animati (affidati a diversi autori) dedicati all'universo di Neo e Morpheus. Il film è realizzato in computer grafica tridimensionale (alla Final Fantasy, per intendersi) per le scene ambientate nel mondo reale (quello dominato dalla Matrice), mentre per gli ambienti virtuali dove sono imprigionati i pensieri e le essenze degli schiavi umani si è utilizzato un tratto disegnato convenzionale.

---------------------------------------------------------------------

---------------------------------------------------------------------

Fra gli autori coinvolti nel progetto svetta il Maestro Yoshiaki Kawajiri, artefice di Ninja Scroll, Wicked City e del recente Vampire Hunter D, celebre per l'eleganza plastica e le atmosfere gotiche delle sue creazioni. Gli altri segmenti, invece, saranno realizzati da Mahiro Maeda (Blue Submarin N.6, due episodi), Shinichiro Watanabe (Cowboy Bebop, due episodi), Takeshi Koike, Koji Morimoto, Peter Chung e, infine, l'équipe di Final Fantasy. I vari segmenti dovrebbero essere inclusi nei DVD dei film: nell'attesa ci si può consolare con il trailer, scaricabile all'indirizzoweb

--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------

whatisthematrix.warnerbros.com/rl_cmp/animatrix_trailer_480.html