5/11/2003 – Un festival very N.I.C.E.

Nuova edizione per il festival N.I.C.E. USA. Una manifestazione che, al suo tredicesimo appuntamento negli Stati Uniti, si presenta al pubblico americano con sette registi all'esordio nel lungometraggio e in partnership con MoMA di New York e San Francisco Film Society.
La prima settimana di novembre, a promuovere l'arrivo del "nuovo cinema italiano" negli USA, la rassegna al MoMA dedicata a Francesca Archibugi. Un insolito evento di apertura per un festival ma non per N.I.C.E., che selezionò "Mignon è partita" il primo film della regista, scoprendo subito le sue potenzialità e la sua sensibilità nel raccontare storie attraverso la macchina da presa.
Tra eventi speciali, incontri e concorso, il festival si sposterà tra sale cinematografiche pubbliche e università delle due città americane: Quad, Gramercy Theatre, New York University, Actor's Studio a New York e AMC Kabuki 8 Theaters, San Francisco University, Berkeley e Stanford University di San Francisco.


Il Concorso
Due le sezione del festival: lungometraggi e cortometraggi. Tutte opere prime i sette lungometraggi, realizzati tra il 2002 e il 2003, e selezionati da un comitato presieduto da Mario Sesti – curatore anche della sezione cortometraggi – e composto da Mary Lea Bandy (MoMA), Linda Blackaby (San Francisco Film Society), Barbara Corsi (giornalista), Lina Wertmüller (regista).
Lungometraggi: Emma sono io di Francesco Falaschi; Pater familias di Francesco Patierno; Piovono mucche di Luca Vendruscolo; Capo Nord di Carlo Luglio; Velocità massima di Daniele Vicari; Bell'amico di Luca D'Ascanio; L'isola di Costanza Quatriglio.
Cortometraggi: In tram di Filippo Soldi; Ritratto di un bambino di Gianluca Iodice; La partita di Ursula Ferrara; Playgirl di Fabio Tagliavia; Rosso fango di Paolo Ameli; Il naso storto di Antonio Ciano; L'ultimo rimasto in piedi di Ugo Capolupo.
Luoghi deputati ad ospitare le proiezioni dei film in concorso, presentati dallo stesso autore, il Cinema Quad di New York (34 West 13th Street) dal 14 al 20 novembre e il AMC Kabuki 8 Theaters di San Francisco (1881 Post Street) dal 16 al 23 novembre. All'ingresso delle due sale, saranno consegnate al pubblico pagante statunitense le cartoline voto per decretare, alla fine del festival, i vincitori del Premio N.I.C.E. Città di Firenze per le due sezioni.

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

----------------------------------------------------------------

Gli Eventi Speciali


---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

---------------------------------------------------------------

New York
Quest'anno il festival allarga i propri orizzonti e promuove anche l'opera di un regista esordiente italo-americano. Una novità, questa, nata dalla collaborazione di N.I.C.E. con "Oggi7", il settimanale di approfondimento di "America Oggi". Intervention, diretto da Anton Evangelista, è il titolo del film selezionato da un comitato coordinato da Anna Letizia Airos di "Oggi7" che sarà presentato a New York al Cinema Quad il 15 novembre. Evangelista, originario di Matera  vive nel Bronx da quando aveva 4 anni. Artista eclettico ha avuto come maestri di cinema Stephen Strimpell e Walt Witcover. 

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

---------------------------------------------------------------

San Francisco
Il festival si apre il 16 novembre al AMC Kabuki 8 Theaters con una serata speciale in cui sarà proiettato Il cuore altrove di Pupi Avati. Ospiti il regista e gli attori, Giancarlo Giannini e Neri Marcoré. L'evento di chiusura della manifestazione, il 23 novembre, con la tradizionale cerimonia di premiazione dei vincitori che sarà preceduta dalla proiezione del film Il quaderno della spesa di Tonino Cervi per rendere omaggio al regista scomparso di recente.


La rassegna: Francesca Archibugi
Si consolida la collaborazione con il MoMA di New York, quest'anno partner della manifestazione. Prima dell'inizio del festival, al Gramercy Theatre, sarà presentata una rassegna dedicata a Francesca Archibugi, autore ormai affermato e ospitato in passato da N.I.C.E. Della regista saranno proiettati, il 1 e il 2 e dal 21 al 23 novembre al Gramercy Theatre di New York (attuale sede del MoMA di New York) e il 17 novembre al AMC Kabuki 8 Theaters di San Francisco: Mignon è partita, L'albero delle pere, Domani, Verso sera, Il grande cocomero, Con gli occhi chiusi.
Francesca Archibugi, il 4 novembre, incontrerà gli studenti della New York University alla Casa Italiana Zerilli Marimò diretta da Stefano Albertini.
Oltre alla rassegna verrà pubblicata una monografia in inglese sul regista a cura di N.I.C.E..


Gli incontri
Per tutta la durata del Festival a New York si svolgeranno workshop e incontri dei registi con gli studenti di cinema della Tisch school of the Arts della New York University di Jeremiah Newton e con gli studenti del corso di cinema tenuto da Antonio Monda. I registi inoltre, grazie alla cortese disponibilità di Robert De Niro direttore dell' Actor's Studio, saranno invitati ad assistere ad alcune "performances" alla Actor's Studio. A San Francisco sono previsti, invece,  incontri dei registi con gli studenti della San Francisco University, della Berkeley e della Stanford University.


I premi
Al miglior lungometraggio e al miglior cortometraggio targa, messa a disposizione dell'AGIS Toscana. Al miglior lungometraggio tessera AGIS – ANEC valida per l'ingresso gratuito a tutte le sale cinematografiche, messa a disposizione dall'AGIS Nazionale. Al miglior cortometraggio pellicola messa a disposizione dalla KODAK per la realizzazione di un cortometraggio della durata di cinque minuti.