67° David di Donatello nel segno di È stata la mano di Dio

A 17 anni da Le conseguenze dell’amore, Paolo Sorrentino si aggiudica ancora i più importanti riconoscimenti come miglior film e regia. A Frwaks Out sei David tecnici. Ecco tutti i premi.

-----------------------------------------------------------
SCUOLA DI CINEMA SENTIERI SELVAGGI: APERTE LE ISCRIZIONI ANNO 2022-23


-----------------------------------------------------------

Aveva già vinto il David di Donatello per il miglior film e regia per Le conseguenze dell’amore. Diciassette anni dopo Paolo Sorrentino replica la doppietta con È stata la mano di Dio. Oltre a queste due categorie (per la regia è stato premiato pure per La grande bellezza), il film si è aggiudicato anche i David per la miglior attrice non protagonista (Teresa Saponangelo), fotografia (Daria d’Antonio) e David giovani. Il cineasta ottiene i più importanti riconoscimenti proprio nella serata in cui è stato consegnato il David speciale ad Antonio Capuano, uno dei più grandi cineasti italiani, con cui Sorrentino ha collaborato come sceneggiatore in Polvere di Napoli (1998). Il suo personaggio occupa inoltre una parte fondamentale in È stata la mano di Dio e il suo urlo “Non ti disunire” è diventano uno dei tormentoni più celebri del film.

----------------------------
OPEN DAY SCUOLA DI CINEMA SENTIERI SELVAGGI

----------------------------

L’altro grande favorito, Freaks Out di Gabriele Mainetti, partito come È stata la mano di Dio con 16 nomination, se ne porta a casa sei, tutti nelle categorie tecniche: scenografia (Massimiliano Sturiale e Ilaria Fallacara), fotografia (Michele D’Attanasio), produttori (Andrea Occhipinti, Stefano Massenzi, Mattia Guerra), trucco (Diego Prestopino, Emanuele De Luca e Davide De Luca), acconciatura (Marco Perna), effetti visivi-vex (Stefano Leoni).

Un altro grande film di un cineasta napoletano, Qui rido io di Mario Martone, partito con 14 nomination, ha ottenuto soltanto due David: miglior attore non protagonista (Eduardo Scarpetta) e migliori costumi (Ursula Patzak).

Tra i vari riconoscimenti, ce ne sono quattro che Sentieri Selvaggi si porta particolarmente nel cuore: Silvio Orlando come miglior attore protagonista per Ariaferma di Leonardo Di Costanzo, Swamy Ruotolo per A Chiara di Jonas Carpignano, Laura Samani come miglior esordio alla regia per Piccolo corpo. e il ‘bistrattato’ Kenneth Branagh di Belfast come miglior film internazionale,  che è invece uno dei suoi titoli più lucidi, appassionati e disperati.

 

Tutti i premi dei 67° David di Donatello

MIGLIOR FILM
È stata la mano di Dio – Prodotto da Lorenzo Mieli e Paolo Sorrentino. Regia di Paolo Sorrentino
MIGLIOR REGIA
Paolo Sorrentino per il film È stata la mano di Dio
MIGLIOR ESORDIO ALLA REGIA
Laura Samani per il film Piccolo corpo
MIGLIORE SCENEGGIATURA ORIGINALE
Leonardo Di Costanzo, Bruno Oliviero, Valia Santella per il film Ariaferma
MIGLIORE SCENEGGIATURA NON ORIGINALE
Monica Zapelli, Donatella Di Pietrantonio per il film L’arminuta
MIGLIOR PRODUTTORE
Andrea Occhipinti, Stefano Massenzi, Mattia Guerra (Lucky Red) – Gabriele Mainetti (Goon Films) – in coproduzione con GapBusters – Rai Cinema per il film Freaks Out
MIGLIORE ATTRICE PROTAGONISTA
Swamy Rotolo per il film A Chiara
MIGLIORE ATTORE PROTAGONISTA
Silvio Orlando per il film Ariaferma
MIGLIORE ATTRICE NON PROTAGONISTA
Teresa Saponangelo per il film È stata la mano di Dio
MIGLIORE ATTORE NON PROTAGONISTA
Eduardo Scarpetta per il film Qui rido io
MIGLIORE AUTORE DELLA FOTOGRAFIA
EX AEQUO

Daria D’Antonio per il film È stata la mano di Dio
Michele D’Attanasio per il film Freaks Out

MIGLIORE COMPOSITORE
Nicola Piovani per il film I fratelli De Filippo
MIGLIORE CANZONE ORIGINALE
“La profondità degli abissi” musica testi e interpretazione di Manuel Agnelli per il film Diabolik
MIGLIORE SCENOGRAFIA
Massimiliano Sturiale e Ilaria Fallacara per il film Freaks Out
MIGLIORI COSTUMI
Ursula Patzak per il film Qui rido io
MIGLIOR TRUCCO
Diego Prestopino, Emanuele De Luca e Davide De Luca (Prostetico o Special Make-up) per il film Freaks Out
MIGLIOR ACCONCIATURA
Marco Perna per il film Freaks Out
MIGLIORE MONTAGGIO
Massimo Quaglia e Annalisa Schillaci per il film Ennio
MIGLIOR SUONO
Presa Diretta: Gilberto Martinelli – Montaggio del suono: Fabio Venturi – Creazione Suoni: Francesco Vallocchia – Mix: Gianni Pallotto per il film Ennio
MIGLIORI EFFETTI VISIVI – VFX
Stefano Leoni per il film Freaks Out
MIGLIOR FILM INTERNAZIONALE
Belfast di Kenneth Branagh
PREMIO CECILIA MANGINI AL MIGLIOR DOCUMENTARIO
Ennio di Giuseppe Tornatore
DAVID GIOVANI
È stata la mano di Dio di Paolo Sorrentino
MIGLIOR CORTOMETRAGGIO
Maestrale di Nico Bonomolo

DAVID DELLO SPETTATORE
Me contro Te il Film – Il mistero della scuola incantata

DAVID ALLA CARRIERA
Giovanna Ralli
DAVID SPECIALE
Sabrina Ferilli
Antonio Capuano
--------------------------------------------------------------
Le Arene estive di Cinema a Roma

--------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative