9/1/2008 – Gennaio al Detour

Inizia il decimo anno dell'era DETOUR! Ecco il programma ufficiale per il mese di gennario:


--------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21st!
--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------
MERCOLEDI' 9 GENNAIO
VISIONI presenta
21.00 Balzac e la piccola sarta cinese (Balzac e la petite tailleuse chinoise, Fra/Cina 2002, 116') di Dai Sijie Cina 1971, nel pieno della rivoluzione culturale, due giovani studenti universitari, Luo e Ma, vengono spediti in un campo di rieducazione maoista in un piccolo villaggio ai confini col Tibet. Tra il lavoro duro e la soffocante ignoranza della comunita', trovano nella musica e nella presenza di una bellissima ragazza locale gli unici svaghi della loro miserabile vita.

GIOVEDI' 10 GENNAIO
SENTIERI SELVAGGI e DETOUR OFFCINEMA presentano
Carta bianca a enrico ghezzi
20.30 InCONTRO CON ENRICO GHEZZI Una serata con l’autore di “Fuoriorario” proposta dal Cineclub Detour e dal Corso di Critica della Scuola di Cinema “Sentieri Selvaggi” un incontro con Enrico Ghezzi che propone e introduce un film a sorpresa sulla base di un tema da lui scelto. Un momento aperto al pubblico, per confrontarsi con il noto critico di Raitre su argomenti relativi al fare critica attraverso le immagini
A SEGUIRE: FILM A SORPRESA

VENERDI' 11 GENNAIO
DETOUR OFFMUSIC presenta
MAYA DEREN / ANAGRAM OF IDEA (sonorizzazione Live)
"il sogno che viene visto, viene reso reale dalla visione, morte è la notte senza sogni, é l'angosciante vitalità del sogno che ordisce la sua trama di rimandi e di concezioni sullo spazio- tempo.”(M.D.)

--------------------------------------------------------------------
LE BORSE DI STUDIO PER CRITICA, SCENEGGIATURA, FILMMAKING DELLA SCUOLA SENTIERI SELVAGGI

-----------------------------------------------------

Maya Deren Statunitense di origine Ucraina, pioniera del filone trance-film. Le sue opere si caratterizzano da un uso poetico delle immagini, senza audio, legate tra loro non secondo criteri crono-logici, ma simbolici e associativi; una sorta di viaggio interiore narrativo dall’approccio magico-esistenziale, ovvero l’io vivente che Maya Deren evoca attraverso il corpo, la danza, la partecipazione (infatti in tutte e tre le pellicole la regista ne è anche la principale protagonista), in una sorta di sdoppiamento onirico, tra essere e vedersi, occhio e azione. Queste sono le tre pellicole principali della sua produzione, che possono benissimo essere lette come un'unica opera concettuale. In esse si può scorgere l'influsso degli autori del Surrealismo, come Luis Buñuel e Jean Cocteau.

Anagram of idea è uno contenitore-spazio variabile nell’organico e nei contenuti, che indaga il processo improvvisativo musicale ed in special modo, in relazione ad altre forme espressive. Nell’accostamento improvvisazione-film la musica che si delinea, crea un equilibrio dinamico con le immagini, nel quale i musicisti sviluppano in tempo reale trame sonore, influenzate dalle suggestioni visive e dall’essenza delle sequenze filmiche.

---------------------------------------------------------------------
APERTE LE ISCRIZIONI PER UNICINEMA E SCUOLA DI CINEMA

---------------------------------------------------------------------

programma:

22.30 Meshes of afternoon (1943) 13.27 min.
Da molti considerato il suo capolavoro, e una delle pellicole più influenti della storia del cinema statunitense.
22.45 At land (1944) 14.44
23.00 Ritual in Transfigured Time (1946) 14.27
Con la partecipazione di Anaïs Nin e dei danzatori Rita Christiani e Frank Westbrook.

A seguire brevi set di improvvisazione

ANAGRAM Of IDEA:
Davide Piersanti– Trombone, oggetti
Mike Cooper – Lap steel guitar, elettronica
Fabrizio Spera- Percussioni

Davide Piersanti:trombonista, compositore, dedito principalmente all’improvvisazione nelle sue varie forme, interessato ad indagare le possibilità timbriche del trombone, alla scrittura jazzistica contemporanea e all’interazione tra differenti linguaggi artistici (danza,video ecc.). Da circa un decennio attivo, in vari ambiti musicali dal jazz, all’improvvisazione libera, alla musica etnica. (Myspace.com/Davide Piersanti)

Mike Cooper: compositore, cantante, autore, improvvisatore, chitarrista slide, "collagiste" del suono, artista radiofonico, architetto del suono e performer per film muti, collezionista di camicie Hawaiiane. Cooper è sulla scena musicale mondiale da oltre 40 anniil suo ultimo cd "Rayon Hula" è stata definito dalla prestigiosa rivista "The Wire": un capolavoro dell'esotica contemporanea (www.cooparia.org.uk)

Fabrizio Spera : batterista, percussionista è un nome ben noto agli appassionati della musica improvvisata e sperimentale in Italia e all’estero, grazie a importanti collaborazioni come quelle con Peter Kowald, Otomo Yoshihide, Tom Cora, Conrad Bauer, Tristan Honsinger, Giancarlo Schiaffini, Axel Dorner, John Butcher, Lol Coxhill, Tim Hodgkinson, Chris Cutler, Larry Ochs, Leo Smith, Lisle Ellis, John Edwards ecc. e alla militanza nei gruppi Ossatura, Blast  e di Terra.

SABATO 12 – DOMENICA 13 GENNAIO
DAVID CRONENBERG: CINEDROME#1
21.00 CRIMES OF THE FUTURE di David Cronenberg (USA 1970, 63’. V.O. sott. italiano) Secondo lungometraggio di Cronenberg, descrive una società futura in cui le donne fertili sono scomparse a causa di un devastante prodotto cosmetico, che provoca secrezioni in grado di portare alla massima eccitazione sessuale attirando le vittime e causando la loro morte.
22.15 STEREO (USA 1969, 63’, V.O. eng.) Realizzato in bianco e nero, è la storia di un esperimento nel corso del quale si vuole stabilire se la telepatia possa formare una super-mente e sviluppare nuovi modelli di comportamenti socio-politico e sessuale, sconvolgendo le regole di comunicazione della società.

MARTEDi' 15 – MERCOLEDì 16 – GIOVEDI' 17 gennaio
PARK CHAN-WOOK INEDITO!
21.00 i'M A CyBORG BUT THAT'S OK (Corea del sud 2006, 100’ vo.o. sub ita.) di Park Chan-Wook. Young-goon, é convinta di essere un robot e per questo motivo si trova in un ospedale psichiatrico. Tra i pazienti che condividono con lei la reclusione, ne incontra uno che é convinto di poter tirar via l’anima delle persone.

VENERDI' 18 – SABATO 19 – DOMENICA 20 GENNAIO
USCITA NAZIONALE
21.00 GLI ARCANGELI (Italia 2007, 87') di Simone Scafidi, Con Andrea Riva, Francesca Inaudi, Franco Branciaroli. Durante il battesimo, che avviene all'età di dieci anni, Christian commette in chiesa un gesto inaspettato e misterioso, che preoccupa i suoi genitori. Padre Siro, uomo di chiesa ed educatore di Christian, li rassicura spiegando loro che Christian è solo un bambino dalla sensibilità differente da quella dei suoi coetanei. Ma parlando privatamente al piccolo Christian, Padre Siro appare tutt'altro che rassicurante, rivelando al bambino che nella vita da adulto lo attenderà un viaggio lungo e tortuoso: durante il battesimo Christian ha "visto" gli arcangeli pulire il volto di Cristo dalle ferite della sofferenza umana, e lo stesso Christian vivrà un'esistenza sporcata e violentata dal dolore. Andrea Riva ha vinto il Cavallo di Leonardo come miglior attore protagonosta al MIFF – Film Festival INternazionale di Milano 2007
INFO blog
http://gliarcangelifilm.blogspot.com/

MARTEDI' 22 GENNAIO
VISIONI presenta
21.00 DEAD MAN di Jim Jarmusch (Usa 1995, 110') Con Johnny Depp, Gary Farmer, Lance Western surreale girato in un nitido bianco e nero, "Dead Man" possiede una notevole forza narrativa e visionaria. La storia del film, che si svolge nel diciannovesimo secolo, racconta del viaggio spirituale del giovane William Blake. Recatosi in una ostile cittadina di frontiera in cerca di un lavoro che crede sicuro, il ragazzo verrà suo malgrado coinvolto in una serie di equivoci e in un omicidio.

MERCOLEDI' 23 GENNAIO
INEDITO al DETOUR
21.00 AALTRA (Belgio 2004, 90 min. v.o. sub. Ita.) di B. Delépine, G. Kervern.
Ben e Gus sono vicini di casa nella campagna belga e non vanno per niente d’accordo. Un giorno vengono alle mani e finiscono sotto un un trattore difettoso. Ridotti in sedia a rotelle si metteranno in viaggio verso la Finlandia, alla ricerca del maledetto fabbricante dell’altrettanto maledetto trattore… Omaggio a kaurismaki, un film incredibilmente cinico e divertente. Un on-the-road in carrozzina.

rassegna
MILANO CHE EMIGRA: LA LINEA LOMBARDA DEL CINEMA
dal 24 al 27 gennaio 2008 – Detour Offcinema

GIOVEDI' 24 GENNAIO
MILANO CHE EMIGRA: LA LINEA LOMBARDA DEL CINEMA. FEDERICO RIZZO.
21.00 LIEVI CREPE SUL MURO DI CINTA di Federico Rizzo (Italia 2004, 76') con Paolo Pierobon, Karina Arutyunyan, Nadia Orlandini. Vita da poeta. Agostino scrive versi e romanzi, ma gli editori si tengono alla larga. Vive in uno scantinato con la porta sempre aperta e non è facile tirare avanti. Fare il bidello in una scuola privata non è il posto adatto per lui. La sua vita è fatta di vagabondaggi e di silenzi, di incontri con donne che lo vorrebbero tutto per loro, mentre lui va in cerca della donna che l’ha lasciato. Un film girato in maniera assolutamente indipendente, come del tutto indipendente è il suo personaggio. Un film contro la volgarità del mondo, contro la chiacchiera, contro ogni resa.
a seguire: anticipazioni FUGA DAL CALL CENTER (in produzione)
a seguire incontro con l'autore
INFO:
http://www.evolutofilm.com

VENERDI' 25 GENNAIO
MILANO CHE EMIGRA: LA LINEA LOMBARDA DEL CINEMA. VITTORIO RIFRANTI.
21.00 TAGLIARE LE PARTI IN GRIGIO di Vittorio Rifranti(Italia 2007, 93') con Micol Martinez, Isabella Tabarini, Fabrizio Rizzolo. Vincitore Pardo Opera Prima 60. Festival Internazionale del Cinema Locarno (2007) – Sezione Cineasti del Presente. Le vite di tre persone entrano in collisione tra loro in un incidente stradale per poi essere segnate dal coma e ritornare infine a una vita "normale". Al centro i loro corpi: le sofferenze e le cicatrici del passato lacerano le carni dei protagonisti i quali si spingeranno, ognuno in modo differente, alla scoperta della body art.
a seguire incontro con l'autore

SABATO 26 GENNAIO
MILANO CHE EMIGRA: LA LINEA LOMBARDA DEL CINEMA. MARCO POZZI E GIOVANNI COVINI.
21.15 SENZA TREGUA di Marco Pozzi (Italia 2004, 35') con Giovanni Pesce, Nori Pesce.
Tratto dal libro di Giovanni Pesce "Senza Tregua" edito da Feltrinelli
Presentato alla 60 Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia nella sezione Nuovi Territori.
INFO:
www.marcopozzi.com
a seguire incontro con l'autore
22.30 UN INGUARIBILE AMORE di Giovanni Covini (Italia 2005, 16') con Cesare Scoccimarro, Stefania Bastianello.
Vincitore David di Donatello 2006 come miglior corto e del Nastro d’Argento 2006 come miglior corto
INFO:
www.giovannicovini.it/
a seguire incontro con l'autore

DOMENICA 27 GENNAIO
MILANO CHE EMIGRA: LA LINEA LOMBARDA DEL CINEMA. SIMONE SCAFIDI.
21.00 LETTURA DI APPUNTI di Simone Scafidi (Italia 2007) con interviste a Franchini, Parazzoli, Moni Ovadia, etc. e con Andrea Riva. Dante Virgili (1928-1992), lo scrittore maledetto di cui non esiste nemmeno una fotografia, è lo spunto di partenza per la docufiction “ Appunti per la distruzione”. Attraverso una serie di interviste a personalità di spicco del mondo editoriale, letterario, politico e religioso, viene ricostruita la vicenda umana ed artistica dell’autore de “ La distruzione”, lo scandaloso romanzo nazista che, pubblicato nel 1970, anticipò di più di trent’anni l’attentato alle Torri Gemelle del 2001.
a seguire incontro con l'autore

MARTEDI' 29 GENNAIO
CINETICA presenta
21.00 CINETICA presentera' una serata dedicata alla pena di morte, in seguito all'approvazione il 18 dicembre, 2007, della moratoria universale sulla pena di morte da parte dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite. Una selezione di cortometraggi seguita da un dibattito con ospiti del Comitato Paul Rougeau.
Cinetica e' un'associazione interculturale che sostiene l'inclusione sociale attraverso il film.

DA MERCOLEDI' 30 GENNAIO a DOMENICA 3 FEBBRAIO
DOPPIO SPETTACOLO!
21.00 FRATELLI di Andrea di Bari (Italia 2007, 30')da un'idea di Giuseppe Milazzo Andreani. Con Primo Reggiani, Simone Gandolfo, Lina Bernardi, Giuseppe Milazzo Andreani, Alessandra Carlesi, Nello Mascia, Giorgia Trasselli, Salvo Spoto, Antonio Acampora, Andrea Carli, Bruno Valente. Tra action movie e dramma sociale, la vicenda di due fratelli costretti dalle circostanze a commettere una rapina in banca, raccontata con crudezza e realismo. Girato in super16mm, con andamento nervoso e incalzante e una narrativa destrutturata in continui flashback e flashforward, il corto indipendente di Andrea di Bari conta su un collettivo di attori di tutto rispetto e sulla professionalità tecnica e artistica della troupe.

21.30 JSA – JOINT SECURITY AREA di Park Chan-wook (Corea del sud 2000, 110 min, v.o. sott. Italiano). Nel villaggio di Panmunjom si fronteggiano i soldati delle due Coree. La monotonia viene spezzata dall’omicidio di due soldati del nord e il ferimento di un terzo, Oh Kyung-pil, per mano di un soldato del sud, Soo-hyun. Poiché le versioni dell’unico testimone e del sospetto omicida divergono, viene chiamata a far luce sull’accaduto una forza speciale composta da stati neutrali, che invia sul posto un ufficiale svedese e una svizzera di origini coreane.