A dangerous method

A dangerous methodTitolo originale: id.
Interpreti: Michael Fassbender, Keira Knightley, Viggo Mortensen, Vincent Cassel, Sarah Gadon
Origine: Gran Bretagna/Germania/Canada, 2011
Distribuzione: Bim
Durata: 93’
 

 

 
Zurigo, 1904. Il giovane psichiatra Carl Gustav Jung (Michael Fassbender – 300, Angel – La vita, il romanzo, Bastardi senza gloria, Fish Tank, X-Men: l’inizio) vive presso l’ospedale Burgholzli con la moglie Emma, che aspetta un figlio. Influenzato dalle teorie di Sigmund Freud (Viggo Mortensen – A History of Violence, Il destino di un guerriero, La promessa dell’assassino, Appaloosa, The Road), Jung decide di tentare il trattamento sperimentale del suo mentore su Sabina Spielrein (Keira Knightley – Seta, La duchessa, Last Night, Non lasciarmi, London Boulevard), una paziente cui è stata diagnosticata una grave forma di isteria. La terapia porta alla luce l’infanzia tormentata della ragazza, segnata da umiliazioni e maltrattamenti da parte di un padre autoritario e violento, oltre a una componente sessuale del suo disturbo, confermando le teorie di Freud sul rapporto fra sessualità e disordini di carattere emotivo. Grazie alla corrispondenza sul caso di Sabina, si rafforza la relazione tra Jung e Freud, che vede nel giovane collega il proprio erede intellettuale, ma anche quella fra Jung e Sabina, che, nonostante la malattia, rivela una mente brillante, tanto da intraprendere la carriera di psichiatra su incoraggiamento di Jung. Attratto dalla donna e turbato dalla vicinanza di un altro paziente, Otto Gross (Vincent Cassel – Derailed – Attrazione letale, Nemico pubblico n. 1 –L’istinto di morte, Nemico pubblico n. 1 – L’ora della fuga, Il cigno nero), amorale e spregiudicato, Jung finisce lentamente per mettere da parte l’etica professionale, facendosi coinvolgere in una relazione sessuale con Sabina.

In concorso alla 68esima Mostra del Cinema di Venezia, il film è tratto dal testo teatrale The Talking Cure di Christopher Hampton (sceneggiatore, tra gli altri, di Le relazioni pericolose, Poeti dall’inferno, Mary Reilly, Un americano tranquillo), a sua volta ispirato al libro A Most Dangerous Method di John Kerr. David Cronenberg (Crash, eXistenZ, Spider, A History of Violence, La promessa dell’assassino) ha cominciato a lavorare all’adattamento cinematografico dal 2007; inizialmente il ruolo di Freud era stato assegnato a Christoph Waltz, che ha poi rinunciato per un conflitto di impegni con l’inizio delle riprese di Come l’acqua per gli elefanti. A dangerous method riunisce Cronenberg a Jeremy Thomas, già produttore di Crash e Il pasto nudo.
 
 
(S.O.)
 
 
 
 
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"