Addio a Bruno Ganz

Se n’è andato a 77 anni Bruno Ganz, attore determinante nella storia del cinema tedesco ed europeo. Nato a Zurigo nel 1941, era figlio di un operaio svizzero e di una madre italiana. Cresciuto come attore brechtiano, Ganz cominciò verso la metà degli anni 70 a lavorare con i più importanti cineasti europei. Tra il 1974 e il 1978 fu protagonista nell’ordine di La marchesa Von… di Eric Rohmer, La donna mancina di Peter Handke, L’amico americano di Wim Wenders e interpretò Jonathan Harker nel remake di Nosferatu diretto da Werner Herzog. Con Wenders collaborò anche nel dittico Il cielo sopra Berlino/Così lontano così vicino. Il suo ultimo film è La casa di Jack di Lars von Trier. Tra i suoi ruoli più famosi spicca l’Hitler de La caduta. Rilevante il suo contributo al cinema italiano. Ganz ha infatti recitato per Giuseppe Bertolucci, Mauro Bolognini e ha vinto un David di Donatello per la sua interpretazione in Pane e tulipani di Silvio Soldini.

Un commento